Categorie | Annunci, News

Whizz kid broke the jail [PlayStation 3, ecco l’ hack definitivo]

Whizz kid broke the jail [PlayStation 3, ecco l’ hack definitivo]

Mentre i giocatori più “furbi” godono già di software PS3 copiato utilizzando una semplice penna USB (il famoso PS3 Jailbreak), il celeberrimo hacker GeoHot annuncia di aver finalmente decriptato la root key della console Sony e di prepararsi a diffonderla in Rete ad uso e consumo del pubblico. State domandandovi cosa diamine sarebbe una root key? È presto detto: si tratta del codice segreto impostato da Sony attraverso cui viene riconosciuto il software originale per PS3, una sorta di parola d’ ordine che ogni gioco deve fornire alla console per poter essere eseguito. Aver scoperto la root key di PS3 significa perciò poter scrivere un qualunque genere di programma nella certezza che la console lo eseguirà; a tal proposito, il team Fail0verflow sta studiando un vero e proprio ambiente di sviluppo destinato a chiunque abbia la voglia e la competenza di codificare per il monolite Sony.

Un autentico incubo per la casa giapponese, di fatto impossibilitata a modificare la root key attraverso un aggiornamento del firmware senza rischiare di rendere inutilizzabile l’ intero parco software uscito sinora. Per aggiungere la beffa al danno, lo stesso GeoHot (al secolo George Hotz) si è messo a disposizione di Sony o Microsoft nel caso necessitassero di un coder specializzato in sicurezza hardware: “non intendo incoraggiare la pirateria”, ha dichiarato, ma non sarebbe stato più onesto rivolgersi direttamente alla multinazionale, piuttosto che svelare al mondo intero il modo per violare il sistema?

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

7 Di risposte a “Whizz kid broke the jail [PlayStation 3, ecco l’ hack definitivo]”

  1. Alucard scrive:

    Li ha messi con le spalle al muro il bastardo.

  2. Pinuzzo85 scrive:

    chissà quanto gli daranno per farlo stare zitto :D

  3. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    Se c’è un middleware di sviluppo in realizzazione, vuol dire che il buon GeoHot ha già “cantato”. La frittata è fatta, insomma.

  4. Hanamichi scrive:

    Avrebbero potuto eliminarlo ai tempi della psp… mi chiedo perchè sia ancora vivo…. XD

  5. GeoHot voleva da una parte “vendicarsi” dell’aggiornamento con l’esclusione di Linux e dall’altro proporsi per un lavoro, e l’occasione offerta dai Fail0verflow si è dimostrata troppo ghiotta..

    Da utente devo dire che la possibilità di usare giochi copiati m’interessa poco, considerato che ormai siti come Zavvi & co. permettono di avere quello che si vuole a 10-15€ a pochissimi mesi di distanza dal lancio; piuttosto, l’arrivo di un’apertura insanabile nella console potrebbe finalmente liberare tutte quelle possibilità multimediali che Sony ha sempre fatto subodorare ma mai proposto veramente.

    E con tre sistemi “aperti”, tutt’e tre dotati di periferiche di motion control, potremmo veramente vederne delle belle.. :)

  6. Gidantribal scrive:

    beh rimane il fatto che ci hanno messo 5 annetti per scardinare la ps3, ben oltre la metà del suo ciclo vitale…

    @Renato “inskin” Rossi inoltre come dici tu su parecchi siti i giochi si trovano anche a meno di 15€ giusto ieri ho preso batman Arkam asylum a 12€ e nei loro listini final fantasy XIV che è uscito da pochissimo è già disponibile a 11€ chi me lo fa fare di scaricare tonnellate di GB con il rischio di vedere la mia console bannata dal psn ed esclusa dalla garanzia? :P

  7. Killy77 scrive:

    Tempi duri per Sony!

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi