Classifica top 10: Quale abilità o caratteristica di un personaggio dei videogiochi vorresti avere? [Sondaggio!]

Classifica top 10: Quale abilità o caratteristica di un personaggio dei videogiochi vorresti avere? [Sondaggio!]

Io sono ancora qua … eh già! Non sono impazzito e non dichiaro la mia immortalità, per ritornare, fra qualche mese, sui miei passi e annunciare il pensionamento. Anzi, sono qui armato di nuova linfa vitale, pronto per accompagnarvi nella nuova top-ten, dedicata al nostro sondaggio nonsense, creato dalle menti erose dall’idiozia, dello staff di ITG. Questa volta ci siamo dedicati a: Quale abilità o caratteristica di un personaggio dei videogiochi vorresti avere? Ecco i vostri voti!

10. La resistenza alle droghe tipica di Pac-Man

Se questo mondo fosse indissolubilmente legato a quello della fantasia, vedrebbe i personaggi dei videogiochi come divi hollywoodiani, fatti di carne e ossa, con tanto di debolezze e maledizioni. Beh, dipingendo il mondo con queste tinte, potrei tornare indietro agli anni ottanta, quando Pac-Man, fece il suo debutto nelle sale giochi. A questo punto, tutto torna! Posso finalmente capire a chi, George Jung, insieme al famigerato Pablo Escobar detto, “el mágico”, spacciasse, diventando così uno dei più grandi trafficanti della storia degli Stati Uniti.

9. Saper manipolare la cacca come Duke Nukem

Un abilità che, personalmente, non invidio e della quale non sento nemmeno il bisogno. Il buon duca, doveva essere invece perennemente sintonizzato su National Geographic, rimanendo colpito da un insolito documentario sulla vita dello stercorario. Un animale, che secondo feticistici disegni superiori, ha una qualche utilità, forse proprio quella di ispirare certe pratiche. Insomma, il vero scoop è che le turbe mentali colpiscono anche il regno animale.

8. L’infinita versatilità del pezzo lungo del Tetris

Diavolo! Scusate la fine imprecazione, ma mi sembrava quanto di più appropriato fosse offerto dal grande vocabolario delle imprecazioni, per descrivere l’ottava posizione della classifica. Insomma, quante volte il pezzo lungo ci ha parato proprio li dove non batte il sole?! Quante volte abbiamo fatto ricorso al Tetris, per risolvere intricate situazioni di vita quotidiana, e quante volte, nonostante ci si incoraggiasse canticchiando il tema musicale del titolo, ci siamo ritrovati a dire: “se avessi avuto il pezzo lungo…”.

7. La capacità di camminare nascosto dentro una scatola come Snake senza beccare il colpo della strega

Onestamente, da sportivo, ammetto d’invidiare questa capacità del buon vecchio enfant terrible. Infilarsi in uno scatolone per sfuggire all’insopportabile quinta ora di lezione, che concludeva la mattinata al liceo. Celarsi sotto la protezione di uno scatolone, per evitare l’interrogazione a sorpresa. Oppure, per evitare lo sguardo della mamma o della ragazza, che vedendoci oziare con un pad in mano, dopo aver ampiamente adempito ai nostri doveri, ci guarda con sospetto e ci chiede un favore campato per aria. Scappare alzandolo leggermente, per scoprire solo le punte dei piedi. Io come altri ci ho provato. Ma gli anni di botte, contrasti, corse e infortuni, a volte, dopo ore di anchilosamento tattico, si sono fatti vivi con “crack” e “sglock”, che mi hanno costretto a rotolare al suolo dal dolore. Se non mi credete, provateci! Ma i rumori delle vostre ossa, non solo vi faranno scoprire, ma crogiolandovi nel vostro dolore vi costringeranno a chiedervi: “che ossa ha Snake!?”.

6. Usare un Katamari per ammassare lo schifo del mondo e proiettarlo nello spazio, trasformandolo in una stella

Non me ne voglia nessuno, ma non sono un nazionalista e nemmeno un uomo di politica, ma sono quel che si dice uno che dice quello che c’è da dire. Se avessi un Katamari, in questo momento, lo userei per pulire le spiagge italiane, malate del cancro della maleducazione dei suoi stessi abitanti; lo userei per pulire Napoli; per pulire il parlamento; per scrostare show girl attempate e sciacquette da spot di telefonia dalla televisione; per scrostare il sistema Italia, legato ancora all’egoismo dell’ ognuno-pensi-a-sé; per portare via chi cammina a passo spedito e diventa omertoso appena le cose si fanno grigie, anche, ma soprattutto, nelle piccole cose del quotidiano! E poi sì, un bel calcio e via nello spazio, per costringere tutto quell’ammasso di “roba”, a vivere sul loro squallido pianeta e non sul mio.

5. Sballarmi con una stella e pisciare sui funghetti da una nuvola

Posizione che ho votato immediatamente, preso dal dissacrante furore della goliardia, immaginando di passare una notte da leoni nel mondo di Mario, in una fantomatica Las Mushrooms, dove una stella sciolta nel grog, rubato al buon Guybrush, ci farebbe passare una notte da sballo.

4. Invocare un bolide con un assolo di chitarra e sfrecciare via, con il dito medio in bella mostra

Alcuni di noi probabilmente lo avranno già fatto, magari senza assolo e sostituendo il bolide, con una vecchia Panda Fire, ma l’importante è farlo. Per esperienza questo desiderio, in genere, sorge a fine giornata, quando fermo in stazione, il treno o il bus non arrivano più e la voglia di fuggire con un bolide e mandare in vacca tutti i presenti, cresce senza senso.

3. Allungare le parti del corpo (sì, tutte!) come Dhalsim

Questo è un desiderio tipicamente maschile, per svariati, maliziosi e non, motivi. Personalmente l’unica cosa che mi viene in mente e che avrei il terrore di usare questo potere. Metti che ci si slabbra e non  si torna più come eravamo prima? Che magliette metto? E i jeans? Se mi allungo è perché sono fatto di gomma? Quindi sono un isolante e posso cantare sotto la pioggia senza paura dell’ira divina? Posso anche mettere le dita nella presa della corrente, o leccarle, visto che sono una messa a terra vivente? Troppe domande, potrei andare avanti per sempre.

2. L’arguzia del Prof. Layton, per sconfiggere quel dannato complesso della matematica

L’invidia è una brutta cosa, lo dico sempre! E io sono geloso della capacità del Prof., che riesce costantemente a risolvere ogni suo caso, nonostante sia affiancato da un assistente che potrebbe essere buono come nano da giardino! Enigmi matematici, fisici, astronomici, astrofisinomici … tutto! E come se non bastasse, il cilindro, non gli sta nemmeno tanto male!

1. La visuale da detective di Batman: Arkham Asylum, per risolvere la Settimana Enigmistica e scovare donnine disinibite nei paraggi

Non so voi, ma io sono solito tenere la Settimana Enigmistica o il Sudoku, nei pressi del mio trono, pensatoio o più semplicemente … al bagno! A volte sono talmente assorto e in pace con l’universo che arrivo a scordare quale, seppur ovvio, motivo mi abbia portato in quel luogo magico. Perché sono due passatempo impegnativi, perché, come anche i videogames, quando sbagliamo o non troviamo la soluzione c’ingobbiamo nelle nostre imprecazioni, al punto da trasformarci in golem pietrificati dall’ira. Pensare che Bruce Wayne, sia in grado di barare, attivando la sua modalità detective, mi fa morire d’invidia. Soprattutto se, come me, vivendo nell’anarchia, perdete tutto! Le chiavi di casa, gli occhiali e il cellulare. Mi sentirei meno idiota se, perso il cellulare, potessi ritrovarlo come Batman, piuttosto che chiamarmi con il telefono di casa, inseguendo la suoneria!

Signori e signore, siamo arrivati alla fine di questa impervia scalata di supposta comicità, anche se “supposta” lascia intendere troppi doppi sensi. In definitiva spero non vi abbia fatto lo stesso effetto del pratico e imbarazzante paracetamolo, contro qualsivoglia sintomo influenzale. Prima di salutarvi vi invito a partecipare al prossimo sondaggio “La cosa più irritante che ho dovuto fare io in un videogioco” .
Alla prossima!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 568 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

6 Di risposte a “Classifica top 10: Quale abilità o caratteristica di un personaggio dei videogiochi vorresti avere? [Sondaggio!]”

  1. Antonio Aurenar scrive:

    Siete dei fottuti geni! X°D

  2. Narayan scrive:

    I don’t even..

  3. Gidantribal scrive:

    io continuo a volere la mia katamari personale!

  4. Alucard scrive:

    Ma se resisteremmo come Pac Man alle droghe, a che pro ingerirle? :)

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi