Categorie | News, Video e Trailer

Il viaggio al centro della vagina prosegue… forse [trailer Privates]

Il viaggio al centro della vagina prosegue… forse [trailer Privates]

Vi ricordate di Privates, lo sparatutto ambientato dove non batte il sole?
Sostanzialmente un divertente e irriverente sparatutto alla Metal Slug, ambientato all’interno del corpo umano con molto carattere e ancor più voglia di stupire e shockare le mamme di tutto il mondo.

Non si era visto granchè, giusto un paio di screenshot che mostravano i buffi protagonisti, dei soldati con dei copricapi/preservativi, intenti a entrare… in una vagina per iniziare la loro esplorazione.
Il problema principale dello studio responsabile di questa follia, Zombie Cow,  è stato il brusio sollevato dall’annuncio del titolo, che secondo le attuali regole in merito alla pubblicazione di titoli da scaricare per Xbox 360 non permetterebbe di vederlo sulla console Microsoft.

Oggi che il trailer è disponibile, possiamo ammirare in tutto il loro splendore le varie parti del corpo in cui affronteremo orde di… spermatozoi et similia, il tutto in un tripudio di colori e umorismo che, a titolo strettamente personale, apprezzo molto.
Purtroppo nessuna novità sulle piattaforme di uscita, per cui rimane essenzialmente la finestra PC, con quel “coming, soon” a lasciarci qualche speranza.

Prego notare come una singola e innocua virgola, se ben piazzata a fine trailer, può far trasparire lo spirito dietro un prodotto ;)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 884 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “Il viaggio al centro della vagina prosegue… forse [trailer Privates]”

  1. Killy77 scrive:

    A me sembra divertente :)

  2. dirò di più: sembra bello!

  3. Killy77 scrive:

    Anche a me, ce lo avessi qui ci giocherei fino alla conclusione.

  4. ViewtifulMee scrive:

    ossantinumido…..sembra una figata (letteralmente….) e poi se mi fai un trailer con una musichetta così non posso non esserne conquistato….

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi