Categorie | News

ZombiU spacca la critica internazionale: recensioni inside!

ZombiU spacca la critica internazionale: recensioni inside!

Le danze next-gen organizzate da mamma Nintendo si sono aperte ieri negli Stati Uniti, con il lancio della nuova home console, Wii U. Come molti di voi sapranno, uno dei titoli più chiacchierati nella line up della macchina è quel ZombiU confezionato con amore per l’horror negli studi Ubisoft.

Fin dai primi video e man mano con l’affollarsi di materiale sul Web, l’atipico survival FPS d’Oltralpe ha spaccato le impressioni dei videogiocatori, e più volte mi sono trovato, io per primo, a testare sensazioni contrastanti nei confronti degli zombie della casa di Rayman.

Lo stesso è accaduto tra le testate videoludiche internazionali, che hanno giudicato ZombiU in uno spettro di votazioni davvero molto ampio. Si va infatti dall’insufficienza alla promozione a pieni voti, dall’elogio ad atmosfere riuscite e coinvolgenti alla netta stroncatura di un sistema di combattimento fin troppo macchinoso. D’altronde i numeretti qui in fondo parlano chiaro, ma se masticate un po’ d’inglese potete sempre aprire i link e farvi un’idea più precisa sulle bellezze e gli “orrori” del titolo targato Ubi!

  • Eurogamer – 9/10
  • CVG – 8.4/10
  • IGN – 6.3/10
  • Gamespot – 4.5/10
  • VentureBeat – 88/100
  • Polygon – 8/10
  • Game Informer - 5/10
  • Destructoid – 8/10
  • Questo post è stato scritto da:

    - ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

    Contatta l'autore

    Commenti

    Commenti

    12 Di risposte a “ZombiU spacca la critica internazionale: recensioni inside!”

    1. fuckusan scrive:

      sinceramente nn riesco a capire come ci possa essere una così difformità di giudizi, negli ultimi anni la critica di settore sembra una scheggia impazzita, poi come si dice “a pensar male si fa peccato ma spesso ci s’indovina”.

    2. Credo che a memoria non sia mai successa una cosa simile. Dal 9 al 4.5 (di gamespot, tra l’altro) … ma come è possibile?

    3. Xenorik scrive:

      Da quel che si legge, il messaggio è “Amami o odiami, ma provami!”

    4. Pablus scrive:

      Il destructoido [B]8 [/B]mi lascia ben sperare :)

    5. Gidantribal scrive:

      Per quel che ho potuto vedere io con pad alla mano non mi ha fatto gridare di certo al miracolo, aldilà di un comparto tecnico che non faceva nulla per far capire che era avanti alla 360 e ps3 ci si muoveva in prima persona spostando gli occhi dal monitor al pad wiiU per aprire le porte e diavolerie simili… di certo non punterei su zombiu per il dayone.

    6. startawell scrive:

      Però se si mette 5 ad un gioco, è perchè questo è afflitto da gravi problemi. Che non sono stati visti da altri giornalisti che gli hanno dato un 9? Cioè, non esiste la via di mezzo, perchè, anche un 7, è troppo paragonato ad un gioco da 5. Il voto può contare anche poco, ma questa diversità è ridicola. Devo leggere le recensioni…

    7. Hizaki scrive:

      Io spero che ad un gioco afflitto da gravi problemi diano voti dallo 0 al 3, altrimenti sarebbe davvero ridicolo eh…

    8. Master of Disguise scrive:

      Beh…Final Fantasy XIII o anche Deadly Premonition avevano spaccato la critica pure piú largamente. Alla fin fine credo che a parte il 4.5 di Gamespot gli altri siano coerenti sul buon gioco, e IGN x me, personalmente non vale na cicca nelle recensioni…mi trovo spesso a discordare.

    9. startawell scrive:

      Vabbe’, ma un gioco da 5, non e’ un gioco che vale la pena giocare per come la vedo io. Uno da 9, quasi sempre si, a meno che non mi piaccia il genere. Se lo stesso gioco ha preso sia 5, che 9, c’è qualcosa che non va. O un recensore c’ha messo troppo del suo (non parlo di soggettivita’, ma di simpatie/antipatie), o qualcuno non sa fare il proprio lavoro, e non riconosce pregi o difetti di un gioco.
      Fatto sta che ormai trovo sempre più difficile dare retta a delle recensioni, tranne quelle di qualche giornalista che seguo ormai da decenni.

    10. Master of Disguise scrive:

      Qualcuno diede 3 a FF XIII, non vuol dire che non valava la pena giocarlo, io l’ho adorato per dire…

    11. Credo che l’8 di Destructoid venga efficacemente spiegato nelle primissime righe: Sterling ha apprezzato il ritorno a meccaniche da survival horror che in tante serie si sono un po’ smarrite. L’inventario scomodo da usare è un ottimo esempio: è una scelta di gameplay che mira a mettere in difficoltà il giocatore, a farlo sentire sempre in ansia e sotto pressione, proprio come la scarsità delle munizioni o i tanti colpi per abbattere anche lo zombie più ingenuo. Un voto “concettuale quindi”, anche se leggendola tutta vengono citati glitch e problemi vari che magari hanno spinto chi lo ha maltrattato a una votazione più scarsa. Io dico che ho sempre paura dei titoli di lancio made in Ubisoft :)

    Trackbacks / Pingbacks


    Rispondi