HD: il vero Cavallo di Troia™ di questa generazione di console.

HD: il vero Cavallo di Troia™ di questa generazione di console.

Quando venne presentata la Xbox 360 la sua caratteristica più rivoluzionaria, a detta di chi l’aveva creata, non era un negozio online su cui spendere anche i nostri ultimi residui di € dopo il salasso di un gioco AAA, nè tantomeno l’inebriante capacità della macchina di illuminare con un infausto anello rosso i nostri salotti.

Il vero motivo per cui la 360 andava acquistata era che si trattava della prima console della storia in alta definizione.

Quando Sony finalmente riuscì a presentare qualcosa di concreto ai tanti che avevano resistito alle tentazioni Microsoft, la prima cosa che disse, quella che tutti aspettavano, fu che la sua console non solo era in alta definizione, ma addirittura FULL HD, causando nel contempo ondate di esaltazione e di pianto in chi neanche aspirava a tanto e s’era ipotecato la moglie per comprare un televisore HD Ready che non avrebbe mai retto tutto quel ben di Dio.

Si poteva pensare che i pixel in eccesso sarebbero colati fuori dal televisore dalle fessure degli altoparlanti, tanto era potente la PS3!

Tutto questo fiorire di numeri strani seguiti da “i” o “p” arrivava in un mondo ancora impreparato, in cui le televisioni più diffuse erano ancora quelle a tubo catodico e il concetto di TV al plasma sapeva ancora di Star Trek; vista l’apparentemente inarrestabile ascesa del mercato videoludico e avendo già vissuto qualcosa di simile con il DVD, i più smaliziati non poterono fare a meno di vedere le nuove console come un cavallo di Troia per portare dentro le nostre case l’alta definzione e convicerci finalmente ad un upgrade del televisore di cui molti non sembravano sentire veramente l’esigenza.

Impressione rafforzata peraltro da Capcom, che con il suo Dead Rising portò alla nostra attenzione la da lì in poi tristemente nota “Sindrome dei caratteri minuscoli”, alla cui correzione la casa giapponese si oppose tanto fermamente quanto inspiegabilmente, nonostante le proteste e le diottrie perse dei tanti che si ostinarono a giocarlo su un normalissimo catodico (presente!).

Il futuro sembrava quindi a senso unico: se volevi entrare nella “next generation” DOVEVI prendere un televisore HD.

Eppure.

Eppure, a 5 anni da questa pseudo-rivoluzione, l’impressione è che noi sedicenti smaliziati del videogioco siamo stati fregati, turlupinati.

O più semplicemente dobbiamo solo ammettere che abbiamo clamorosamente toppato interpretazione.

Sì, perchè con il senno di poi possiamo affermare con un certo margine di sicurezza che è stata l’alta definizione a portare le console next-gen nelle nostre case, e non il contrario. Un’affermazione azzardata? Può essere, ma ampliamo un attimo la visuale.

Anzi, andiamo all’estremo opposto dell’universo: Nintendo, l’unica che non ha creduto nell’HD, almeno per questa generazione.

Per la casa di Kyoto, l’unica possibile evoluzione del videogame risiedeva nel motion control. Il risultato? Una console creata su questa granitica certezza, indissolubilmente legata al proprio controller e alle sue potenzialità: sin dall’inizio ogni Wii è stato venduto con Wiimote, Nunchuck e Wii Sports inclusi, segno di quanto inscindibile fosse questa nuova caratteristica dalla concezione stessa della console.

Spostiamoci ora sulle console HD.

Non solo ad oggi nessuna macchina viene nativamente venduta con un cavo HDMI, ma addirittura le prime versioni economiche della 360 non presentavano neanche questo tipo di uscita video, smentendo nella sostanza i proclami iniziali, che spacciavano l’HD come un passaggio ineluttabile per avere un vero videogioco next-gen.

Anche perché, e siamo in tanti a ricordarlo benissimo, la PS2 funzionò così bene da ariete per il DVD proprio in virtù del fatto che non soltanto i giochi sfruttavano il supporto, bensì ogni macchina era anche un (discreto) lettore di DVD video.

Ognuna.

(2000) Vuoi una PS2? Ti porti a casa un lettore DVD.

(2005) Vuoi una console HD? Devi scegliere la versione giusta della 360, e in ogni caso devi anche acquistare il cavo apposito.

E qual’era l’utente che sicuramente avrebbe fatto caso alla versione della console, e sicuramente si sarebbe preso subito il cavo HDMI assieme alla macchina?

Quello che aveva già una TV HD a casa.

Già perché le console erano e sono ancora oggi il modo migliore per sfruttare veramente l’alta definizione, considerato che la percezione della differenza è molto più netta, che la TV digitale fatica a partire e spesso non è qualitativamente soddisfacente mentre i film (escludendo quelli girati da 5 anni a questa parte) per quanto rimasterizzati-ridigitalizzati-rimaneggiati restano comunque legati ai limiti dei mezzi con cui sono stati girati in origine, rimandando la vera rivoluzione a quando si inizieranno a mettere in tre dimensioni anche i grandi classici del cinema (…Guerre Stellari 3D?).

Nonostante questo, è però vero anche che finora anche le console HD si sono dimostrate piuttosto al di sotto delle aspettative per quel che riguarda la qualità grafica media, tradendo la promessa di sfruttare a fondo le caratteristiche delle nostre nuove, fiammanti TV: pochissimi i giochi in 1080p per la PS3, per lo più scaricabili e non troppo impegnativi per la macchina; assenza pressochè totale di filtri essenziali per l’aspetto complessivo come l’anti-aliasing; performance grafiche d’effetto ma concretamente deludenti persino nei titoli più attesi come Halo 3, grandissimo gioco ma clamorosamente mediocre sia per risoluzione effettiva quanto per framerate.

Cosa che evidenzia un altro problema nel rapporto fra console e alta definizione: quest’ultima infatti si è clamorosamente rivelata un’arma a doppio taglio per gli sviluppatori, rendendo molto più complesso e costoso il loro lavoro senza un guadagno effettivo in termini di potenzialità ludiche. Anzi, il doversi attenere ad uno standard grafico minimo comunque più alto di prima e la difficoltà delle macchine attuali nel rendere agevole il compito hanno paradossalmente comportato nuove limitazioni, e innalzato ancora di più il livello dello scontro sul piano dei fondi disponibili: in un settore di mercato in cui l’aspetto grafico è sempre più rilevante, riuscire a creare un gioco esteticamente attraente è sempre più lungo, difficile e costoso, costringendo gli sviluppatori di piccole-medie dimensioni a tentare nuove strade o morire nel tentativo.

Tanto che persino un gioco come Little BIG Planet, a cui sicuramente i soldi non sono mancati ma che nasce da una software house di dimensioni tutto sommato contenute, perde un po’ nel passaggio da un televisore catodico ad uno FullHD.

E questo ci porta infine a notare come per la prima volta si sia posto un problema di retrocompatibilità “esterno” alle nostre amate console: se l’aspetto dei giochi per Wii su uno schermo ad alta definizione è tutto sommato è accettabile, già collegare una Playstation 2 può provocare momenti di sconforto, mentre vedere il mitico Metal Gear Solid su PSOne è semplicemente un colpo al nostro povero, nostalgico cuore.

Una serie di fattori che ridisegnano gli ultimi 5 anni, delineando un quadro in cui nè Xbox 360 nè Playstation 3 si sono presentate sul mercato realmente pronte per l’alta definizione, non potendo quindi fungere da apripista per un passo avanti che i produttori  di televisori stanno facendo indipendentemente da tutto il resto. Col senno di poi è come se la diffusione dell’HD nelle case sia un processo lento ma inevitabile (almeno per noi acquirenti – andate in un qualunque negozio di elettronica di consumo e cercate di comprare un CRT se ci riuscite..) a cui le console hanno contribuito solo modestamente, risultandone invece inaspettatamente trainate in quanto ancora identificano il modo migliore e più immediato per sfruttare al massimo le caratteristiche di televisori troppo avanzati per quello che viaggia attualmente nell’etere ed in videoteca.

In conclusione, a riprova dello scarso effetto traino esercitato dalle console sulle vendite delle HDTV, citiamo un’intervista dello scorso anno a Mark Rein, vice-presidente di Epic, che ammetteva candidamente che:

Delle console vendute finora, la maggior parte non è collegata ad una TV HD. Quindi sia che si parli di una nuova Xbox o della Playstation 4, il punto è che non siamo ancora pronti.

Il che ovviamente non esclude che tanti di noi videogiocatori abbiano comprato un televisore FullHD principalmente per i videogames (presente! #2), ma probabilmente la realtà è che siamo una porzione molto più piccola di quanto non si pensasse cinque anni fa, considerato anche che la sovrana assoluta di questa generazione hardware è proprio l’unica console che non ha scommesso tutto sull’HD.

Vi lascio con una domanda: il passaggio alle TV tridimensionali sta riproponendo, a brevissima distanza, una situazione che per molti versi è simile a quella appena descritta; secondo voi stavolta che ruolo avrà il videogioco nella diffusione delle TV 3D?

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 103 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

18 Di risposte a “HD: il vero Cavallo di Troia™ di questa generazione di console.”

  1. Hanamichi scrive:

    rispondendo direttamente alla domanda: praticamente nulla, il 3d a mio avviso è destinato a fallire. Basta lanciarsi in tanti forum diversi,e vedere che, al contrario di quanto accadeva con l’arrivo dell’hd, nessuno parla di questo 3d. Diciamola tutta, i giocatori se ne fregano altamente… ciò che vogliono i giocatori è la compatibilità delle proprie console con altri formati, come l’ntsc o i filmati in mkv, la cross media bar, la personalizzazione della colonna sonora…

    Ma il 3d, da quanto ho percepito, è destinato a fallire…. non ha conquistato il cuore di nessuno se non di quelli che all’uscita dal cinema hanno detto “caxxo,che figata vedere in avatar in hd”, ma è tutto li….

    Parlando invece in generale sull’argomento Hd/3d, io ho comprato entrambe le console next gen (360 e ps3) e le ho usate per anni su tubi catodici…vuoi l’ignoranza, ma mi chiedevo quale possa essere questa gran differenza. ho comprato il mio full hd per pochi spicci un anno e mezzo fa, la differenza è enorme, i bluray si vedono in maniera eccellente,le differenze di risoluzione sono enormi…le rughe sul volto di snake (sfondo della mia ps3) sono apparse soltanto con l’arrivo dell’hd, non sapevo avesse le rughe XD quindi per dirvi, la tv hd l’ho presa per il prezzo ridotto e per curiosità, ma il 3d lo sfanculizzo a priori,non dà nulla in piu,e tra l’altro mi sembra di guardare un film con gli occhiali da sole….

  2. Siamo in due!
    Anch’io sono passato al FullHD un mese fa, dopo 5 anni di catodico, e il mio parere traspare abbastanza dall’articolo: la differenza c’è e si vede, anche se non sempre c’è un guadagno così netto.
    La citazione di Little BIG Planet non è casuale…

    Per quel che riguarda il 3D è verissimo che non se ne parla che ha tanti problemi e che per ora si tratta praticamente di pura hype, ma c’è anche da tenere presente che, per quanto ci lavorino da secoli, siamo veramente agli inizi della diffusione di massa, e fra l’uscita dei primi televisori HD e la attuale diffusione di tempo ne è passato parecchio: http://electronics.howstuffworks.com/first-hdtv.htm
    :)

  3. Hanamichi scrive:

    il punto inskin è che l’hd (o meglio il full hd) è troppo recente per essere scaricato in questo modo in favore di aria fritta.

    Quando è arrivato l’hd, del catodico ne avevamo piene le scatole (nel senso che sappiamo benissimo,grazie anche all’arrivo dei semplici schermi al plasma, che il tubone era roba vecchia e superata), e l’unica cosa che ci fermava dall’acquistare un hd (che sia ready o full),era il prezzo. Qui anche se dovessero mettermi un 3d a 600-700 euro non lo comprerei, non lo comprerei manco a 300.
    Il full hd non risulta vecchio e superato, tutt’altra cosa rispetto alla situazione del tubo quando arrivo il full hd.

    Ripeto ciò che penso e ho riportato in altri topic: l’unica cosa che il 3d può fare egregiamente bene è creare paura e terrore attraverso film e giochi horror in prima persona (alla fear o project zero per capirci), per il resto è ripeto aria fritta che non aggiunge nulla ne al mondo cinematografico ne tantomeno a quello dei videogiochi…
    continuo a credere che questa diffusione di massa non arriverà,nemmeno con bombardamenti falsi sulle qualità prodigiose dell’3d da parte delle tv. Si sa, la nostra generazione è sveglia e la tv ormai non frega piu nessuno…. sappiamo per adesso pregi e difetti del 3d (piu difetti a quanto sembra,anche sulla salute e la vista) e li conosceremo anche tra 5-6-7-8 anni…non credo avrà successo…

  4. Pablus scrive:

    Io gioco ancora con una tv old style perchè ho altre priorità al momento su cui investire le mie finanze.
    La differenza c’è e si vede ma si sopravvive e poi ad aspettare ci guadagna il portafoglio.
    Tra l’altro sono totalmente contrario all’ acquisto di un 40/50 pollici se non hai una stanza adatta e sopratutto una bella postazione da cui goderti il tutto.
    Parere personale ovviamente :)

  5. Derren scrive:

    Ma il 3D confrontato all’HD non è come l’alta definizione in confronto alla SD O_o. E’una vera e propria rivoluzione, che deve essre graduale e passare prima per la Tv generica e poi per le console. Ho già paura ad immaginare CoD in 3D, sarà un casino!

  6. Redwind scrive:

    A me stuzica sia il full-hd led che il 3d,(ma al momento sfrutto il mio lcd samsung hd 720p a 60hz) anche se devo dire che il 3d mi interessa solo nell’applicazione coi videogames, non posso concepire che per guardare un film, una partita, o uno show ci sid ebba mettere gli occhiali in casa, ripeto per me la cosa ha piu’ senso per un videogames.

  7. Strider Hiryu scrive:

    Nessun ruolo. Attualmente, l’introduzione dei 3DTV sul mercato serve solo a far scendere il costo dei normali HDTV, ed aumentare il tasso di adozione di questi ultimi.

    Sembra assurdo? Non è assurdo, tanto è vero che i 3DTV attuali sono già stati resi obsoleti dagli schermi autostereoscopici di Sharp. I produttori lo sanno già, come già sanno che chi adotta oggi un HDTV passerà direttamente al 3D senza occhialini.

  8. Jabba scrive:

    Ascoltate Strider che non è stronzo!

  9. Redwind scrive:

    @ Grande Strider !

    Il Nintendo 3ds poi ne e’ la prova piu’ evidente visto che monta uno schermo stereoscopico di Sharp !

  10. Hanamichi scrive:

    Finirà che ci distruggeranno gli occhi con le tv senza occhialini…non so voi, ma io l’anno prossimo mi piglio un full hd da 50 pollici…

  11. Redwind scrive:

    @ Hanamichi
    Vai tranquillo, se ti metti a seguire i produttori sprechi solo tempo e non ti compri nulla.

    Alla fine si e’ sempre saputo che comprando un elettrodomestico all’uscita e’ gia’ superato, per il fatto stesso che e’ in vendita, cioe’ e’ stato progettato, costruito, ottimizzato e finito, dunque le case produttrici pensano gia’ al successore o successivo nuovo prodotto con cui sfilarci piu’ €uri possibili.

  12. Hanamichi scrive:

    il punto red, è che il full hd sarà anche già surclassato,ma io st’esigenza non la sento proprio perchè provo la sensazione di non aver ancora sfruttato appieno il mio bell full hd.
    L’ho visto con wipeout, l’ho visto con qualche blu ray….ma il resto?

    Cioè,dammi prima gran turismo a 1080p, un action a 60 frame fissi al secondo che muove centinaia di oggetti senza rallentamenti (e qui ci vorrebbe Zoe3),un film-documentario a 1080 p che mi lasci cadere la mascella a terra ( l’ho trovato,si chiama qualcosa come “il viaggio della tartaruga” o una cosa del genere,ed è spettacoloso), ora ripeti il tutto per un paio di anni, e vedrai che mi saturo e vorrò passare al 3d…

    Ma per adesso ripeto,mi sembra di avere in casa una tecnologia nuovissima,e non l’ho ancora usata appieno.
    Ecco,mi spiego: [COLOR=”black”][B]mi sento come se mi proponessero una playstation 4 dopo aver giocato sulla play 3 solo heavenly sword,lair ed echochrome[/B][/COLOR] è trooooppo presto…

  13. Per la cronaca, io continuo fermamente a pensarla così:
    http://www.insidethegame.it/2010/04/12/le-profezie-di-inskindamus-il-3d-non-e-il-futuro-del-videogame/

    E sogno un head tracking coadiuvato da un effetto 3D dinamico, ovviamente senza occhiali.

    PS: Tempo fa ho provato una demo station di un 3DTV Samsung con occhiali attivi, e ricordo ancora il fastidio causato dallo sfarfallìo che percepivo ai margini del campo visivo, probabilmente a causa di un tempo di attivazione/disattivazione delle lenti troppo lungo. E’ successo solo a me?

  14. Hanamichi scrive:

    ti dirò, io gli occhialini 3d li ho provati al cinema, e forse sarò un caso isolato…ma dopo esattamente un ora di visione (o anche meno,in particolare con avatar) ho cominciato ad avere “credo” quelli che siano attacchi di panico.

    Non riuscivo a tenere gli occhialini, sentivo un peso sul naso enorme (e io di norma porto gli occhiali,soprattutto in casa), e mi sentivo tipo chiuso in una stanzetta 1 metro x 1 metro, nonostante il cinema in cui fosse era enorme e non avevo persone vicino tranne la mia ragazza.

    Non so spiegarlo,ma dopo un certo tempo che porto quegli occhialini 3d, non so cosa succede alla mia testa,ma cominciano a darmi fastidio gli occhi, sento questi occhiali come se pesassero 2000 chili da un momento all’altro,sento un senso di claustrofobia,stanchezza, panico…

    io sto 3d proprio non lo voglio…

  15. In realtà sono due cose diverse: quelli del cinema di solito sono a lenti polarizzate, mentre quelli delle tv sono a lenti attive.
    Quindi lo sfarfallìo di cui parlavo è presente solo nei secondi, che però non hanno la notevole perdità di luminosità dei primi.

    Quindi non è detto che quelli casalinghi ti diano fastidio come e quanto quelli del cinema.

    Riguardo quello che ti è capitato, è stato un caso isolato o il problema si è proposto più volte?

  16. Hanamichi scrive:

    beh,io ho visto 3 o 4 film in 3d al cinema, e si è riproposto per tutti e 4 i film… cinema diversi,quindi…boh….

Trackbacks / Pingbacks

  1. […] in origine per InsideTheGame.it] Posted in Hardware, Inside The Game | Tagged as: 1080p, 3d, anti-aliasing, dvd, fullhd, hd […]


Rispondi