Categorie | COPERTINA, Mobile, Recensioni

Dofus Battles: tutto l’universo di Ankama su IPod, IPhone e IPad [Recensione]

Dofus Battle

  • Piattaforma: iPhone/iPod Touch
  • Publisher: Ankama
  • Software House: Ankama
  • Dofus Battles: tutto l’universo di Ankama su IPod, IPhone e IPad [Recensione]

    Il gaming su IPod, IPad e IPhone è ormai diventato una vera e propria istituzione. Non c’è da stupirsi quindi se ormai molti sviluppatori si siano rivolti al florido mercato di utenti Apple alla ricerca di guadagni facili e di fama per prodotti altrimenti di nicchia. Ankama, lo studio responsabile degli MMORPG Dofus e Wakfu, tenta ora l’approdo anche su App Store, dopo essersi già accomodata su XBox Live.

    Risultato dell’esperimento è Dofus Battle, un Tower Defense atipico e spruzzato di RPG, che riesce a portare in piccolo tutto il fascino e parte della profondità del gioco originale.

    Un mondo in pericolo…

    A fare da sfondo narrativo alle avventure dei personaggi è la corsa contro il tempo per fermare Jeff Stobbs, personaggio che guidato dal demone Naz T. Peasawerk sta cercando di conquistare nientemeno che il mondo intero. Per porre fine alle ambizioni del personaggio le divinità reclutano dodici eroi, ognuno appartenente a una delle classi presenti nel gioco originale, mandandoli in un viaggio che li porterà ad attraversare l’intero mondo della IP francese.

    Tra Tower Defense e RPG

    Il gioco vero e proprio si svolge su una mappa isometrica divisa in riquadri, dove sarà possibile collocare un limitato numero di eroi affinchè impediscano alle classiche orde di nemici di raggiungere il drago all’estremità opposta. Fin qui lo schema ricalca quello classico di qualunque Tower Defense, ma non mancano alcune interessanti innovazioni che riescono a far uscire dalla massa il gioco; nel corso delle battaglie, infatti, i personaggi guadagneranno esperienza, equipaggiamenti e oggetti, che contribuiranno ovviamente all’aumento delle loro statistiche. A spezzare i combattimenti contribuiscono sezioni più spiccatamente arcade, anche se molto meno riuscite o coinvolgenti di quelle principali, in cui sarà necessario guidare i nostri eroi attraverso piccoli labirinti muovendo l’IPod e stando ben attenti a evitare i mostri, pena il riavvio della sequenza.

    Come già accennato tutte le classi presenti nel mondo originale si ritrovano su Dofus Battle, e costituiscono l’ossatura e la varietà su cui poggia il gioco, grazie a una scelta di capacità e poteri abbastanza varia da lasciare il campo libero a sperimentazioni e accoppiate. Ogni personaggio ha un determinato raggio d’azione, così come punteggi di attacco e difesa, accompagnati in alcuni casi, da capacità speciali come la possibilità di guarire se stessi o gli alleati, avvelenare gli avversari o addirittura evocare mostri in grado di combattere contro gli avversari. E’ naturale che, come ci si può aspettare, alcune classi andranno a costituire le basi di qualunque team, su tutti l’Iop, il classico guerriero; ma la struttura di gioco è abbastanza aperta da lasciare spazio a combinazioni e fantasia, che premieranno i giocatori più arditi con ottime soddisfazioni.

    “French Touch”

    A far da contorno al tutto c’è il classico tocco euro-manga a cui Ankama ha abituato i suoi giocatori, con una grafica colorata e ben realizzata e un sonoro che riporta sui piccoli di casa Apple tutti i temi e le suggestioni che hanno contribuito al fascino dell’IP originale.

    Dofus Battle, insomma, è una delle novità più interessanti per IPod e compagnia bella; un must per gli affezionati del brand, il Tower Defense di Ankama è un buon gioco prima e al di là di uno spin off della serie originale, che non mancherà di conquistare una nuova fetta di pubblico, quella amante sì dell’occasionale partita sul bus, ma che esige un universo di gioco vario e coerente e un gameplay divertente e profondo.

    Inside The Game

    • Veloce e divertente
    • Un mondo affascinante e ben realizzato
    • Classi varie e azzeccate
    • Tra RPG e Tower Defense

    Outside The Game

    • Sezioni arcade trascurabili
    • Occasionali crash
    Voto:

    Da non perdere

    Come valutiamo i giochi

    Questo post è stato scritto da:

    - ha scritto 239 articoli su Inside The Game.

    Contatta l'autore

    Commenti

    Commenti

    Rispondi