Categorie | News

Katamari Damacy sbarca al Museo d’Arte Moderna di New York [MOMA, videogiochi e cultura per l’infanzia]

Katamari Damacy sbarca al Museo d’Arte Moderna di New York [MOMA, videogiochi e cultura per l’infanzia]

Dal 29 Luglio e sino al 5 Novembre, il Museo d’Arte Moderna di New York ospiterà un’interessante rassegna intitolata Century of the Child: Growing by Design, 1900–2000. In essa trovano spazio aree del design normalmente lontane dai riflettori dei media, ma che nel corso dei decenni si sono evolute più d’altre in relazione “alla preoccupazione modernista per i bambini e l’infanzia”: tra queste si collocano l’architettura scolastica e ospedaliera, l’abbigliamento, l’arredo urbano, i libri, gli oggetti dedicati alla sicurezza dei minori ed ovviamente, giocattoli e videogames. Katamari Damacy rappresenta quest’ultima categoria in quanto esempio di design innovativo, un riconoscimento che i videogiocatori possono ben comprendere. Il titolo di Namco e Keita Takahashi vanta infatti un’estetica creata appositamente per spezzare le barriere tra fruitori (adulti e bambini possono apprezzarla allo stesso modo), perlopiù libera da costrizioni tecnologiche e quindi dotata di un appeal che trascende la propria epoca. Davvero un’ottima scelta da parte degli organizzatori, che descrivono così l’opera giapponese:

Keita Takahashi (Giapponese, nato nel 1975)
Distribuito da Namco Ltd, Tokyo (fondata 1955). Per gentile concessione di Namco Bandai Games America, Inc., San Jose. © NAMCO BANDAI Games Inc.
Katamari Damacy, progettato in origine per la console PlayStation 2, ha una premessa anticonvenzionale: un principe extraterrestre mandato sul nostro pianeta dal Re di Tutti i Cosmi deve arrotolare mucchi di oggetti di ogni tipo, per trasformarli in stelle e ripopolare l’Universo. La dove la narrazione ed i personaggi sono affascinanti, la grafica ricca e stimolante, i compiti del giocatore sono semplici: accumulare mucchi di detriti – da gomme da cancellare e pezzi di sushi a vacche e case –  creando cumuli sferici sempre più grandi, al punto da catturare montagne ed intere città. Grazie a questa bizzarra manipolazione di scala, giocatori di tutte le età possono interagire in modo creativo e surreale con oggetti di tutti i giorni ed ambienti edificati.

Da Inside the Game, le più vive congratulazioni a tutti coloro che sono stati coinvolti nella creazione di Katamari Damacy!

(sito ufficiale: MOMA – Century of the Child)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi