Categorie | News

Xeed festeggia The Last Story, “è il nostro titolo di maggior successo” [nuova edizione]

Xeed festeggia The Last Story, “è il nostro titolo di maggior successo” [nuova edizione]

Come da titolo, il vicepresidente di Xseed Games Ken Berry ha definito The Last Story “il titolo di maggior successo nella storia della compagnia”. Siamo davvero lieti di sapere che il titolo Mistwalker ha fatto breccia nei cuori degli utenti Wii, e nonostante l’azienda non abbia parlato di cifre esatte, non possiamo che condividere il commento di Berry: “si tratta di un titolo che gli appassionati di RPG debbono possedere a tutti i costi, e ci auguriamo che molti altri giocatori possano scoprire la magia che permea l’isola di Lazulis”. A tal proposito, Xseed pubblicherà a breve scadenza negli USA una nuova edizione di The Last Story, sprovvista di artbook e copertina reversibile ma dal prezzo al dettaglio più basso, 29.99 dollari. Saranno felici i possessori di WiiU, che hanno scoperto una non documentata funzionalità di upscaling in HD dei vecchi giochi… ;)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

4 Di risposte a “Xeed festeggia The Last Story, “è il nostro titolo di maggior successo” [nuova edizione]”

  1. Hizaki scrive:

    Non è il capolavoro che è stato Lost Odyssey ma condivido in pieno le parole di Berry

  2. Master of Disguise scrive:

    Ma secondo me Lost Odissey era un gran gioco…solo lontano dall’essere un capolavoro. Trama bellissima ed era qanto di piú tradizionale si potesse volere, ma era troppo lento e il desogn dei og non mi piaceva assolutamente :) contentissimo x TLS invece, altro buon gioco…ma da Sakaguchi mi aspetto comunque mooooolto di piú..

    • Gidantribal scrive:

      Bè Sakaguchi al momento non dispone dei budget stratosferici che aveva ai bei tempi della squaresoft, una cosa mica da ridere. Avesse poi nel suo team la presenza fissa di Yoshitaka Amano farei i salti di gioia alti non so quanti metri! Una cosa per me rimane certa è uno dei pochi in grado di fare ancora Jrpg.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi