Categorie | Annunci, News

GameStop: “Il mercato console è forte!” [Dicono di no a iphone e Farmville]

GameStop: “Il mercato console è forte!” [Dicono di no a iphone e Farmville]

Giusto ieri infamavo Valve, colpevoli di aver scelto di buttarsi anima e corpo nel mercato videoludico servito dalla piattaforma Steam, puntando il dito sull’ipocrisia nata dal pubblicizzare questo mercato, con icone provenienti da quelle che ora vengono chiamate “grosse produzioni”.
Tony Bartel, presidente del GameStop, parla della longevità del mondo console, messo in pericolo dai vari giochi scaricabili, iphone, Farmville e altri titoli da social o aggeggio tecnologico, che seppur valido, si guadagna il deprecabile titolo di fenomeno di massa.

“Continuiamo a credere nel mercato console, in quanto piattaforme forti. La gente è stata iniziata al download digitale, in primis, dai contenuti scaricabili.” Sì, nulla di più vero, anche un giocatore come me, che con l’on-line ha poco a che fare, e ama i giochi per i valori che li hanno portati ad essere considerati come importante forma d’intrattenimento, grazie alla curiosità di contenuti scaricabili o dlc, è arrivato anche a provare giochi indipendenti o comunque appartenenti al circuito di quel tipo di mercato.
“Eventualmente, i giochi completi diventeranno più importanti per i consumatori che mirano a quel tipo di prodotto. Pensiamo che il fenomeno streaming continuerà a crescere, ma dobbiamo considerare quanto i giocatori siano affezzionati al prodotto classico, motivo per cui abbiamo investito su questo mercato.”

GameStop si fa carico di una dichiarazione importante, ma giustificata. Inutile sottolineare quanto condivida questa visione e di essere felice della decisione della catena, di puntare sul mercato console, reputandolo comunque forte da qui al futuro. Preferisco comprare i miei titoli presso una catena, avere un contatto umano e non lasciare la mia console accesa, mentre sono a lavoro o in università, contando che al mio ritorno, il download del titolo sia ultimato. Inoltre, le famose limited tanto attese da molti giocatori? L’affetto che provano molti fans nel collezionare titoli storici? Pensate a FFVII o MetalGearSolid, esempi fra due brand non paragonabili, ma che hanno preso un posto fisso sulle librerie o gli scaffali di molti videogiocatori, non solo per un perverso affetto, ma anche per l’irrazionale voglia, che spesso sorge insensata, di rigiocarli.
Senza contare, che per quanto divertenti possano essere, i vari “giochini”, perchè è di questo che si tratta … non possono sostituire ciò che offre una console.

Insomma, penso che questa iniziativa non sia adatta al futuro del videogame, nonostante la tecnologia cresca di giorno in giorno. Pensate di dover scaricare un Mass Effect o un Rage, che ieri è stato ufficializzato in un edizione tre dischi.

No, proprio non ci siamo! Chiamatevi vecchio, ma io la penso così.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 574 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “GameStop: “Il mercato console è forte!” [Dicono di no a iphone e Farmville]”

  1. Xenorik scrive:

    Con la situazione attuale delle telecomunicazioni e delle linee ADSl in Italia, a certe cose non si può nemmeno pensare.

    • Gidantribal scrive:

      Quello che volevo scrivere io! XD
      Poi dai Gamestop è ovvio che vuole credere nel mercato “fisico” dei videogames con limited e quant’altro, mercato dell’usato in primis anche se visto dagli sviluppatori come una seconda pirateria.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi