Categorie | COPERTINA, Mobile, Recensioni

Recensione Epoch: l’Unreal Engine vale 5 euro su iPhone e iPad?

Epoch

  • Piattaforma: iPhone/iPod Touch
  • Publisher: App Store
  • Software House: Uppercut Games
  • Recensione Epoch: l’Unreal Engine vale 5 euro su iPhone e iPad?

    Vi rispondo subito alla domanda posta nel titolo: ASSOLUTAMENTE NO, almeno nel caso di Epoch. Ma andiamo con ordine: fatevi raccontare una storia. E’ la storia di un gingillo, l’iPhone, partito bene e finito benissimo dal punto di vista videoludico. Già da quando ho avuto in mano il mio primo, cioè il 3G, ne ho cominciato a capire le potenzialità ludiche. Touch screen, internet, capacità multimediali… una vera e propria console con GPS e telefonino. Una vera figata.

    Cosa gli mancava? Almeno inizialmente… la grafica! E allora ecco che un giorno la fatina delle favole, Epic Games, restringe il suo motore 3D tecnologicamente all’avanguardia e lo stipa a forza nel telefonino Apple… “et voilà”. Habemus grafica.

    Ma gli effetti di luce con lens flare, i display panoramici immersivi, con tecnicyhe multi-schermo, piuttosto che le animazioni che non si perdono un frame, nei videogiochi, non sono tutto.

    E questa, signori, è scienza.

    Epoch è un videogioco graficamente incredibile. Il classico fenomeno da far vedere agli amici. “Aho, guarda qui, che figata di gioco mi gira sul telefonino”. Ed effettivamente le mascelle, cadono. Probabilmente è l’esempio più bello di come si può far girare l’Unreal Engine sull’iPhone (sull’iPad, a mio avviso, Rage HD è meglio) e dal video qui sopra, probabilmente, sarete d’accordo anche voi. Non è forse meglio di una certa console casalinga che si comanda con un bzzz – mote?

    Capito questo, cioè che l’aspetto tecnico del titolo è superlativo, bisogna che un critico videoludico quale sono io (oh yeah! :) ), si faccia due conti. Bisogna valutare i costi del mercato delle App, e il divertimento offerto. 4.99€ è un prezzo esorbitante, ad avviso del sottoscritto. Il capolavoro Sword & Sworcery, costava 3,99€ all’uscita su iPad. Non sono titoli paragonabili, sia chiaro. Uno è un action (tra l’altro su binari) in 2D con grafica 3D mentre l’altro è un’esperienza interattiva completa, che soddisfa tutti i sensi coinvolti.

    Al di là dei confronti, 4.99€ rimane un prezzo alto per un’app e non è certo medio per un videogioco, visto il parco titoli dell’App Store, molti di indubbia qualità.

    Il problema di Epoch. è che dietro la grafica non c’è un vero videogioco. C’è qualcosa di vecchio che funziona ludicamente a malapena (ma che ha dei controlli davvero ben realizzati) il cui unico lato veramente curato è la produzione. Usando l’esperienza si aumenta la longevità di molti titoli: tante armi e upgrade, acquistabili con i crediti che si guadagnano, quindi tante cose da vedere.

    Ma servono a qualcosa se il titolo non diverte? Dopo qualche partita vi ritroverete già a giocarci per inerzia, cercando di dare un senso a quei 5 euro spesi. Ci si trova poco però, nonostante comandare un robottone che spara abbestia rimanga comunque intrigante. Ecco quindi che torno al discorso della produzione che saggiamente ambienta il tutto in un futuro cibernetico che tanto non fa in tempo ad essere definito scialbo visto che la trama viene comunque narrata attraverso dei file e quindi, chissenefrega o quasi (se devo leggere qualcosa anzichè interagire leggo un libro vero).

    La cosa che mi stupisce è come possano tanti altri siti di videogiochi essersi strappati i capelli per Epoch. . Slide to Play gli ha dato addirittura 4 su 4, ma non è il solo. I pregi riscontrati nelle review? Grafica, controlli e rigiocabilità.

    Ma queste tre cose bastano davvero a fare un capolavoro?

    Decidetelo voi… al prezzo di cinque euro :) Oppure, guardate altrove.

    Inside The Game

    • Grafica semplicemente incredibile per un telefonino
    • Tante armi e upgrade: garantiscono rigiocabilità
    • Controlli touch ineccepibili

    Outside The Game

    • Non diverte
    • Non coinvolge
    • Sotto il vestito, niente
    Voto:

    Delusione

    Come valutiamo i giochi

    Questo post è stato scritto da:

    - ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

    Contatta l'autore

    Commenti

    Commenti

    Rispondi