Categorie | Annunci, News

Windows 8 è “una catastrofe”! [dopo Valve anche Blizzard]

Windows 8 è “una catastrofe”! [dopo Valve anche Blizzard]

Rob Pardo, direttamente da Blizzard, fa eco alle dichiarazioni rilasciate da Gabe Newell, fronte Valve, riguardo al prossimo Windows 8, dicendo che sarà tutto fuorché il “fichissimo” upgrade ventilato per gli sviluppatori PC.

“Bella intervista quella con Gabe Newell – ‘Penso che Windows 8 sia una catastrofe per chiunque in ambito PC’ – non altrettanto stupendo per Blizzard,” scrive Pardo in un tweet.

Ricalcando il Newell pensiero, riassunto nel virgolettato di Pardo, abbiamo visto come casa Valve non viva sotto i migliori auspici l’uscita del nuovo Windows 8 attesa per il 26 Ottobre, ma piuttosto come un disastro per chiunque bazzichi nel mercato PC.

La nuova generazione della finestra sarà compatibile con diverse feature touch e tablet, strizzando l’occhio alla corrente desktop in ascesa. Newell, vede in Linux l’opzione alternativa a Windows 8 e pare che Microsoft stia cercando di “chiudere” la piattaforma.

Che Microsoft stia cadendo nella trappola modaiola di certe tecnologie alternative?

Abbiamo già visto Kinect, parlando di Microsoft, in ambito console, girarsi con troppa furia verso una generazione di controlli avanzati che, oggi, sembra nettamente in anticipo sul percorso di crescita tecnologica del videogiocatore da salotto.

Troppo presto o forse troppo tardi per scusarsi, Windows 8, parre aver abbracciato quel sistema mobile futuristico figlio del touch, di Minority Report e di tutta l’immaginazione cinematografica sci-fi che, in termini pratici, potrebbe minare la duttilità di un approccio a oggi insostituibile, perché all’apice del suo rapporto sviluppo-performace.

Che sarà?

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 574 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

21 Di risposte a “Windows 8 è “una catastrofe”! [dopo Valve anche Blizzard]”

  1. Alucard scrive:

    MS corre, corre, ma i risultati? Kinect docet.

    • BlackSilver scrive:

      Il Kinect nonostante sia stato supportato malissimo ha venduto veramente tanto rispetto alle aspettative e anche alcuni giochi sono andati molto bene. Quindi non è questo baratro negativo che ogni tanto fa piacere dire.

      Comunque vedremo quello che sarà, però ultimamente i publisher non fanno altro lamentarsi…Windows 8 è cattivo, vogliamo hardware più potenti, etc…

      • Beh il fatto che abbia venduto non significa che sia un successo, soprattutto se dopo un po’ rimane in un cassetto a prendere polvere! eheheh

      • theswordmaster scrive:

        il kinect è stato un flop di concetto… i giochi non ci sono e quelli che ci sono lasciamo perdere, quei pochissimi giochi che meritano, hanno i controlli che funzionano a “coda di gatto”..
        non riconosce bene le persone sedute per non parlare di quando è uscito che era tendenzialmente “razzista” in quanto non riconoscva il nero e do coseguenza le persone di colore faticavano ad avere un controllo decente (e per questo tipo di periferica la precisione deve essere millimetrica)
        l’idea sarà pure bella senza dubbio, ma per giocare, si necessita di tasti fisici…

        • BlackSilver scrive:

          Beh ragazzi i dati di vendita sono quelli, quindi prima di parlare di flop o fallimenti vari uno sguardo alle cifre vi può aiutare. I giochi buoni sopra ci sono stati, purtroppo non in quelli che realmente contavano. Perché The Gunstriger, Child of Eden, Kinect Sports, Your Shape Fiteness, la serie Dance Central sono dei gran bei giochi nei loro generi e sicuramente i migliori nella sfera dei fitness game e dei dance game.

          Che poi, come ho già detto, sia stato supportato malissimo e abbandonato in appena 12 mesi dal lancio è un dato di fatto. Ma è comunque una base di sviluppo interessante per il futuro, sicuramente meglio di una Sony che ha pensato di copiare il Mote senza grandi risultati.

          • Pier Giorgio Liprino scrive:

            Tu vedi il flop o la vittoria di qualcosa solo dalle vendite… suvvia!
            Qui si parla di qualità! Penso sia piuttosto chiaro che nessuno sviluppatore abbia idee complete su come utilizzare al meglio il Kinect. L’unico esperimento completo e piuttosto buono è stato The Gunstringer, che comunque non ha superato la buona mediocrità a livello di critica. Tutto il resto sono giochi casual in stile wii o altri in stile tablet.
            Se parli di successo commerciale allora va bene: è stato un successo commerciale, ma conosciamo tutti la specie umana xD Anche CoD è stato fino ad ora un successo commerciale, anche i dlc pacchi, anche il blocco dell’usato, anche i cappellini di TF… questo li rende di qualità?

            Non ci va nulla a capire che Windows 8 sia una puttanata pazzesca! Non puoi stravolgere una cosa facendo assomigliare ad un’altra totalmente differente….

          • Devo appoggiare il nostro utente Pier Giorgio, poichè, mi ripeto, le vendite non sono un buon metro di giudizio: uno dei film con gli incassi più alti di sempre è Harry Potter, ma è lontano anni luce dall’essere un ottimo film!

            Il kinect non è nemmeno Harry Potter, ma piuttosto un Dylan Dog, un idea stupenda per un film di un orrendo spaventoso!

            Io cel’ho, regalatomi sull’onda dell’entusiasmo di dimostrazioni spaziali e poi … IL NULLA. Child of Eden mi ha fatto godere, ma anche in quella circostanza pecche imperdonabili: due mani che agiscono nello stesso momento e tutto diventa impreciso.

            Il kinect richiede un area di gioco enorme e anche in quel caso non rende al meglio. I comandi vocali sono imprecisi e spesso fuori dalla logica, scomodi e lenti a eseguire i comandi. Perchè con aspirapolvere accesa capisce tutto e nel silenzio eterno no???! Com’è possibile?!

            I comandi in dash … oddio, sono lenti e macchinosi e … non so cosa altro dire. E’ un esperimento ambizioso, ma a oggi claudicante come poche cose al mondo!

            Vendere tanto non è sinonimo di qualità, altrimenti Gigi d’Alessio sarebbe il cantante migliore al mondo e la Parodi una chef da 80 stelle Michelin ehehehehe

  2. Alucard scrive:

    Ma io non ho mai detto flop. I risultati a cui mi riferivo erano meramente tecnici, e in tal senso, a parte forse Child of Eden e Dance Central, il Kinect ha fatto schifo al cazzo.

  3. BlackSilver scrive:

    Io leggo il successo del Kinect nel fatto che molte persone che conosco totalmente estranee al mondo dei videogiochi ne sono rimasti impressionati ed hanno deciso di comprarlo.

    Poi tutto quello che dite è vero, sulla lunga ha deluso e l’ho ripetuto pure io più volte. Ma non per questo è da leggere la sua esperienza come puramente negativa come sento dire da tutti voi.

    P.S: Poi sta cosa di tutti contro Microsoft mi fa abbastanza pietà! Qualunque cosa faccia è sbagliata a prescindere: Kinect, Windows Phone, Windows 8, Smartglass, Surface, etc…se mi dessero un centesimo ogni volta che ho sentito dire quando M$ faccia schifo e faccia tutto solo per i soldi sarei milionario. (Non parlo di voi nello specifico ma da quello che leggo ovunque su forum, facebook, siti, etc…)

  4. Alucard scrive:

    Beh, cioè che distingue noi nerdacci dai casualoni è ce magari se vediamo un trespolo come il Kinect magari ci soffermiamo un attimo a riflettere sull’ effettiva qualità della cosa, no? ;) Vendite a parte non vedo cosa ci sia di così positivo nel Kinect. Di sicuro ha dato un impulso alla crescita di questa tecnologia, ma è innegabile che al momento della sua uscita a oggi sia un qualcosa di totalmente in anticipo rispetto ai suoi tempi, non è sufficientemente matura. Salvo rare eccezioni non mi sembra che si sia fatto qualcosa di veramente sconvolgente rispetto alle possibilità di un Eye Toy a caso. Magari non è davvero colpa della tecnologia, forse sono gli sviluppatori ad essere incapaci, ma fatto sta che, qualitativamente parlando, a oggi il Kinect è la bufala della generazione.

    • BlackSilver scrive:

      Diciamo che è stato un mix tra l’effettiva incapacità dei programmatori di gestire una tecnologia completamente diversa di imput e le limitate capacità della periferica stessa.

      Ma devo ammettere che tra una “bufala” originale e un plagio palese (Move) preferisco la prima. Anche perché ha avvicinato molte persone al mondo dei videogiochi, esattamente come ha fatto la Wii agli inizi (con percorsi ovviamente diversi). Ma stiamo parlando di una periferica aggiuntiva e quindi così va analizzata.

      Poi ripeto che a fallito nel lungo periodo e non ha espresso quanto promesso.

  5. Mi sento di sposare entrambe le linee di pensiero, almeno nell’ottica di chi produce piuttosto che di noi che consumiamo.
    E’ vero che Kinect ha offerto poco, soprattutto a fronte di quello che aveva promesso, ma è allo stesso tempo vero che quello che spinge i produttori in una o in un’altra direzione sono le vendite.
    Se Kinect o chi per lui vende tanto MS sarà portata a leggere il mercato in un determinato modo: la gente ha risposto bene, ergo è quello che dobbiamo fare, migliorandolo.

    Tornano a Windows 8, siamo onesti, Valve è preoccupata di un sistema chiuso solo per ragioni economiche, non certo per limitazioni alla creatività. Che questa venga limitata è vero (vedi Apple), ma a Newell interessano i dindini che Steam andrà potenzialmente a perdere, inutile girarci intorno.

  6. Pier Giorgio Liprino scrive:

    Ma chi critica Microsoft a priori? Sono utente Windows da sempre e difficilmente lo abbandonerei. Semplicemente critico ciò che va criticato.
    Rendere più chiuso Windows 8 vuol dire cancellare tutto ciò che di buono c’era in questo OS. Newell lo dice solo perchè vedrebbe perdere soldi? Bah non credo che Steam possa competere con Microsoft come produttore e distributore. Le critiche dei piccoli sviluppatori lo dimostrano.

    Per il resto affianco all’interesse di Newell c’è comunque una battaglia più ampia per non vedere la Microsoft seguire quelle politiche che da sempre critichiamo di altre aziende.

    • Si, ma comprendi che limitare Steam agli utenti Windows 8 (che probabilmente, e sottolineo probabilmente) si vedranno costretti al solo utilizzo del Marketplace Microsoft, è una perdita economica per Steam non indifferente? :)

      • Pier Giorgio Liprino scrive:

        mmm certo… e secondo te è uno scenario possibile? Con THQ che fa i giochi collegati all’account steam? La stessa cosa accadrebbe con Origin immagino e la EA?
        Credo sia più fantainformatica xD

        Poi guarda ho visto e usufruito del Marketplace e piuttosto passerei resterei con Win7 e non credo sia l’unico utente Steam che lo farebbe :)

        • Pier Giorgio Liprino scrive:

          Poi guarda ho visto e usufruito del Marketplace e piuttosto resterei con Win7 e non credo sia l’unico utente Steam che lo farebbe :)*

        • Dexter scrive:

          Assolutamente d’accordo con te sull’ultimo punto.
          Ma non sto io facendo fantainformatica, sono sole le presunte intenzioni di MS almeno a leggere le voci preoccupate del settore. Non ci resta che stare a guardare. :)

          • Pier Giorgio Liprino scrive:

            Incrociamo le dita.
            Comunque secondo me fare una sorta di petizione non sarebbe male… in fondo loro potrebbero tenere l’OS solo per i tablet :p

  7. cesco scrive:

    Si ma, al di la di tutto, che senso ha fare uscire un s.o. per pc desktop che è palesemente pensato per tablet e dispositivi touch? Ma avete provato la preview con la sua serie di gesture che su desktop sono ridicole?! Poi il desktop è un’app… mah io sono allibito, mi sa che rimarrò a 7.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi