Categorie | News, Video e Trailer

Fable III: nuovo trailer, dettagli sulla trama e sulla modalità online [questa volta niente teste di.. pollo!]

Fable III: nuovo trailer, dettagli sulla trama e sulla modalità online [questa volta niente teste di.. pollo!]

Il nostro compito, alla Lionhead, è quello di sorprendervi e scioccarvi.

Quante volte abbiamo sentito queste parole da parte di Molyneux? Credo tutte le volte che abbia aperto bocca, come in occasione dell’X10 o del recentissimo E3. Andrò controcorrente ma non ho mai ritenuto il nostro Peterone un “genio videoludico”, ma un arrogante ometto dalle belle idee e poca capacità nel realizzarle. Non fraintendetemi, Fable ed il suo successore sono due ottimi action RPG, ma di certo non rappresentano quella rivoluzione manieristica e di genere tanto professata dal fondatore di Lionhead.

Vi chiederete allora perchè attenda con particolare interesse ed un filo di entusiasmo questo Fable III. Per la sua compatibilità con Kinect? Naah! Per l’uscita su PC e di una Limited Edition? Neanche. Forse per la sua trama? Quasi. Il nuovo trailer di gioco, presentato per la prima volta durate la conferenza Microsoft all’E3, abbandona lo stile caciarone dei primi video rilasciati (vi ricordate quello in cui il protagonista era vestito con una testa di pollo? :-D) e si concentra sull’intreccio narrativo: intrighi e lotte intestine alla famiglia reale, una grande avventura per l’eredità della corona, guidata dalla sete di giustizia o, a seconda delle nostre scelte, da quella di vendetta. Ci sarà un cattivo da sconfiggere, naturalmente: Logan, un re il cui dominio tirannico ha trasformato Albion, la bucolica versione fantasy dell’Inghilterra dei primi due capitoli della serie, da un idillio medievale a un incubo industriale. L’ambientazione cittadina è di conseguenza soffocata dalla sporcizia e dai mendicanti, dominata da fabbriche dalle alte ciminiere costruite con mattoni rosso scuro. Il nostro eroe ha un aspetto vagamente napoleonico/piratesco, con un cappotto, un cappello a tricorno in testa e un’arma da taglio portata sulla schiena. Tutto si svolge 50 anni dopo Fable II, e la rivoluzione industriale è appena iniziata.

La caratteristica che più di tutte ha però fatto schizzare il nuovo titolo di Peter Molyneux nella mia top ten di titoli più attesi (il gioco è in uscita il 22 Ottobre su Xbox 360 e PC) è sicuramente il suo aspetto sociale. Nelle intenzioni del designer britannico vi è un potenziamento ed un evidente bilanciamento della sezione online del gioco. Ogni giocatore sarà in grado di creare le proprie armi e di farle evolvere (per dimensioni ed allineamento), per poterle poi scambiare e venderle ad altri giocatori in rete, che usandole le faranno evolvere ulteriormente. Nonostante le armi vendute porteranno per sempre il nome del proprio creatore, un’ impostazione del genere potrebbe dare vita a una sorta di luogo dove si terranno aste legate al sistema economico di Fable III (magari allargabile anche ad oggetti ed equipaggiamento).

Anche la co-op online verrà curata maggiormente: potremo invitare (e addirittura sposare) altri giocatori nella nostra Albion, e gli amici avranno con se le proprie armi personalizzate e il proprio cane. Finalmente non sarà più necessario condividere un’unica inquadratura, ma ci si potrà dividere senza problemi per esplorare zone diverse nella stessa area. Un’esperienza che sembra già molto più avvincente e completa, forse tutto quello che Fable II avrebbe dovuto essere anni fa.

Per quanto mi riguarda, il re potrebbe aver già trovato la sua corona! ;-)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “Fable III: nuovo trailer, dettagli sulla trama e sulla modalità online [questa volta niente teste di.. pollo!]”

  1. Fucktotum scrive:

    il due è stato un’abbondante delusione. Darò di certo un altra chance a Fable, ma non sprecherò un secondo di hype in ciò!!! .D

  2. Killy77 scrive:

    Il primo episodio mi era piaciuto, il secondo non capisco come non si faccia giocare e non capisco il perchè.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi