Categorie | Annunci, News

A volte ritornano: il Team Bondi e McNamara sono ancora vivi [“Whore of the Orient”]

A volte ritornano: il Team Bondi e McNamara sono ancora vivi [“Whore of the Orient”]

L.A. Noire, per molti un capolavoro, per molti altri un fallimento (leggetevi la anti-recensione di Kal-El…): fondamentalmente un videogioco che è riuscito a far parlare tutti. La cosa, di solito, è positiva e garantisce ai suoi creatori fama e prosperità… quest’ultima invece è del tutto mancata al Team Bondi di Brendan McNamara che, proprio poco dopo l’uscita del titolo di produzione Rockstar, è stato praticamente “smantellato”. Nel senso che un pezzo è stato venduto, un altro pezzo lo aveva McNamara e non voleva separarsene ma da solo non riusciva a costituire uno studio di sviluppo autonomo, un altro pezzo… era in mano ai creditori. Insomma no, non una bella situazione.

Ma è notizia di ieri… il Team Bondi esiste ancora! Il sito ufficiale è online e McNamara ha annunciato di essere al lavoro su un nuovo gioco… nome in codice (o forse nome vero) Whore of The Orient, “soprannome” della città di Shangai. I soldi non li mette più Rockstar (ovviamente) bensì KMM Interactive Productions, lo studio responsabile della serie di film Happy Feet.

Per ora c’è solo una scarna descrizione del gioco in inglese:

Shanghai, 1936. Whore of the Orient. Paris of the East. The most corrupt and decadent city on the planet, where anything can be had or done for the right price. Plaything of Western powers who greedily exploit the Chinese masses. Boiling pot of Chinese nationalism, with the Kuomintang ruthlessly trying to suppress Communism and the labour movement. Home to the International Police Force, a group of Western cops hopelessly trying to keep the lid on and keep the peace.

From the development team who brought you L.A. Noire and The Getaway, along with the Academy Award winning film production team of Kennedy Miller Mitchell comes a completely new and original IP being developed for next generation games consoles and PC.

The Getaway, famous for its photo-realistic look, strong narrative and uncompromising gameplay style, sold over 4 million units on the PlayStation 2. The release of L.A. Noire set the quality bar even higher selling over 5 million units. L.A. Noire was critically heralded as a breakthrough for interactive storytelling and was the first game ever to be invited to be shown at New York’s world renowned Tribeca Film Festival. L.A. Noire has gone on to become the UK’s fastest selling original IP – a title previously held by The Getaway – and a worldwide number one hit. Using award winning animation technology to capture every actor’s facial performance in astonishing detail, L.A. Noire combined breathtaking action with true detective work to deliver an unprecedented interactive experience.

Riuscirà McNamara a vincere la sua battaglia contro chi non l’ha capito e ad affermarsi come un director davvero rilevante per l’industria? Lo scopriremo su PC e console di prossima generazione… quindi, tra un sacco di tempo!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1304 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi