Categorie | Senza categoria

Interplay, i diritti e il MMO di Fallout

 Cosplay Fallout

Gira una voce, candida, dolce e ammaliante.

Interplay sta probabilmente sviluppando, tramite uno studio californiano, un MMORPG ambientato in un futuro post atomico dove vigono le leggi di Fallout, capolavoro ruolistico ormai sulla bocca di tutti grazie al terzo capitolo, sviluppato da Bethesda Softworks.

Ed ecco il punto complicato. Come fa Interplay a sviluppare un MMORPG su Fallout? I più acculturati di voi sanno infatti che i diritti sul gioco non sono più dello studio americano ma di Zeni Max Company (praticamente Bethesda) che ha pubblicato il 31 ottobre quel capolavoro che risponde al nome di Fallout 3 dove vivere il proprio futuro postatomico. Interplay ha inventato la serie (i cui creatori furuno Black Isle Studios) ma essendo caduta in un baratro economico ha venduto i diritti dell’IP a Bethesda per svariati milioni di dollari.

O almeno pensavo.

La verità è che, intelligentemente, Interplay ha mantenuto la possibilità di sviluppare giochi multiplayer della serie, se saranno rispettate alcune condizioni. Questo significa che effettivamente, il rumor di questi giorni che vedrebbe in sviluppo un gioco col nome in codice di Project V13 (V… Vault, 13… il Vault del primo gioco… :) ) potrebbe davvero trasformarsi nel clamoroso annuncio di un MMORPG di Fallout.

Ora, come sapete, a me non è che piaccia tanto questo genere, però adoro l’universo di Fallout e devo ammettere che si presterebbe davvero moltissimo per un massive multiplayer. Se risolvono qualche eventuale bega legale e se il gioco esce veramente, chissà che non sia il primo MMORPG al quale mi abbonerò e giocherò.

Mutanti contro umani, zona contaminata, armi al plasma e ultra violenza… dove devo firmare? :)

Nella foto un cosplay con la tuta del vault!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Interplay, i diritti e il MMO di Fallout”

  1. deLA scrive:

    Sarebbe interessante….anche se non mi è mai andata a genio l’idea di pagare per usufruire di un prodotto che ho gia comprato..

    Bei tempi di Ultima OnLine :(

  2. inskin scrive:

    Non gioco ai MMO, ma l’idea è senz’altro intrigante.
    Il fatto è che si creerà una discontinuità con il mondo post-atomico portato avanti da Bethesda, quindi ci ritroveremo con due universi simili in partenza ma diversi ed incoerenti l’uno con l’altro…

  3. s3ccoR scrive:

    Ehm dela anche UO era a pagamento in teoria :P
    Cmq per una società in semi-bancarotta mi sembra difficile fare un MMORPG

  4. raz3r scrive:

    Appassionato come sono di Fallout 3 rischierei di perdermici dentro e dato che mi sono ripromesso di non giocare mai a un MMORPG spero che non lo facciano xD

  5. Levin scrive:

    Quando Interplay cedette i diritti del franchise c’era una clausola secondo la quale avrebbe potuto realizzare un ultimo gioco della serie. Che V13 sia un MMO nel mondo di Fallout, imho, è il segreto di Pulcinella :) (non vedo l’ora ovviamente).

    Ciau

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi