3MoG, X-Men Origins: Wolverine [video recensione]

Ho giocato ad un sacco di giochi ultimamente. Uno di questi è la trasposizione ludica del film sulle origini dell’Arma X, cioè Wolverine, il mutante più famoso che esista.

In forze agli X-Men del professor Xavier, questa specie di “uomo bestia” con artigli, fattore rigenerante e scheletro di adamantio, è stato uno dei miei miti per anni, fin quando non sono andato a vedere il film omonimo. Una schifezza davvero unica: si effetti speciali roboanti e tanta azione, ma anche pochezza di contenuti davvero rara. Ci sono tanti film d’azione che comunque ti tengono incollato allo schermo e che sono sceneggiati come si deve; Wolverine non è uno di questi.

Meno male che c’è il videogioco, però. Perchè uno dei pochi difetti del titolo è sequire pedissequamente la trama del film. Per il resto, visto che il divertimento elettronico non ha quasi mai bisogno di spiegazioni e di grandi trame, X-Men Origins: Wolverine è veramente un bel titolo, solido e divertente. Un picchiaduro/action alla God of War (quindi simile alla mia ultima video recensione, Afro Samurai) con meno enigmi e poche cose da trovare, ma assolutamente di livello. Le mosse del protagonista sono particolarmente azzeccate e il sangue sgorga a fiumi, così come deve essere!

Detto questo, una parola per la nuova versione di 3 Minutes of Game, la trasmissione televisiva che va in onda su Music Box (703 di Sky) e su internet dedicata al gamer che non deve chiedere mai. Come potete notare da soli sono stati effettuati alcuni cambiamenti grafici che, col tempo, miglioreranno ancora. Ora c’è una identità più forte della trasmissione, qualche cartello fatto meglio e soprattutto, da questa puntata in poi, avrò a disposizione i mezzi punti!

Adoro valutare i videogiochi come i film, odio la classica valutazione numerica (che tanto si riduce a 9, 8 e 7 perchè gli altri voti chi li prende mai in considerazione per un titolo?) quindi come sapete già da tempo per me un gioco può essere: deludente, interessante, da non perdere oppure un capolavoro. Questi quattro voti li avete ritrovati sempre nelle mie video recensioni. Io personalmente mi sono sempre trovato bene ma, ovviamente, sentivo la necessità di differenziare almeno un po’ tra un titolo interessante e uno che è praticamente senza difetti ma non riesce a definirsi “Da non perdere”.

Vi faccio un esempio sulle puntata di 3MoG già andate in onda. Nella video recensione di Halo Wars ho dato 2 al gioco Ensemble così come nella puntata dedicata a Warhammer 40K: Dawn of War 2. Il primo però, ha sicuramente meno significati ludici del secondo che, se non fosse per il suo genere di nicchia, meriterebbe molto di più. Ecco in questo caso avrei dato due e mezzo a Dow2, un voto molto più giusto confrontato con quello di Halo Wars, nonostante entrambi i giochi a mio avviso entrino nella stessa categoria.

Beh, penso di avervi annoiato già abbastanza, vi lascio alla puntata e buona domenica.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “3MoG, X-Men Origins: Wolverine [video recensione]”

  1. FATALiTY T scrive:

    Bella Akira , sono quasi tenato di prendere sto titolo , il film a mè sinceramente è piaciuto…
    Titolo da non sfarsi sfuggire sarà Batman Arkham Asylum ;)

  2. AKirA scrive:

    Il gioco è fico… niente da dire. Molto divertente anche se non rimarrà certo nella storia. Se ti piace il personaggio accattatelo che vale la pena. Sul film non cambio idea, cacata pazzesca :)

  3. xdiesp scrive:

    Una cosa è certa: ce lo si sarebbe potuto aspettare molto peggio – graficamente non è peggio del tanto decantato e costoso TR: Underworld.

  4. vudux scrive:

    Io l’ho preso dopo aver provato la demo quando usci e lo trovo un action niente male in attesa di gow3 e ninja gaiden sigma 2.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi