Categorie | Opinioni

Per Chris Roberts, “i PC di oggi sono già più potenti delle future console” [opinioni su Star Citizen]

Per Chris Roberts, “i PC di oggi sono già più potenti delle future console” [opinioni su Star Citizen]

Essere il padre di un genere che nella modernità potrebbe considerarsi “oscuro” o desueto aiuta poco in termini di credibilità presso il pubblico odierno. Ciò non toglie nulla all’esperienza di Chris Roberts nell’ambito del game development, per cui le sue parole tendono comunque ad avere un certo peso in base al contesto. Il creatore di Wing Commander, Privateer e del più recente Star Citizen (quest’ultimo interessato da una fortunata campagna Kickstarter) ha affermato che il suo nuovo simulatore spaziale è ingestibile per le console attuali, e lo sarebbe solo in parte su quelle future:

“Ciò che ho mostrato [con Star Citizen] è impossibile da realizzare sulle console attuali. Buona parte del gioco sarebbe fattibile sulle nuove console, ma posso comunque garantirvi che un PC di alta gamma odierno è già più potente di ciò che saranno le console del futuro. Non si può fare un granchè con 512 MB di RAM, i limiti in fatto di game design diventano troppi. Quando si realizza un gioco per PC, invece, si è in condizione di dire ‘si, ti serviranno 4 GB di RAM per questo’. Ovviamente non si potrà sfruttare per intero la memoria perchè Windows è una bestia affamata di risorse, ma avendo in ogni caso molto più che 512 MB, si aprono tantissime possibilità. Puoi mettere in memoria molta più roba contemporaneamente, e questo ha un impatto diretto sulle tue ambizioni.”

Evidentemente, Roberts non si pone il problema dei costi connessi all’assemblaggio di un PC di alta gamma, ma d’altra parte sa bene di rivolgersi ad un pubblico che conosce bene il problema e sa come affrontarlo. Ben più interessante è la considerazione riguardante le ambizioni: in fondo, rimarremo legati agli stessi hardware per almeno altri 18 mesi, e come la quasi totalità dei titoli più recenti dimostra, i limiti computazionali sono ormai tali da costringere a compromessi evidenti. Viene perciò da chiedersi come saranno i giochi del futuro, e nello specifico, se sarà proprio Star Citizen a mostrare la strada in questo senso: il fatto che il gioco debba uscire a fine 2014, quindi con le nuove console già in giro, profila uno scenario interessante.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “Per Chris Roberts, “i PC di oggi sono già più potenti delle future console” [opinioni su Star Citizen]”

  1. Killy77 scrive:

    Questo è evidente, la velocità di crescita dei PC ogni volta raddoppia. Esistono PC dalla potenza incredibile, ma non vengono subuto messi in commercio per ragioni economiche e anche per il fatto che non servono quasi a nessuno.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi