Categorie | Annunci, News

Civ World, troppo Game, poco Social [Civilization World, gioco di nicchia?]

Civ World, troppo Game, poco Social [Civilization World, gioco di nicchia?]

Finalmente, dopo più di un anno di attesa, mentre ci crogiolavamo con Civ 5, è finalmente uscito Civilization World e se molti di noi si aspettavano il solito Social Game, si sono ritrovati sorpresi da questo gioco che non è semplice ma anzi… forse proprio quello che volevamo vedere su Facebook dopo giochi come Pet Society o FarmVille.

Come da copione, lo scopo di Civ World è quello di collaborare con altri giocatori per costruire una civiltà e mantenerla salda, cercando di far fuori le altre civiltà concorrenti tramite le proprie forze militari, scoperte scientifiche o influenze culturali. Potremo scegliere le tecnologie che vogliamo imparare e svilupparle tramite dei minigiochi e avremo a disposizione un sistema di chat che ci servirà per coordinarci con gli alleati del nostro impero.

Fin qui tutto bene, dopotutto noi a Civilization ci giochiamo da una vita, ma qualcosa proprio non va e sapete cosa? Facebook! Se alla Firaxis pensano che utenti abituati a giochi semplicissimi come FarmVille che hanno comandi intuitivi, spiegazioni adatte a tutti e la certezza che proprio tutti possano iniziare a giocare nonostante non abbiano mai provato un gioco di strategia, si sbagliano di grosso.Il titolo è complesso e non super intuitivo e dopo un lungo tutorial che spiega i vari aspetti del gioco, siamo lasciati in balia a noi stessi e al menu di navigazione senza sapere esattamente cosa fare. Insomma, se io da avido giocatore di Social Game non conoscessi bene Civilization, avrei lasciato il gioco esattamente qualche minuto dopo il tutorial.

Il gioco è ancora in versione beta, ma molti sono i problemi che lo affliggono, ad esempio la chat che non funziona come dovrebbe, molti utenti facenti parte della mia civiltà appaiono sempre offline, cosa non buona se bisogna collaborare per migliorare ma anche il menu non funziona al meglio, a volte è possibile tornare al gameplay soltanto premendo il pulsante Play sul menu superiore. Piace invece il non aver bisogno di chiedere sempre una mano agli amici per eventuali oggetti mancanti o per costruire un edificio.

Concludendo, Civ World è ancora più Game che Social, se Firaxis vuole davvero confrontarsi con Zynga, deve assolutamente lavorare sull’intuitività e l’accessibilità del gioco, staremo a vedere.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 293 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “Civ World, troppo Game, poco Social [Civilization World, gioco di nicchia?]”

  1. Gidantribal scrive:

    Provato giusto ieri ed in effetti è vero, ci sono moltissimi elementi da tenere sott’occhio, ma non credo che questo sia un problema, secondo me i vari campi di sviluppo devono essere sbloccati a maggior distanza uno dall’altro, in modo da far metabolizzare bene a tutti il sistema di gioco di civilization, che non è affatto male.

  2. Daunt scrive:

    “Non confrontarti con lo stupido, ti porta al suo livello e ti batte con l’esperienza”. Questa massima riassume il perchè Civ non deve scendere ulteriormente a compromessi.
    Già questa è una versione molto edulcorata di Civilization (come lo era il 5 per pc, del resto), rispetto a qualche anno fa il franchise ha veramente cambiato target. Se lo si semplifica ancora di più, e si prende come benchmark i giochini stupidi di zynga a cui si è provato a dare una qualche sorta di identità coniando un termine apposito per loro (“social game”) ma che come dignità videoludica non superano un tamagotchi, allora non sarà più Civ. Sarà uno tra tanti giochini utilizzabili per passare il tempo in ufficio, non sarà un esponente di una saga che ha scritto la storia dei videogiochi, ma un concorrente fra tanti dei vari giochini senza arte nè parte. E in mezzo a quel marasma, non sarà nemmeno il più gettonato! Civ deve avere successo perchè è Civ, non perchè è facile e intuitivo. Se non ha successo, è perchè l’hanno fatto male.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi