Categorie | Annunci, News, Video e Trailer

Anna: un indie horror tutto italiano! [primo trailer]

Anna: un indie horror tutto italiano! [primo trailer]

Anna non è solo il nome di mia nonna materna e delle nonne di molti di voi, ma è soprattutto un progettino videludico tutto italiano. I ragazzi della Dreampainters sono infatti al lavoro su un punta e clicca vecchia scuola dalle tinte horror, ambientato in una delle valli più suggestive della nostra penisola, la Val d’Ayas.

Come solo Ubisoft aveva fatto prima con la saga di Assassin’s Creed, avremo quindi modo di vivere un’avventura in pixel nel nostro bistrattato, ma affascinante Paese, in un titolo in esclusiva per PC che cercherà, tra le altre cose, di mostrare le bellezze della Valle d’Aosta, tra Champoluc e Periasc, e di rappresentare il punto di riferimento tricolore per tutti coloro che hanno già amato Amnesia.

Le informazioni su Anna sono ancora piuttosto scarse, ma gli sviluppatori già parlano di tre finali differenti, per una durata complessiva fissata sulle 9 ore di gioco (tre per ogni epilogo).

In attesa di conoscere una data di uscita ufficiale (sarà davvero il 18 Maggio suggerito dal video?), potete godervi il primo trailer, sperando che l’iter di questo titolo dal prezzo “budget”, ma dal cuore grande, sia ben più felice del chiacchierato Gioventù Ribelle. Di mio non posso che sbottonarmi in un sonoro “in bocca al lupo” per Simone “Karat45″ Tagliaferri (game designer), Davide “3David” Del Sorbo (grafica) e per tutti programmatori del Dreampainters Team!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “Anna: un indie horror tutto italiano! [primo trailer]”

  1. Hizaki scrive:

    Brrrr Gioventù Ribelle si che è horror…ma in un altro senso :D
    Questo Anna è da seguire con attenzione. Noi italiani poi siamo maestri nel campo dell’horror, almeno per quanto riguarda il cinema…

  2. hama scrive:

    MINCHIAAAAAAAAA!

  3. the game master scrive:

    che sia il prossimo amnesia? ci assomiglia in effetti….

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi