Categorie | Events, Opinioni

NGP: gli sviluppatori giapponesi parlano del nuovo portatile Sony

NGP: gli sviluppatori giapponesi parlano del nuovo portatile Sony

La settimana scorsa Famitsu, la bibbia del gaming giapponese, ha pubblicato le opinioni “a caldo” degli sviluppatori del Sol Levante riguardo alla nuova console portatile di Sony, l’ormai famigerato NGP che sostituirà PSP nella lotta contro Nintendo 3DS.

Cosa hanno detto gli intervistati?

Jiro Ishii (Level 5, Time Travelers Director)
Ishii ha dichiarato di essere interessato alle possibilità di controllo offerte dai touch screen su entrambi i lati della console. Ha dichiarato di voler creare un adventure economico scaricabile ogni settimana grazie alle funzionalità 3G. Un sistema del genere potrebbe velocizzare il processo di allontanamento dalle console e la cosa potrebbe diventare interessante se l’NGP trovasse un buon riscontro anche oltreoceano. Riguardo al prezzo, spera che si aggiri intorno ai 25.000 Yen (217 Euro)

Yoshinori Kitase (Square Enix)

Sta tenendo d’occhio le capacità 3G del sistema ed è convinto delle potenzialità della connessione continua a internet. Vorrebbe creare un RPG che utilizzi pienamente le capacità del sistema, che possa essere giocato online e usi il 3G. Spera che costi meno di una PS3.

Hiroyuki Kobayashi (Capcom)

Kobayashi pensa che NGP potrebbe cambiare il modo di vedere i sistemi portatili. La qualità dello schermo e il doppio touch screen lo interessano particolarmente. In termini di prezzo si aspetta che sia intorno ai 29.800 Yen (259 Euro).

Satoshi Sakai (SEGA, Phantasy Star Producer)

E’ interessato alle funzionalità Wi-fi e 3G ed è convinto che una continua connessione a internet potrebbe espandere le possibilità di gioco online. Sakai è anche preoccupato per l’aumento dei costi di produzione, e sostiene che uno dei problemi da risolvere sarà quello di rientrare nei costi di produzione. Per questo pensa che il prezzo dei contenuti scaricabili potrebbe aumentare. Se dovesse pensare a un gioco, sarebbe un multiplayer con funzionalità online. Sul prezzo trova che l’ideale sarebbe 25.000 Yen, ma si aspetta anche che possa arrivare a 30.000 Yen (260 Euro).

Akari Uchida (Konami, Love Plus Director)

Con l’arrivo di NGP, Uchida pensa che i giochi online potrebbero diventare sempre più orientati ai casual gamer. Gli utenti saranno in grado di rimanere in contatto con il gioco e con la sua community ovunque si trovino. Tutti i giochi permetteranno ai giocatori di comunicare durante una partita, e questo lo emoziona perché potrebbe funzionare bene con i giochi che produce. Scherzando, Uchida ha detto che realizzerebbe un gioco dove usare i due pannelli per aprire delle porte. Si aspetta un prezzo di 25.000 .

Akihiro Suzuki (Tecmo Koei)

E’ interessato al doppio touch screen e non vede l’ora di scoprire come verrà integrato nel gameplay lo schermo sul retro. Trova che anche la costante connessione via 3G sarà interessante. Nel realizzare software per l’NGP trova che saranno fondamentali due cose: utilizzare gli input del doppio touch screen e le funzionalità online come il wireless e il GPS.

Suda 51 (Grasshopper Manufacture)

La funzionalità fondamentale del sistema è la connessione a internet. Da tenere d’occhio anche la diffusione oltreoceano  e la compatibilità con Unreal Engine. Se dovesse creare un gioco gli piacerebbe un gioco che sfrutti il network basato sul punk. Spera che costi meno di 30.000 Yen.

Jun Takeuchi (Capcom)

La sensazione che ha ricevuto dal sistema è stata quella di avere per le mani un sistema di gioco completo. Gli stick analogici, la qualità dello schermo, il peso del sistema, tutto fa pensare che NGP sia stato creato per essere un sistema di gioco completo. Un costo inferiore ai 30.000 Yen avrebbe un forte impatto.

Toshihiro Nagoshi (SEGA, Yakuza)

Sta tenendo d’occhio tutte le funzionalità del sistema. NGP sembra avere un buon bilanciamento e possiede tutte le qualità da cercare in un nuovo portatile. E’ possibile che se si riuscisse a creare una community sulle funzionalità 3G e wireless il sistema potrebbe rivoluzionare l’industria. Probabilmente il lavoro per gli sviluppatori aumenterà, ma avrà un valore se riuscirà a coinvolgere il mercato.

Yoshifumi Hashimoto (Marvelous Entertainment, Harvest Moon)

Vorrebbe creare alcuni sequel, ma gli piacerebbe anche provare titoli completamente nuovi, inclusi un simulatore di appuntamenti a sfondo scolastico, giochi con un ritmo più pacato così come giochi estremamente violenti.

Yousuke Hayashi (Tecmo Koei/Team Ninja)

E’ interessato alle caratteristiche tecniche e all’ambiente online. Finora si è lavorato sviluppando giochi che fossero differenziati per chi giocava in casa e fuori, ma in futuro sarà possibile iniziare una partita su PS3 e portarla fuori con NGP. Personalmente comprerebbe il sistema indipendentemente dal costo, ma come sviluppatore preferirebbe un prezzo abbordabile in modo che sia acquistato da più gente possibile.

Katsuhiro Harada (Namco Bandai, Tekken producer)

E’ convinto che NGP dovrà essere preso in considerazione nei piani di sviluppo dei titoli HD multipiattaforma sin da ora, anche per la connettività. Sul gioco che vorrebbe creare ha dovuto rispondere “un picchia duro”, ma gli piacerebbe anche creare un nuovo titolo della vecchia serie Namco Genpei Toma Den che utilizzi il touch panel sul retro. Spera costi 25.000 Yen, ma si aspetta 34.800 (300 Euro)

Akihiro Hino (Level-5)

Per Hino sarà fondamentale la connettività in network. Dall’uscita di NGP in poi c’è la possibilità che sarà necessario avere funzionalità di rete in qualunque altro gioco. Riguardo al prezzo si aspetta 30.000 Yen, ma spera che Sony prenda in considerazione il 3DS e si tenga sul margine dei 20.000 Yen (200 Euro).

Makoto Yoshizumi (Namco Bandai, Tales series)

Le tre funzionalità più importanti saranno il wireless, la connessione con PS3 e i DLC più robusti. Vorrebbe creare giochi che utilizzino queste funzionalità e trova che non avrebbe alcun senso non servirsene. Se il sistema tradisse le aspettative in senso positivo il prezzo potrebbe creare scalpore.

Hiroshi Maruyama (CyberConnect2)

Per CyberConnect2 le specifiche tecniche di alto livello sono un punto importante. E’ contento di poter utilizzare le conoscenze acquisite con il lavoro su HD. Se CC2 dovesse lavorare su NGP punterebbe a creare qualcosa che stupisca i giocatori dal punto di vista visivo. Il prezzo auspicato è di 30.000 Yen, ma non sarebbe una sorpresa se arrivasse a 40.000 (350 Euro). Lo comprerà comunque.

Luca Mogini (InsidethGame.it)

Pensa che comunque NGP sia un nome un po’ del cazzo.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 239 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

3 Di risposte a “NGP: gli sviluppatori giapponesi parlano del nuovo portatile Sony”

  1. Hizaki scrive:

    Perdonate la mia ignoranza: 3G significa che si connetterà come fa un cellulare?

  2. si, come un cellulare di terza generazione.

  3. Gidantribal scrive:

    riguardo al prezzo costerà sicuramente più della psp al lancio mi sa… ed erano 250€, qui mi aspetto 300€ come minimo e spero non più di 350… diversamente rimarrebbe invenduta sugli scaffali finchè non scende sotto quelle soglie

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi