Categorie | Annunci, News

L’Unreal Engine 4 non sarà supportato dal Wii U [la caduta della next-gen Nintendo]

L’Unreal Engine 4 non sarà supportato dal Wii U [la caduta della next-gen Nintendo]

L’Unreal Engine 4, il motore della prossima next-gen, non potrà essere sfruttato dal Wii U. Questa è la notizia, ancora non confermata, che arriva a distruggere quello che avrebbe potuto essere il futuro della console Nintendo, gettando così una tanica di napalm sulle accese discussioni riguardanti la console.

Ieri, il giornalista videoludico Geoff Keighley, a stretto contatto con Epic Games come parte della presentazione E3 dell’Unreal Engine 4, avrebbe carpito queste informazioni dal director Mike Capps.

Questo significa che, prendendo per buona la veridicità di tale notizia, il prossimo super motore Epic lavorerà soltanto su PlayStation 4 e Xbox 720 – chiamiamola così -. In tal caso a Wii U resterebbe solo la compatibilità con il vecchio motore che, a oggi, ha contribuito a costruire diversi titoli di successo come Mass Effect, Batman Arkham Asylum, Borderlands, Dishonored e Mirror’s Edge. Volete che queste compagnie non si tuffino alla scoperta delle potenzialità, apparentemente enormi, di questo nuovo engine?

Quello che sconcerta è provare a immaginare un futuro dove Nintendo sia completamente esclusa dai giochi, lasciando così la “sfida” alle altre due concorrenti. Conosciamo il carattere grande N e la loro quasi non belligeranza nei confronti delle altre potenze, ma a conti fatti, stiamo parlando di una rinuncia troppo grande, senza contare che, così facendo, poggerebbero soltanto sulle loro esclusive e su un’attrattiva che non è paragonabile a quello che ebbe il Wii e il fenomeno che ne scaturì in seguito alla sua presentazione.

Il quadro di seghe mentali disegnato dalla nostra immaginazione, per Wii U, non è poi così roseo e tutte le dichiarazioni di potenziale espresse da alcune terze parti sembrano vane dopo quest’ annuncio. Anche se tutto non è ancora stato confermato da Epic Games, la feature Unreal Engine 4, allo stato attuale delle cose e salvo presentazioni orgasmiche alla conferenza E3 Nintendo, sembrerebbe quanto mai fondamentale per il futuro Wii U. Il parco titoli annunciato per tale console riguarda per la maggior parte giochi già in commercio – come Arkham City – o di prossima uscita – Assassin’s Creed 3??? - i quali, al lancio della console, saranno sicuramente già stati giocati e stragiocati dai Nerd degni di questo nome, presenti su tutto il globo  terracqueo.

Mentre attendiamo conferme, non ci resta altro che diventare ciechi a furia di masturbazioni filosofiche, quindi lancio il guanto di sfida: voi, cari lettori, cosa ne pensate???

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 574 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

23 Di risposte a “L’Unreal Engine 4 non sarà supportato dal Wii U [la caduta della next-gen Nintendo]”

  1. Sinceramente era abbastanza prevedibile, come credo non girerà neanche su PS4/X720

    • Kamina scrive:

      Perché?
      Cmq non avrebbe senso la mancata compatibilità con le console “hardcore”.

      • Perché è un motore per PC di fascia alta e eprché l’UE3 ci ha messo 3 anni per essere sfruttato su console in modo appena decente. Per ora non sappiamo nulla su PS4 o Xbox 720, e dai rumor attuali e da verificare una roba del genere allo stato attuale la vedo difficile da implementare. Motori ne esistono altri, e molto spesso è più un discorso di licenze che di vere capacità hardware. In ogni caso era la stessa Epic ad esprimere dubbi in merito, magari con un’implementazione tardiva, più in la nel tempo ci cacciano fuori qualcosa.
        Ma ancora con sta storia delle console hardcore? lol, su Wii ci sono una valangata di giochi davvero hardocre (se proprio vogliamo usare sto termine no-sense) da far impallidire la concorrenza. E parlo di quelli che le madonne te le fanno uscire dall’anima o con quell’impostazione classica che da tempo manca sulle altre console.

        • Kamina scrive:

          Andrè non aggrapparti alle sottilezze… insomma, uso il termine “hardcore”(non a caso, tra virgolette)più per comodità che per reale convinzione.

          La Xbox 360 ha dato esempio di sapere gestire egregiamente l’unreal 3 esattamente un anno dopo la sua uscita, mentre su Ps3 la situazione era complessa a causa dell’architettura della console stessa, mentre invece per tutti gli altri, c’è voluto un pò più di tempo(perché Epic aveva più mezzi e conoscenze del suo motore).

          Riguardo Ps3 e Xbox “8”(XD)è presto per parlare, ma possiamo ipotizzare che abbia poco senso che considerato i trascorsi, Epic costruisca un engine in grado di girare solo sui Pc… Non è difficile pensare che Nintendo bene o male seguirà la sua strada…

          A proposito di Nintendo, vista l’incapacità del Wii U di far girare l’Unreal 4, mi chiedo che risultati avranno ottimizzando l’Unreal 3 per i giochi per Wii U..

          • Dexter scrive:

            Ok, quello che cercavo di dire è che, non avendo allo stato attuale degli HW su cui lavorare siamo in un campo davvero incerto. Gli ultimi rumor sulla prossima console MS la volevano con un processore di vecchio di 3 anni e di fascia medio-bassa. Io non sono un tecnico e sono felice di non esserlo, però una compatibilità con quella mostrusità vista di recente mi pare difficile almeno fino a quando non si sa nulla sulle specifiche di ogni singola macchina. Non parliamo solo di grafica, ma di fisica e ampiezza, cose che su console allo stato attuale fanno ancora fatica in senso lato, se paragonate ovviamente a quello che il mercato PC offre.
            Mettiamola così: in un mondo ideale dovrebbe esistere un motore standard dedicato alle console e uno per PC, per lo meno per non avere tra le mani quei porting urendi di cui molti lamentano. ;)
            Sul discorso harcore, perdonami, sono sempre con il dente avvelenato sul campo casual/conscious/vattelapesca, ho frainteso.

          • Kamina scrive:

            Per la serie, aspettiamo e vediamo(ma in fondo, l’E3 È alle porte)

            [/QUOTE]

            Sul discorso harcore, perdonami, sono sempre con il dente avvelenato sul campo casual/conscious/vattelapesca, ho frainteso.[QUOTE]

            Ok, sei perdonato :D

  2. Lo scopriremo all’E3 … forse

  3. Hizaki scrive:

    Ma questo conta pochissimo. Del resto il N64 era molto più potente della Psx e il Cube della Ps2, e non mi pare che le sh si siano scannate per lavorare sull’hardware più potente. Credo che si punterà a lavorare sulle macchine più semplici e nel modo economicamente più vantaggioso. Wii-U ha un ottimo punto di partenza; vedremo come, e se, risponderanno le altre.

    • Strider Hiryu scrive:

      Questo tipo di equilibrio è proprio ciò che ieri ha chiesto United Game Front ha chiesto ai produttori di hardware (http://www.computerandvideogames.com/349453/sleeping-dogs-dev-wants-lower-cost-next-gen-consoles/), ma con loro sono d’accordo solo parzialmente. Mi piace l’idea di avere giochi che girano a 1080p e 60Hz, ma non certo a parità di dettaglio grafico con le console attuali. Mettendomi nei panni del grande pubblico, mi aspetterei ovviamente di più da macchine che sicuramente pagherò di più.

      Ciò significa che per la prossima generazione di giochi, per cui i 1080p/60Hz saranno lo standard, WiiU terrà botta fino ad un certo punto. Non appena si cercherà di spingere un po’ di più sulla fedeltà grafica, la concorrenza riuscirà a mantenere quegli standard mentre su WiiU si dovrà scendere a risoluzioni più basse (come avviene in Call of Duty) per accogliere il dettaglio aggiuntivo.

      A quel punto, cosa le rimarrà per differenziarsi dalla concorrenza? Le mirabolanti possibilità del tablet controller, certo (lo dico senza sarcasmo)… Che però solo Nintendo finirà per sfruttare in maniera realmente significativa, se c’è da credere all’esempio di Wii.

  4. Strider Hiryu scrive:

    L’Unreal Engine è una tecnologia multipiattaforma, quindi è naturale che non giri solo su PC. Il fatto che WiiU non sia supportato (ma è ancora tutto da vedere, eh?) può dipendere da due cose: (a) un problema di licenze o (b) un problema di hardware.

    Nintendo sa che nel bene e nel male, l’Unreal Engine è il simbolo della generazione attuale, quindi può avere interesse nel promuoverne l’utilizzo o meno sulle sue piattaforme. Immaginate ad esempio che si siano fatti accordi con Crytek, con DICE o con qualsiasi altro produttore di middleware proprio per imporre un’alternativa allo strapotere di Epic. Questo potrebbe essere un possibile movente per lo scenario (a), che personalmente tenderei ad escludere.

    Il problema hardware mi sembra la possibilità più concreta. Le specifiche di WiiU sono cambiate più volte nel tempo, e come sapete, la vicenda si è chiusa con 1 giga e mezzo di RAM che per una console a metà tra due generazioni potranno anche andar bene, ma certamente son pochi per l’UE4. E parliamo di RAM centrale, attenzione! Non conosciamo ancora la memoria video di WiiU, e se Nintendo ha scelto una soluzione shared (alla Xbox 360, per capirci), allora il dialogo con Epic è probabilmente morto ancor prima di iniziare.

    Epic è l’unica software house ad aver proposto un engine multipiattaforma con caratteristiche realmente next-gen, e quindi è con lei che Microsoft e Sony andranno ad interloquire per capire quale configurazione hardware scegliere per le proprie console.

  5. Gidantribal scrive:

    Da una parte è un’occasione mancata, dall’altra non è questa grande mancanza. sono sicuro che come Wii, anche wiiu si farà valere per altre qualità che non è la potenza grafica bruta e a mio modo di vedere potranno comunque fare grandi giochi. Inoltre nulla è deciso e prima di strapparsi i capelli alla Homer o fare harakiri è meglio sentire cosa ha da dire mamma N la prossima settimana.

  6. Strider Hiryu scrive:

    Ragazzi, rendiamoci conto di una cosa: non sono Sony, Nintendo o Microsoft a comandare. Qui è Epic a dover decidere chi supportare e chi no, è un diritto che in questa generazione hanno guadagnato ampiamente. Ed Epic ha dichiarato proprio in questi minuti che non ha ancora deciso la sua strategia a proposito di WiiU (http://www.computerandvideogames.com/349607/unreal-engine-4-epic-says-it-has-not-declared-its-wii-u-strategy/)… 1 a 1 e palla al centro.

  7. Hizaki scrive:

    Bisgnerà vedere quale sarà il gap tra il Wii-U e le future console Sony e Ms. Perchè comunque non ci saranno più quelle enormi differenze che ci sono tra wii e le attuali console hd. Certo, la risoluzione sarà probabilmente ben più bassa e a quel punto la differenza la faranno solo il tablet ma soprattutto i soliti titoli first party…

  8. Kamina scrive:

    Sgrammaticato al massimo… e vabbè sono stanco.

  9. Hizaki scrive:

    Io uso il termine hd. Comunque sarebbe interessante approfondire il tema casual/hardcore perchè i termini, soprattutto hc, hanno perso totalmente il loro significato originale. Casual è chi, per motivi di tempo ma anche di voglia, gioca un pò, ogni tanto. Hardcore invece è il completista da un lato, o il giocatore esperto (nel senso pratico) dall’altro. Ora invece è cambiato tutto: se io finisco tutto Mario Party 9 anche in single player giocando 10 ore al giorno sono comunque casual. Se faccio un’ora online a CoD sono hardcore…C’è qualcosa che non va. E ora cosa sarebbe questo conscious? Gli altri giocano sotto ipnosi? :D

    • Kamina scrive:

      Hd per la console attuali, ma come definiresti Xbox 8 e Ps4?:D

      Cmq al momento per console”hardcore”intendo quelle macchine che in teoria non dovrebbero scendere a compromessi hardware… ma mi rendo conto che al momento è alquanto prematuro definire la xbox 8 e Ps4 come tali.

    • Ahaha, diciamo che ci hai preso in pieno. :)
      Conscious lo tirò fuori non ricordo quale presunto espertone di settore. Indicava il giocatore che prima di un acquisto pondera i suoi gusti e le sue necessità, senza farsi guidare dall’hype o dal gioco del momento. Un giocatore in grado di essere per prima cosa un critico e dopo un tizio che si diverte. Inutile dire che disprezzo questo termine forse ancora più degli altri due. :D

      Che sto E3 arrivasse subito.

      PS: Ma poi chi l’ha detto che l’UE4 debba necessariamente rappresentare il motore standard della prossima gen? Chiedo senza polemiche, da ‘gnurant.

      • Kamina scrive:

        Be, il fatto che sulla carta faccia faville, e i trascorsi.

        La compatibilità con l’Ureal 4 al momento non è una variabile da trascurare.

      • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

        Anche la generazione precedente aveva il suo motore “standard”, il caro vecchio Renderware su cui girava un buon 70% della produzione PS2/Xbox. Il progresso si misura sempre più dalla trasversalità delle tecnologie, e nel campo dei videogiochi, credo ci si trovi ad un punto nel quale il motore più quotato può ben definire una generazione ed i suoi traguardi visivi. L’UE è uno standard industriale in piena regola, per questo si tiene in così alta considerazione l’UE4 e in generale, ogni dichiarazione fatta da Epic: come dicevo in un altro intervento, è l’unico motore grafico che abbia fatto vedere come potranno apparire i giochi del futuro.

  10. Hizaki scrive:

    Ecco per le prossime console non so davvero come fare :D
    Magari si tornerà a non distinguerle più in certi modi: un pò come nel periodo dreamcast/ps2/cube/xbox…L’importante è non usare i termini con disprezzo (e lo si è fatto in questa gen.)…Il disprezzo va incanalato tutto nei confronti dei pcminkia:D (e relativi utenti di eurogamer.it :D)…

  11. Kamina scrive:

    Conscius lo tirò fuori quel venduto di Metalmark.
    Termine bocciato, oltre ad essere orribile sia da leggere che da scrivere, serve solo a discriminare i nerdazzi dai fighetti che giocano(quale altra interpretazione dargli?).

  12. Hizaki scrive:

    Comunque mi pare sia stata smentita da Epic la cosa…

    EDIT: si e l’aveva postato anche strider nella prima pagina

    [URL=”http://www.nowgamer.com/news/1401272/epic_unreal_engine_4_platforms_unconfirmed_beyond_pc.html”]http://www.nowgamer.com/news/1401272/epic_unreal_engine_4_platforms_unconfirmed_beyond_pc.html[/URL]

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi