Categorie | Events, Opinioni

Epic Games chiede ai produttori console potentissime, “o Apple vi scavalcherà” [tecnologia]

Epic Games chiede ai produttori console potentissime, “o Apple vi scavalcherà” [tecnologia]

Forse pensate che un WiiU due volte più potente di Xbox 360 possa bastare a saziare i vostri appetiti di gamers, anche alla luce del favore con cui i grandi produttori di software stanno abbracciando la nuova console Nintendo… Tuttavia, non aspettatevi di vedervi girare su qualcosa come Samaritan. A sostenerlo non siamo noi di ITG ma Mark Rein, fondatore di Epic Games, che invita i produttori a non sottovalutare la minaccia di Apple:

[…] Stiamo pungolando ogni giorno i produttori di hardware. È questo il motivo per cui abbiamo creato Samaritan e stiamo mostrando delle demo di altissimo livello qui allo show. Vogliamo davvero metterli alle strette, perchè se non creeranno macchine di incredibile potenza, Apple se li lascerà presto alle spalle.

[…] Adoriamo allo stesso modo il gioco sui grandi schermi televisivi e quello su iPad. Crediamo che i consumatori non vogliano veder sparire nessuna di queste due esperienze, e l’unica condizione affinchè ciò non accada è che entrambe mantengano sino in fondo le loro caratteristiche. Il gaming su console è fondato sul proporre giochi di assoluta avanguardia e sottoporli al modello economico delle royalties sul software – non è tanto diverso da ciò che fa Apple.  
 
È così che funziona il business, e se non ci si attiene a questa linea – se non si crea una differenza tale da invogliare il pubblico ad affrontare il salto tecnologico… crolla tutto. E no, non credo accadrà. Credo che quelli delle console siano pronti a stupirci ancora una volta con hardware pazzeschi, e in ogni caso, hanno il nostro fiato al collo. È il nostro dovere, è per questo che esiste Epic.”

Sempre nel corso della GDC 2012Epic Games ha sottolineato come il nuovo iPad HD abbia più memoria RAM ed una risoluzione video superiore a quella di Xbox 360 e PS3, mentre Johan Andersson, ingegnere del rendering in DICE che ha ritirato il premio al Frostbite Engine 2 come miglior tecnologia del 2011, ha dichiarato che la console next-gen ideale dovrebbe avere 8 giga di RAM incorporati:

“Presumibilmente, le nuove console renderizzeranno nativamente a 1080p, quindi dovranno gestire assets di altissima risoluzione. Oltretutto l’arco vitale delle console si è allungato, e questa tendenza continuerà a crescere. Avere più memoria vuol dire essere pronti per il futuro, e la RAM è finalmente economica: i normali consumatori possono acquistare 8 GB di DDR3 a 40 dollari, mentre ai grossisti ne bastano meno di 20.”

Insomma, sembra che quella di Epic Games non sia una voce isolata. 8 GB di RAM… Quanto dovrebbe costare una macchina del genere?

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

9 Di risposte a “Epic Games chiede ai produttori console potentissime, “o Apple vi scavalcherà” [tecnologia]”

  1. Gidantribal scrive:

    Tranquilli epic assumete kutaragi e avrete una console tutta vostra che spaccherà, al prezzo di un pc della NASA ovviamente….

  2. Mi sembra un pensiero molto limitato, per non dire stupido. Starebbe dicendo che il core del videogioco sta nella potenza grafica e che quindi aspetti come il gameplay, il sonoro, la trama e la longevità sono aspetti minori.

    Poi il gaming su console e quello su tablet sono strutturalmente diversi, visto che uno prevede un lungo periodo di gioco, l’altro un tempo limitato per ovvi problemi di autonomia delle batterie. Puoi avere tutte le RAM che vuoi, però se l’autonomia di gioco non supera l’oretta serve un po’ a poco.

    • Strider Hiryu scrive:

      No, il discorso era specificamente orientato al mondo delle console e relativo al fatto che a maggiori specifiche hardware corrisponde la possibilità di mettere in piazza effetti più complessi e realistici.

      Durante la GDC sono state mostrate incredibili tech demo relative alla distruzione procedurale di materiali (roba da far sembrare Battlefield 3 un castello di LEGO) alla resa di materiali difficili come la pelliccia, o una nuova versione dell’algoritmo “cloth” che simula in maniera perfetta il comportamento fisico dei tessuti.

      Son tutte cose che oltre a richiedere potenza e memoria, possono influire tantissimo sul game design e sulla ricchezza visiva dei titoli, che se usata a dovere diventa anch’essa un modo di raccontare.

      • Eppure si prende Apple a modello…

        Capisco le necessità però la ricerca del realismo molte volte fa perdere di vista aspetti fondamentali del gioco. In più, fatta esclusione per la WiiU, non si sa nulla su cosa stanno sviluppando Sony e Microsoft a livello hardware (se non rumors sempre più assurdi).

        Vedremo…

        • Stete guardando in superfice, non si parla di grafica, ma di potenza hardware. Una macchina più potente, comporta uno sviluppo più profondo del motore grafico, di conseguenza sviluppi di gameplay migliori.

          Apple e Wii U, perchè?

          Semplice, sono due mezzi che graficamente non passeranno alla storia, ma provano a proporre un gameplay che sia alternativo. Apple ha Sword & Sworcery, ottimo esempio di come la grafica non sia tutto.

          Nintendo con Wii U metterà sul mercato una macchina sì più performante rispetto al Wii e con la possibilità di estendere il mercato N ad un parco titoli più ampio, ma vorrà anche offrire nuove soluzione di gameplay con una tecnologia che per ora di next-gen, non ne vuole parlare … tranne per fantasiosi rumors, come dice Black!

          Riassumendo, sono stati i vostri commenti ad essere superficiali e non le dichiarazioni Epic

  3. Strider Hiryu scrive:

    Le dichiarazioni di Epic sono quelle che qualunque programmatore avrebbe portato al tavolo di un produttore di hardware. Più potenza vuol dire più… tutto, indipendentemente dal fatto che i sistemi di controllo restino uguali o meno.

    Apple non ha innovato assolutamente nulla, ha semplicemente proposto un’immagine seducente di sé e dei suoi prodotti: Sword & Sworcery si sarebbe potuto fare ovunque, peraltro dire che nn viva della sua estetica, beh, quello si che è superficiale.

  4. Daunt scrive:

    “Il gaming su console è fondato sul proporre giochi di assoluta avanguardia” sì sì, come no :D Giochi di assoluta avanguardia, a patto che siano uguali a quelli dell’anno precedente. Magari con qualche poligono in più.

    Hardware più potente = più soldi e tempo richiesti per sviluppare un gioco competitivo = i videogiochi diventano appannaggio di poche software house gigantesche = meno propensione all’innovazione e più propensione a mungere e riproporre i giochi di successo.

    La realtà non è opinabile: la potenza dell’hardware è sempre (ovviamente) cresciuta, la qualità e soprattutto la *varietà* dei giochi no. Dunque va da sè che le due cose non sono correlate, aumentare la potenza serve solo ai fabbricanti di hardware. Possono rendere perfettamente le pieghe di una pelliccia, ma come mai non riescono a ricreare le emozioni di un Broken Sword o di un Alpha Centauri?

    • Strider Hiryu scrive:

      Giuste osservazioni, ma credo che l’affermazione di Rein vada guardata sotto un’altra ottica. Un artista è meno artista se ad un certo punto della sua carriera, passa da pennelli ed acquerelli ad una Cintiq? Ovviamente no – d’altra parte, nessuno ha mai pensato di criticare un Moebius per questa ragione.

      Sta tutto al vecchio andazzo per cui la tecnologia è tutta bella e utile, purchè si utilizzi in maniera significativa – ed in questa generazione c’è comunque stata una manciata di titoli che lo hanno fatto. Portal, Mirror’s Edge, Red Dead Redemption, Journey, Little Big Planet… Poi, il successo va sempre rapportato alle circostanze.

      Andersson,peraltro, ha detto una cosa sacrosanta, ossia “la vita delle console tende ad allungarsi”. E quando hai intenzione di rivolgerti ai produttori di hardware non una volta ogni quattro anni, ma una ogni 6 o 8, gli fai tutt’altro che un favore. Va da se che una console deve reggerci, 6 o 8 anni, quindi è giusto che le specifiche rispondano a questa esigenza.

      Un produttore di software (non di hardware, attenzione) chiede 8 giga di RAM? Vuol dire che probabilmente servono: e servono anche a noi, se vogliamo che le nostre console diventino un investimento di lunga durata.

  5. Dollmasterz scrive:

    Sono d’accordo con strider…. io tutta questa corsa ai ripari da apple proprio non la vedo! Giocare su tablet o su smartphone è simpatico ma stanca presto, e nonostante ottimi titoli usciti negli ultimi anni non ho ancora visto super mario 3d land o uncharted golden abyss su ipad…

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi