3MoG, Resident Evil 5 [video recensione]

Ed eccoci tornati, dopo addirittura due settimane di pausa forzata, ad una nuova puntata di Three Minutes of Game (3MoG), il format televisivo per il gamer che non deve chiedere mai (in onda tutte le settimane su MusicBox, 703 di Sky).

Questa volta ci trasferiamo in Africa, per conoscere l’orrore del Virus T e soprattutto de “Las Plagas” con Resident Evil 5, nuovo capitolo del survival horror per eccellenza targato Capcom (disponibile per PS3, Xbox 360)

Dopo la recensione di Fucktotum, Il male nella culla, quindi, ecco la video opinione con soliti “effetti speciali” (assolutamente assenti ;) … dopo l’haduken della puntata precedente meglio dire basta).

Buona visione.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

9 Di risposte a “3MoG, Resident Evil 5 [video recensione]”

  1. OraK scrive:

    Bel video… mi ha fatto piacere che la pensi come me sul fatto di non poter muoversi e sparare allo stesso tempo! Anche io ho notato che è fatto apposta per avere un pò di "strippa" e più tensione… non è sicuramente una scelta sbagliata!
    Questo purtroppo non è un Resident Evil (giuste le 3 stelle quindi), ma per me rimane un capolavoro! Un bel gioco d’azione! peccato solo in alcuni tratti che sembra Tomb Raider..
    Personalmente l’ho finito 4 volte :D

  2. Come sempre bellissimo 3mog Simo…..GG !

  3. Fucktotum scrive:

    fico fico: particolarmente azzeccato il montaggio, con le scene d’inframezzo che “cantano” le strofe della canzone.
    Il gioco ha solo 2 difetti: uno detto (troppo simile al 4) e poi frequenti cali nel mordente dell’azione…Cmq molto superiore alle ciofeche che vediamo sempre più spesso! :D :D

  4. AKirA scrive:

    L’ho finito ieri.

    E’ decente anche lo scontro con i “2” mostri finali, la trama “regge” (non tanto eh… però, meglio della concorrenza sicuramente) e ovviamente la molta rigiocabilità fa salire il voto.

    Insomma l’ho proprio gradito su!

  5. niccobricco scrive:

    non e’ un titolo che fa per me

  6. Maverick scrive:

    Secondo me la musica è un pò troppo alta quando parli, l’audio ha un effetto "strano" e pococ hiaro :)

    Sul videogame, non sono d’accordo con la maggioranza dei commenti, per me sarebbe ora che facessero altro invece che continui sequel come questo, non mi piace più lo "stile di gioco", non mi piace l’ambientazione di questo capitolo e non mi piacciono i personaggi e le loro caratterizzazioni. Pareri personali…

  7. AKirA scrive:

    Si della musica non sei il rpimo che me lo dice Mave. In TV si sente bene, però su itnernet mi sa che bisogna riregolarli.

  8. Lazarus scrive:

    Questo RE5 secondo me non ce la fa piu’. Stà diventando come Tomb Raider, un’allungare un brodo ormai piu’ che digerito. Tecnicamente è fatto bene, ma la giocabilità è limitatissima. Libertà di movimento "zero", e per libertà di movimento intendo anche la paresi che assale i personaggi ogni volta che prendono la mira. L’IA degli zombie (oddio..ma sono zombie non hanno IA!!!) è imbarazzante, quasi alla House of Death. Per finire il gioco è diventato il "guru" dei "giochi corridoio" dove per andare da A a B devi per forza andarci in linea retta.
    Ottimo per gli appassionati della serie, da lasciare marcire come uno zombie per gli altri.

    La videorecensione è ottima come sempre.

  9. AKirA scrive:

    Grazie del commento Lazza :) Come dicevo su facebook su questo gioco molti sono in disaccordo con me. Io lo trovod davvero una “bomba” rispetto ai concorrenti sparatutto che solitamente provengono dall’america. Prendiamo FEAR2 e RE5. Il primo non ha una trama degna di questo nome, situazioni riciclate e poco ritmo. Il secondo probabilmente non aggiunge niente al mondo dei videogiochi, lo ammetto. Tutto già visto e rivisto. Però ha una rigiocabilità infinita (co op, mercenari, ora anche VS anche se è abbastanza senza senso) e un racconto almeno solido, bei filmati e un ritmo che pochi giochi possono vantare di avere (anche se ci sono delle cadute). Insomma io lo trovo splendido e in un panorama come quello del genere è quasi un eccellenza. Magari come survival horror non vale granchè (non mi ha messo mai paura) ma come action game è da paura!

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi