Categorie | News

Epic Mickey 2: The Power of Two ci seduce con una Collector’s Edition [mercato UK]

Epic Mickey 2: The Power of Two ci seduce con una Collector’s Edition [mercato UK]

Oddio, ammetto che utilizzare la parola “seduzione” in un post dedicato ad un titolo Disney potrebbe tranquillamente scatenare una tempesta atomica o, alla meno peggio, una nuova Guerra Mondiale. Però Epic Mickey 2: The Power of Two ha tutte le carte in regola per provocare intensi orgasmi a quanti hanno già amato il primo capitolo su Wii o a coloro i quali sono alla ricerca di un action game d’autore.

Un orgasmo ludico destinato ad intensificarsi grazie all’annuncio di una Collector’s Edition per il mercato inglese, in uscita il 21 Novembre su Wii, Xbox 360 e PS3 e al lancio di Wii U il 30 dello stesso mese.

Nella confezione, agghindata da vera e propria TV “vintage”, troveremo:

  • Un pennino USB con le sembianze di Oswald con dei contenuti targati Disney.
  • Una piccola action figure di uno dei due protagonisti (lo stesso Oswald e, naturalmente, Topolino).
  • Un esclusivo fotogramma in pellicola del corto The Fox Chase, datato 1928.

Come già accennato, al momento l’offerta è prevista solo in UK preordinando il gioco presso la catena GAME, che prezza la versione 360/PS3 a £59.99 e quella Wii a £49.99.
La vogliamo qui in Italia! :(

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Una risposta a “Epic Mickey 2: The Power of Two ci seduce con una Collector’s Edition [mercato UK]”

  1. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    Non so se avete avuto modo di provare la demo del gioco. Il lato artistico mi è piaciuto davvero, ma è evidente che senza un Wiimote (o un Move in questo caso), l’esperienza HD diventa piuttosto claudicante. A volte, il gioco ha strane difficoltà registrare i comandi quando si tenta di interagire con l’ambiente.

    Spero inoltre nella qualità delle parti da musical, perchè quella inclusa nella demo lascia un po’ a desiderare – credo che la trasposizione in italiano non sia ottimale.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi