Categorie | COPERTINA, News

Gamescom 2011, cartoline dalla conferenza Sony [PS3, PS Vita, PSP]

Gamescom 2011, cartoline dalla conferenza Sony [PS3, PS Vita, PSP]

All’alba della conferenza Sony in quel della Gamescom 2011, pensavamo che la casa giapponese avesse in serbo sorprese scoppiettanti, specialmente sul fronte della sua chiacchieratissima console portatile Vita. Così non è stato, purtroppo, con gran parte del materiale mostrato sul palco del Koelnmesse già noto al pubblico, ed alcune novità interessanti sul fronte PSP. Ma andiamo con ordine…

PLAYSTATION VITA

L’evento si è aperto nel segno di PlayStation Vita, di cui il neopresidente SCE Andrew House ha sottolineato la dotazione multimediale e le caratteristiche “social”. Oltre a consentire di implementare degnamente giochi di ogni natura (evidente il riferimento agli FPS, ai doppi stick analogici ed al touch screen), il nuovo portatile è stato presentato come un vero e proprio portale verso il mondo PlayStation capace di interfacciarsi al PSN, con analoghe funzioni di messaggeria testuale e audio/video, di aggiornarsi sullo stato online degli amici e sulla presenza di altri possessori di PS Vita nei dintorni della console. Ribadita infine la presenza di trofei nel software e la loro piena compatibilità con quelli per PS3.

Come è ormai d’abitudine negli eventi Sony, tocca ad Insomniac Games dimostrare nei fatti quanto sostenuto dalla casa madre, e la loro prova indiziaria si chiama Resistance: Burning Skies. Un capitolo della saga studiato appositamente per PS Vita ed ambientato durante le primissime fasi degli attacchi Chimera alla nazione statunitense. Protagonista è un pompiere armato della sua accetta d’ordinanza, impegnato a far fronte ai disastri provocati dall’invasore e difendere tanto sé stesso quanto i suoi cari. Insomniac ha puntato molto sulla possibilità di spostare oggetti usando il touch screen, dettare allo stesso modo la traiettoria delle granate e passare da un’arma all’altra usando semplici comandi tattili. Burning Skies è apparso sin da subito come un titolo da giocare sul velluto, sia in termini di gameplay che di frame rate. Il comparto grafico appare non troppo particolareggiato, ma supponiamo sia una tra le ragioni che consentono al gioco di scorrere così bene.

I benefici del touch screen sono parsi ancor più evidenti nella successiva dimostrazione, dedicata alla versione Vita di Little Big Planet. L’utente è infatti in grado di manipolare a piacimento gli elementi di ogni scenario, ritagliandoli e scalandoli in piena libertà. È persino possibile utilizzare la telecamerina in dotazione per scattare delle foto e utilizzarle come textures nei livelli personalizzati. Aggiungete a questa ritrovata intuitività i miglioramenti apportati dall’editor di Little Big Planet 2, ed ecco servito il piatto perfetto per ogni game designer on the road.

Successivamente si è dato spazio a Novarama Technologies, autrice di Invizimals, ed al suo Reality Fighters, altro prodotto in grado di sfruttare la telecamera di PS Vita per trasformare qualsiasi scenario quotidiano in un’arena di combattimento. I lottatori possono essere creati da zero fotografando il volto di un amico ed associando al suo modello poligonale uno tra i vari stili di lotta predefiniti. Senz’altro uno showcase interessante sull’agio con cui la console Sony gestisce la realtà aumentata, ma nonostante gli sforzi degli sviluppatori, Reality Fighters fatica a configurarsi come un hit per sé e perde rapidamente consistenza se affiancato a prodotti come Street Fighter x Tekken (peraltro non presente alla conferenza).

Proprio quando stavamo chiedendoci che fine avesse fatto Little Deviants, tra le poche IP originali associate a PS Vita, ecco far capolino sul palco un titolo di cui Sony si dice “molto orgogliosa”. Si tratta di Escape Plan, bizzarro platform in bianco e nero che ha per protagonisti due palloncini animati. Il loro obiettivo primario è quello di fuggire dalla prigione in cui si trovano, impiegando gli sbuffi d’aria sparsi qui e la per gonfiarsi o sgonfiarsi alla bisogna. Lo spirito creativo di Escape Plan ricorda da vicino quello di LocoRoco, mentre la sua formula costringe il giocatore a pensare accuratamente prima di avventarsi contro le numerose insidie che gli si parano innanzi.

La carrelata sul software PS Vita prosegue con un annuncio che vede Ubisoft impegnata in prima linea nel supporto al nuovo handheld. Sono già 6 i titoli in cantiere presso il produttore transalpino (Rayman Origins, Lumines, Asphalt, MJ: The Experience e Dungeon Hunter), cui si aggiunge un episodio dedicato di Assassin’s Creed. Nessun dettaglio ulteriore è stato svelato in proposito.

Infine, Electronic Arts sta lavorando ad una versione PS Vita di FIFA che uscirà nei primi mesi del 2012.

PLAYSTATION PORTABLE

Novità anche per la “vecchia” PSP, che Sony ha deciso di supportare ancora sul mercato grazie all’introduzione di una nuova SKU molto economica. La prossima iterazione di PSP, chiamata E-1000, non avrà il Wi-Fi ma sarà in grado di far girare tutto il software già in commercio e sarà acquistabile al prezzo di 99 euro nei soli territori PAL (qui le prime immagini, da cui si evince un restyling estetico). Il debutto dovrebbe essere imminente.

PLAYSTATION MOVE

Il sensore di movimento per PlayStation 3 ha avuto il suo (breve) momento di gloria grazie ad una carrellata di titoli che supportano la periferica tra cui Eyepet, Killzone 3, Resistance 3, Call of Duty e Virtua Tennis 4. Ma presentazioni più approfondite hanno riguardato due nuovi titoli pensati appositamente per l’utilizzo via Move, ossia Move Fitness e Dance Star Party.

Move Fitness è un programma di allenamento basato su 25 esercizi fisici da effettuare impugnando il sensore. Ognuno di essi è contestualizzato all’interno di palestre attrezzate di tutto punto, menter alcuni richiedono addirittura di usare 2 “manubri” apparendo piuttosto impegnativi dal punto di vista fisico. È possibile affidarsi ai programmi preimpostati in Move Fitness, o passare liberamente da un esercizio all’altro creando una playlist personalizzata. Convincente.

Dance Star Party è stato presentato come l’evoluzione naturale di SingStar, realizzato dallo stesso team ed animato dall’idea di non voler essere il solito titolo di ballo. La meccanica di base richiede al giocatore di allinearsi ai movimenti che scorrono su schermo a ritmo di musica (ci sono 40 brani su cui ballare e cantare), ma con due interessanti possibilità: registrare le proprie performance in video e rimbalzarle su Internet, o utilizzare l’editor chiamato Dance Creator per orchestrare le proprie coreografie e sfidare gli amici.

PLAYSTATION 3

Doverosa chiusura all’insegna dell’ammiraglia Sony, dove poca sorpresa hanno suscitato i titoli presentati al pubblico. Si è partiti con un trailer di Resistance 3 davvero ben orchestrato sul piano del design, ma privo di sequenze di gameplay. Una scelta consapevole da parte di Insomniac, che ha limitato le uscite pubbliche dell’imminente sparatutto (uscirà il 7 di Settembre) nella speranza che l’effetto sorpresa giochi a suo favore. L’atmosfera è decisamente al suo posto, auguriamoci che gameplay e tono dell’avventura possano finalmente elevare il franchise ai livelli qualitativi che ci si aspettano dal suo illustre sviluppatore.

I riflettori si sono poi puntati su Uncharted 3, osservato speciale dello show che nonostante la brevità della presentazione giocata, non ha deluso le aspettative degli appassionati. Un tentativo di infiltrazione notturna all’interno di un aereo cargo si trasforma rapidamente in una caccia alla volpe per Drake, braccato da individui armati e determinati a farlo fuori una volta per tutte: il buon Nathan si muove agilmente tra i container, li scala e fa fuori ad uno ad uno sentinelle ed inseguitori con la usuale fluidità. Penetrato all’interno del cargo da un ingresso inconsueto (il carrello del velivolo in fase di decollo!), il nostro deve affrontare altri scontri ad alta quota rischiando di venire risucchiato dal portellone della stiva, aperto verso il vuoto. Ancora una volta, Naughty Dog riesce con pochi scampoli di gameplay a dimostrare tutto il suo talento e la destrezza nello sfruttare PS3 ai massimi livelli.

La parte finale della conferenza Sony è affidata al breve annuncio di InFamous 2: Festival of Blood, spin off scaricabile del titolo Sucker Punch che vede la città di New Marais invasa dai vampiri. Lo stesso Cole McGrath viene morso da queste creature, ed ha solo 24 ore per cercare di invertire il processo che lo trasformerà in una bestia notturna assetata di sangue.

In definitiva, Sony non perde il vizio di introdurre le sue performance istruendo il pubblico su numeri, concetti, visioni. La realtà è che in quel del Sol Levante servono novità e concretezza per volare alto, elementi che nel corso di questa conferenza Gamescom abbiamo si visto, forse non nella quantità che ci saremmo aspettati. Da qui alla fine del 2011, gli utenti PlayStation avranno parecchio da giocare e da discutere, ma la sensazione è che Sony stia giocando in difesa sino all’avvento del 2012, anno in cui la ruota del business PS Vita si muoverà a pieno regime.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Gamescom 2011, cartoline dalla conferenza Sony [PS3, PS Vita, PSP]”

  1. Gidantribal scrive:

    Ottimo reportage, di fatto mi è sembrato di stare nel bel mezzo del convegno, delusissimo per Psvita di cui speravo una data definitiva di uscita e soprattutto di nuove ip che a parte i due palloncini non sono arrivate… I big big studios che stanno facendo??
    Per il resto tocca aspettare il tgs, la voglio proprio sapere cosa Sony ha introdotto in Psvita fino all’ultima opzione, ovviamente mi aspetto in partenza tutto quello che PSP è giá in grado di fare.
    La chicca finale sarebbe conoscere cosa conterrà il package della console, su PSP tra custodia, cuffie, laccetto, demo disk e panno per lo schermo mi sono sentito veramente “coccolato” nello spacchettare la console al day one

  2. Escape Plan sembra meraviglioso. Quando penso al “giocare portatile” penso proprio a giochilli come questo. ;)

  3. Aza73l scrive:

    io avrei mensionato anche Alien Spidy tra le nuove IP per VITA :D

    • Aza73l scrive:

      menzionato *

      • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

        Già, mi son dovuto attenere a ciò di cui Sony ha parlato effettivamente in conferenza, ed Alien Spidy compariva unicamente come logotipo in un pannello. Direi che è un peccato, avendo visto di che si tratta. Gli dedicherò una news apposita.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi