Categorie | News, Voci di corridoio

Nintendo 3DS, quanto costa produrlo? [101$, secondo UBM TechInsight]

Nintendo 3DS, quanto costa produrlo? [101$, secondo UBM TechInsight]

Tempo fa, sostenni che l’ abilità di Nintendo nel progettare le proprie console stesse tutta nell’ abbinamento innovativo di tecnologie preesistenti (quindi tutto sommato a basso costo). Per questa ragione, l’ inclusione di uno schermo autostereoscopico in 3DS mi stupì non poco: ritenevo si trattasse di un componente costoso abbastanza da giustificare il prezzo finale della macchina, e in generale, indicativo di un cambiamento nella filosofia costruttiva dell’ azienda giapponese. Un articolo di UBM TechInsight svela invece che produrre un esemplare di Nintendo 3DS richiede appena 101 dollari, prospetto non confermato dalla casa giapponese.

Rispetto al prezzo che troviamo nei negozi, c’è un guadagno “lordo” di 149 dollari a cui ovviamente vanno sottratti i costi delle filiere di distribuzione e di marketing, ma anche così, si ricava l’ impressione che gli introiti netti di Nintendo restino incredibilmente alti – sull’ ordine dei 100 dollari ad esemplare. Aldilà di ogni considerazione su “chi guadagna quanto” in tutta la faccenda (e sul fatto che non esista un’ uniformità nei prezzi di vendita mondiali – in genere è sempre l’ Europa ad andarci sotto), ritenete che il prezzo finale della macchina resti comunque attraente? Non vediamo l’ ora di raccogliere i vostri commenti alla luce dell’ informazione fornita da TechInsight.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “Nintendo 3DS, quanto costa produrlo? [101$, secondo UBM TechInsight]”

  1. Nulla di tanto diverso da quello che accade in altri settori o nello stesso su altri prodotti.
    Tolti i costi di assemblaggio, confezionamento, spedizione, marketing e forza lavoro, il margine non è così alto quanto sembra.
    Ma lo sapete quanto costa produrre un iPod? :D

  2. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    Non lo è per i rivenditori, è vero. Ma restando al mondo dei videogames, quante aziende sono riuscite a lanciare un hardware guadagnando dal day one cifre praticamente eqiuvalenti a quelle di produzione? Il punto è che la macchina potrebbe costare molto meno, se di base non ci fosse una speculazione della stessa Nintendo presso chi acquista la macchina all’ ingrosso.

  3. Dexter scrive:

    Si Marchino, siamo d’accordo. Ma dipende anche dal tipo di filiera che usano, e credo sia come per gli altri prodotti di elttronica, quindi medio-lunga, con una trafila di costi sommersi inimmaginabili.
    Che poi Nintendo abbia l’anima ladra non ci piove. :D

  4. Dexter scrive:

    Si Marchino, siamo d’accordo. Ma dipende anche dal tipo di filiera che usano, e credo sia come per gli altri prodotti di elttronica, quindi medio-lunga, con una trafila di costi sommersi inimmaginabili.
    Che poi Nintendo abbia l’anima ladra non ci piove. :D

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi