Categorie | gamingfun, Tempo Libero

Majora’s Mask: la storia di una cartuccia maledetta [Just turn the Goddamn N64 off!]

Majora’s Mask: la storia di una cartuccia maledetta [Just turn the Goddamn N64 off!]

Ognuno di voi saprà che i videogiochi rappresentano l’origine di gran parte dei mali di questo Mondo: causano epilessia, una forte tendenza all’asocialità e istigano il più candido dei ragazzini ad imbracciare un MK4 PRO 350 MM tra i banchi delle scuole Americane.

Quello che sicuramente non saprete è che, seppur apparentemente innocua, una cartuccia di The Legend of Zelda: Majora’s Mask per il  mai troppo lodato Nintendo 64 ha la capacità di sconvolgervi la mente. E di scatenare fenomeni al limite del paranormale, così come il protagonista della vicenda racconta sul suo blog Creepy+Pasta.

Dopo essersi fatto prestare un N64 e aver acquistato da un misterioso venditore una cartuccia di Majora’s Mask piuttosto standard, tranne che per una scritta del titolo del gioco fatta con un pennarello indelebile nero, l’improvvisato scrittore Jadusable ha subito percepito che qualcosa non andava: nel salvataggio già presente (denominato “BEN”) il mondo di Termina non appariva più come quello che tutti conosciamo, ma ben si prestava ad un racconto di evocazioni e fantasmi. Un racconto per altro affatto banale e scritto con gusto, nel quale nulla è al proprio posto, tra malvagi glitch e strane morti dell’elfo dalla tunica verde. Opera di un hacker.. O di un fantasma!

Chi è Ben? E che cosa potrebbe significare tutto questo?

Voi stessi potete verificare quanto sia inquietante vedere un Link in fiamme sulle note della Healing Song o con il corpo completamente deformato in pieno stile Samara (la protagonista di The Ring), nei tre video in apetura di questo articolo. E se masticate un po’ di Inglese vi consiglio di leggervi l’intera storia, raccontata davvero bene.

Tutto un fake? Naturalmente cari Insiders, un fake tanto evidente quanto dannatamente spassoso! :D

Ma sapete come si dice, “mai scherzare con i fantasmi”. Potreste rimanere scottati.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Majora’s Mask: la storia di una cartuccia maledetta [Just turn the Goddamn N64 off!]”

  1. Pablus scrive:

    Già l’originale aveva un certo mood apocalittico/inquietante figurarsi il fake!

  2. minchia majora era davvero disturbante di suo!

  3. Master of Disguise scrive:

    Ed era il migliore.

  4. Killy77 scrive:

    Da paura. A mio avviso si potrebbe scrivere qualcosa di divertente davvero su questo genere di cose.

  5. Fry scrive:

    Ben ci ruberà l’anima.
    Lo so. L’ho visto.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi