Microsoft Xbox 360 Kinect: 5 – Sony Playstation Move: 1. In Nord America non c’è gara!

Microsoft Xbox 360 Kinect: 5 – Sony Playstation Move: 1. In Nord America non c’è gara!

Mentre mi sto ancora riprendendo (dall’emozione e dalla contentezza) per la quinta sconfitta rifilata negli ultimi cinque derby dalla mia Roma alla Lazio, il numero cinque continua a seguirmi un po’ ovunque. E’ questa infatti la dimensione della sconfitta di Sony nel campo delle nuove periferiche basato sul movimento. In Nord America, secondo l’analista Michael Pachter, Microsoft sta vendendo cinque Kinect ogni Playstation Move acquistato.

Con un rapporto di 5:1, quindi, Kinect si è rivelata davvero ciò che Microsoft sperava: la gallina dalle uova d’oro. E mentre nessun videogiocatore è poi così contento di queste “innovazioni non innovazioni”, visto che di videludicamente rilevante non si è visto nulla, di sicuro c’è qualcuno che oltre a fare i conti con il destino fa i conti con le sue idee, rivelatesi non tanto azzeccate. Quel qualcuno è Sony che sta perdendo sempre più terreno in un mercato importantissimo come quello nordamericano rispetto ai suoi diretti concorrenti (Microsoft e Nintendo).

Basterà la mossa NGP per risollevarsi?

Seguite e lo scopriremo insieme.

Intanto Microsoft gongola e dopo essere entrata nel Guinnes dei Primati grazie alle 10 milioni di copie vendute proprio di Kinect (la periferica che ha venduto più pezzi in meno tempo nella storia dell’umanità), si prepara a lanciare l’offensiva al software, più che all’hardware, per i controller basati sul movimento.

La console war non è mai stata così accesa.

Proprio come il Derby di Roma!

A proposito, quasi dimenticavo: a Laziale… batti er cinque ;)

(battuta che da ora in poi può essere utilizzata anche dai boxari contro i sonari ;) ).

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “Microsoft Xbox 360 Kinect: 5 – Sony Playstation Move: 1. In Nord America non c’è gara!”

  1. Interface scrive:

    spero che con tutti i kinect venduti gli sviluppatori vadano oltre al gioco casual

  2. Daunt scrive:

    Io credo che queste periferiche non possano per loro stessa concezione andare oltre il gioco più casual possibile. Teniamo presente che sono *solo* delle periferiche di input, un modo per comandare il gioco. Come un mouse o una tastiera, stessa cosa. Il discorso è che un giocatore esperto padroneggia i tradizionali strumenti di input in modo tale da poter fare quello che vuole all’interno del gioco, e ad una velocità ben superiore a quella che otterrebbe lui stesso fisicamente (che so, girare su se stessi in un fps). Quindi queste periferiche non hanno niente da offrirgli. Il casual gamer (anzi, quello meno che casuale) trova invece nelle periferiche di movimento una “scorciatoia”, può trasmettere i movimenti senza passare da un mouse che non sa usare a dovere. Ergo, questa periferica è per lui. I giochi sviluppati saranno quindi fatti per lui. Ma basta riflettere: se siete degli espertissimi dattilografi, a che vi serve un software di sintesi vocale quando sapete che con la tastiera scrivete più velocemente?

  3. Lorenzo-nMe scrive:

    A livello di software però non c’è paragone, se diamo una rapida occhiata ai giochi che supportano il kinect e quelli che supportano il move c’è davvero un abisso, quelli del kinect fanno un po’ venire lo sconforto nel vedere un tale potenziale tecnologico usato per ballare e rimanere in forma…

    Il move non sarà una supernovità nè uno stravolgimento rispetto al wiimote, ma oltre alla solita fuffa lo si può usare anche il gioconi come killzone 3, little big planet 2, e a quanto sembra tutti i nuovi giochi in uscita supportano in qualche modo il move.

    Il kinect comunque ha delle ottime potenzialità, anche se io non lo vedo in sostituzione del pad ma come suo completamento, penso che dal pad non si possa prescindere per la maggior parte dei giochi “seri”, ma unire il pad al controllo tramite corpo può invece regalare molte soddisfazioni, ora sta agli sviluppatori implementare al meglio il tutto, e credo che l’apertura agli sviluppatori di homebrew possa portare molte nuove idee che poi le major potranno e dovranno sfruttare in giochi più “importanti”.

  4. FioreAngelo scrive:

    spostare su ps3 la xbox è qui e non vedo l’ora di giocare i quei giochi che non hanno bisogno di questo controller è impressionante guardare fuori wii vi è un nuovo gioco in città

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi