Categorie | Annunci, News

Breaking news: Zynga ritorna a zappare la terra con Farmville 2 [Social Game]

Breaking news: Zynga ritorna a zappare la terra con Farmville 2 [Social Game]

Farmville è stato il più grande successo social dei primi videogiochi su Facebook, un tormentone che ha portato in pochissimi mesi un flusso giornaliero di ben 32 milioni di utenti attivi a zappare il suolo, mungere le vacche e costruire deliziose fattorie in un ridente campo verde. Per questo Farmville è diventato il “flaghship franchise” di Zynga e per questo l’annuncio di un suo ritorno aggiornato e potenziato non può che interessarci. L’idea di rilanciare Farmville con un sequel è nata dopo il progressivo abbandono della prima esperienza da parte di molti utenti, verso altri lidi made in EA (come Sims City e The Sims Social) ma anche verso le nuove produzione di Zynga, come i recenti Chef Ville e Bubble Safari. Come sempre Inside the Game passa le frontiere ed il sottoscritto si è ritrovato nella conferenza di presentazione del titolo tenuta da Tim LeTourneau, vice presidente dei giochi e Wright Bagwell, direttore del design, con giornalisti internazionali (si me la sto tirando XD) per riportarvi cosa ho potuto vedere e sentire.

La prima cosa che stupisce è il totale cambio di stile dalle precedenti produzioni di Zynga, Farmville 2 infatti è stato sviluppato in 3D (compresa l’erba dei campi) con un stile tipicamente cartoon. L’impatto visivo è veramente interessante e da l’idea di un titolo che è stato curato molto da questo punto di vista, sopratutto grazie alle varie animazioni di interazione con piante ed animali. L’idea è quella di tornare alla nostra vecchia fattoria per riprendere in mano il terreno e farlo fruttare. Questa volta però niente più energia che si ricarica nel tempo, sostituita da un più credibile limite di acqua per l’irrigazione delle piante, tutto il resto potrà essere fatto in maniera illimitata ampliando quindi le classiche restrizioni dei social game. Per la prima volta potremo utilizzare i nostri compagni di gioco non solo per richiedere materiale ma anche per lavorare effettivamente nella nostra fattoria. Infatti vedremo il loro avatar tridimensionale sedersi su delle balle di fieno in attesa di essere presi con il mouse e posizionati dove li vogliamo impiegare (immagine qua sotto). Finalmente i prodotti della fattoria saranno utilizzati non solo per guadagnare ma anche per mandare avanti la fattoria stessa, infatti dovremo utilizzarne parte per fare il mangime per gli animali cosi da ottenere latte, uova e quant’altro. Prodotti che poi verranno preparati nella nostra cucina (in una mini sessione alla Chef Ville) per poi essere venduti al pizzicagnolo del villaggio (che potremo vedere in lontananza allontanando la visuale dal nostro terreno). E per la prima volta Farmville 2 sarà lanciato subito tradotto in ben 16 lingue, tra cui ovviamente l’italiano.

Quello che ho visto è molto interessante e per la prima volta da veramente l’idea di un’evoluzione complessiva di un social game. Anche in questo caso è stato ritirato fuori il concetto di Next-generation of Social Game…ma forse per Farmville 2 è veramente azzeccato. A presto su Facebook e Zynga.com.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 325 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi