Categorie | Annunci, News

The Great Giana Sisters: bentornate ragazze!

The Great Giana Sisters: bentornate ragazze!

Nel lontano 1987 i videogiochi erano un po’ diversi da come siamo ormai abituati a vederli oggi. Al fianco delle versioni originali infatti scorrevano copiose decine e decine di titoli che cercavano di replicare le meccaniche dei best seller dell’epoca, cambiando qualche dettaglio e puntando su un prezzo minore per ottenere consensi. Comprare un gioco “piratato” era come andare da un pusher di sostanze stupefacenti: case polverose e personaggi mitici “spacciavano” strani dischetti sfruttando tecnologie sconosciute alle nostre povere menti.

Proprio grazie a queste scorciatoie un mio caro amico si procurò un gioco nuovo, stranamente somigliante a Super Mario Bros: The Great Giana Sisters.

E’ difficile spiegare il fascino di questo clone, perchè i puristi Nintendo (e la casa nipponica in persona) ebbero molto da ridire su questo prodotto. Ed è presto detto il perchè: partendo dal titolo (da “fratelli” a “sorelle”) e finendo al gameplay in sè, fatto di mostri cui saltare in testa e di una sfera che rizzava i capelli delle eroine (Giana e Maria), permettendo loro di rompere i blocchi, tutto era “preso in prestito” dall’idraulico baffuto.
Qualche caratteristica personale ce l’aveva però: un’ottima grafica, livelli costruiti ad arte, una main theme strepitoso (opera di Chris Hülsbeck, cui si deve anche il tema di Turrican,  capolavoro indiscutibile) e soprattutto degli avversari che al tempo risultavano particolarmente ostici (andando a memoria, ricordo una tarantola e un drago).

Insomma, sebbene frutto di massiccio copia-incolla ad opera di Time Warp Producions, tutti coloro i quali abbiano avuto modo di schiacciare qualche gufo sanno bene il valore delle sorelle dalle assurde pettinature.

Oggi, a venti anni di distanza, finalmente Giana e Maria sono pronte a riprendersi il loro posto al sole: è stato infatti annunciato il loro ritorno a Giugno sui due schermi del Nintendo DS, fatto curioso se si pensa ai tentativi di bloccare (a suo tempo) la commercializzazione per plagio!
Non possiamo sapere il valore reale di questo prodotto, abbiamo qualche screenshot e poco più (grafica interamente riveduta e corretta ad esempio), ma ogni volta che ripenso ai bei momenti passati in compagnia delle sorelline, non vedo l’ora di sapere se almeno conterrà il titolo originale…

Un vero e proprio mito per chi massacrava joystick e pad in gioventù!

Nel video, uno speedrun (cioè il videogioco finito “correndo” come dei matti per tutti i livelli) della versione per Amiga fino al dodicesimo stage.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 884 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

8 Di risposte a “The Great Giana Sisters: bentornate ragazze!”

  1. Maverick scrive:

    Lol i cloni di Mario si sprecano nella storia, ma questo è proprio palese, se facessero oggi una cosa del genere li fucilerebbero in piazza :D

  2. AKirA scrive:

    Effettivamente era proprio “COPIATO” non ispirato o un clone… Però pensa, è talmente tanto famoso che ora ne fanno un sequel su ds :) Non tutto il male vien per nuocere :)

  3. s3ccoR scrive:

    Me lo ricordo… Ci ho giocato su Amiga qnd ero piccolerrimo :D
    Mio fratello andava a porta portese a prendersi i giochi pirata sui floppy, ne ho ancora decine, con le etichette di carta e il nome de gioco scritto a penna :P
    Però a quanto ricordo la metà nn funzionavano :(

  4. AKirA scrive:

    Ebbè porta portese rulez ;)

  5. Pablus scrive:

    Sentito solo di nome; nei miei ricordi d’epoca sicuramente TURRICAN ha un posto d’ onore.
    Ma ve lo ricordate MOONSTONE?
    Sangue e arena…

  6. Peppe scrive:

    io ho la versione per cellulare….lunga vita alle giana sisters!

  7. Arkhan scrive:

    madò è proprio stracopiato, forse avevano pensato che l’idea delle sorelle invece che i fratelli sarebbe stata una differenza sufficente! :D

    cmq quello che gioca nel video è pro! :)

  8. Fucktotum scrive:

    Stra copiatissimo e pure di più (mi ero scordato di segnalarvi le palline di fuoco, anche se qui colpiscono automaticamente il bersaglio ;) ) ma molto, MOLTO migliore di “Super Mario Bros 2″ dietro al cui sviluppo ci sono un sacco di storie simpatiche (sintetizzando, è un figlio spurio del buon Shigeru, un gioco riadattato da uno precedente con solo gli sprite cambiati per “marizzarlo” e venderlo in Occidente) :D :D

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi