Categorie | Curiosità, Tempo Libero

Da Suikoden a Deus Ex ed Epic Mickey: ecco come l’RPG Konami ha ispirato Warren Spector [trivia]

Da Suikoden a Deus Ex ed Epic Mickey: ecco come l’RPG Konami ha ispirato Warren Spector [trivia]

In un momento nel quale l’industria giapponese naviga in mezzo alle critiche, è bello che una voce autorevole le riconosca il giusto valore. Lo confessiamo, siamo rimasti sorpresi apprendendo che per realizzare Deus Ex, il grande Warren Spector ha tratto ispirazione nientemeno che da Suikoden, uno tra gli RPG a 32 bit più influenti della propria epoca. Ai microfoni di Pixelitis, Spector svela come proprio il titolo Konami abbia ispirato uno tra i temi ricorrenti nelle sue produzioni, ossia quello della scelta:

“Senza scendere troppo in dettagli da geek, ci sono due momenti in Suikoden in cui devi fare una scelta. Sei li, nel mondo di gioco, e spunta un piccolo riquadro a lato che ti offre una scelta binaria. La prima chiede “Lasci il tuo amico a morire qui o lo aiuti? Si/No”. E poi, verso la fine, ti domanda “Vuoi combattere tuo padre? Si/No”. Il fatto è che in entrambi i casi, si trattava di una falsa scelta, ma ricordo quanto fu potente.

Durante il gioco, posai a terra il controller e mi dissi ‘Per la miseria, tutto questo non c’entra niente con quello che farebbe il personaggio. Riguarda me come essere umano. Io?’. Se quella scelta fosse stata vera, pensai, sarebbe stato il momento più bello nella storia dei videogames, quindi dissi a me stesso: ‘ok, farò un gioco che contenga il momento più bello nella storia dei videogiochi!’ ” 

Quella vecchia influenza, a quanto pare, è ritornata in Epic Mickey e più specificatamente in Power of Illusion, l’episodio per Nintendo 3DS. “C’è anche una modalità fortezza in Power of Illusion che avrei voluto avere in tutti i giochi che ho realizzato sinora. La vidi per la prima volta in un gioco di tanti anni fa chiamato Suikoden per PS1, e a partire da quello ho descritto fortezze personalizzabili in tutti i miei documenti di design, dovendo poi sistematicamente rinunciarvi. Ma stavolta sono finalmente riuscito ad includerla.”

(via Pixelitis)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi