Categorie | Annunci, News

Sony e la pirateria, nuova crociata in avvio [contromisure hacking PS3]

Sony e la pirateria, nuova crociata in avvio [contromisure hacking PS3]

Solo qualche giorno fa, vi raccontavamo di come la sicurezza di PlayStation 3 fosse stata irrimediabilmente compromessa in seguito alla scoperta della root key della console (v. articolo “Whizz Kid Broke the Jail [PlayStation 3, ecco l’ hack definitivo]“). Oggi, Sony rompe il silenzio sostenendo di essere al corrente di cosa è esattamente successo, e di poter porre rimedio al problema:

“Siamo consapevoli della situazione e la stiamo studiando. Rimedieremo ai problemi attraverso aggiornamenti di rete, ma trattandosi di una questione di sicurezza, non possiamo scendere nei dettagli”, ha dichiarato un rappresentante della multinazionale ai microfoni di Edge.

Un’ affermazione curiosa, dal momento che secondo il team fail0verflow (ossia gli autori del primo ambiente di sviluppo homebrew per PS3), neanche un aggiornamento del firmware può rimediare allo scoperta della root key:

“L’ intera console è compromessa, non si può tornare indietro. L’ unico modo per rimediare è cambiare l’ hardware. Sony dovrà rassegnarsi”.

Per quanto il team e lo stesso GeoHot, autore materiale dell’ hacking, si professino contrari alla pirateria, i loro successi aprono la strada alla generale fruizione di contenuti multimediali su PS3, essendo state conseguentemente decriptate le root key necessarie alla riproduzione di giochi PSP e Blu-Ray. Whoops!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Una risposta a “Sony e la pirateria, nuova crociata in avvio [contromisure hacking PS3]”

  1. Hanamichi scrive:

    io ci credo che geohot è contro la pirateria, lui è per gli homebrew, per tutto ciò che può rendere una console piu di quello che è…

    Mi ripeterò, ma è proprio grazie agli homebrew che ho potuto godermi libri in pdf sulla psp, manga, e filmati che altrimenti non avrei mai potuto leggere sulla portatile sony..

    Se l’hacking della ps3 porterà a qualcosa di positivo oltre che alla pura e semplice pirateria, ne sono felice…. ciò che vorrei è poter collegare accessori formattati in ntfs alla console ps3…tanto mi basterebbe…. il resto è fuffa che però potrebbe essere fuffa ben gradita…

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi