Categorie | News

Todd Howard: “Skyrim è più simile a Fallout che a Oblivion” [Bethesda]

Todd Howard: “Skyrim è più simile a Fallout che a Oblivion” [Bethesda]

Secondo Todd Howard, il deus ex machina di Bethesda, il sistema di crescita che sperimenteremo in The Elder Scrolls V: Skyrim sarà più affine a quello di Fallout 3 che non al precedente Oblivion. Come nel titolo post-apocalittico, nemici e creature saliranno di livello insieme al giocatore, ma ciò non significherà veder sparire del tutto avversari più deboli e facilmente battibili. Le battaglie più dure, spiega Howard, interesseranno tipologie di nemici ancora non svelate.

Anche sul piano dei dialoghi sarà battuto il sentiero di Fallout 3, limitando le conversazioni più articolate a pochi personaggi significativi piuttosto che assegnare ad ogni singolo NPC una frase più o meno correlata al contesto: “ad un certo punto abbiamo capito che la narrazione ambientale di Fallout, dove ci si imbatteva in piccoli dialoghi sceneggiati, funzionava molto bene”, continua Howard“quindi abbiamo pensato di farlo molto più spesso [in Skyrim].

Gli amanti dei dungeon, infine, saranno lieti di apprendere che in ogni singolo sotterraneo di Skyrim troveranno elementi unici, che si tratti di oggetti o particolari ambientali.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi