Categorie | News

Ellie domina l’artwork di copertina di The Last of Us, e spunta fuori il multiplayer [Naughty Dog]

Ellie domina l’artwork di copertina di The Last of Us, e spunta fuori il multiplayer [Naughty Dog]

È immaginabile un gioco moderno senza componenti multiplayer? Certamente si, sebbene il mercato sconsigli vivamente di non provvedere in quel senso, ed essendo un prodotto di massa, anche The Last of Us si adegua. Nei poster di preordine che vedete più in basso, insieme alla boxart del gioco, potete veder citati una serie di bonus che alludono proprio ad una porzione multigiocatore mai accennata prima da Naughty Dog: si tratta di punti esperienza aggiuntivi, potenziamenti per gli attacchi fisici, denaro extra, accessori speciali per il proprio combattente personalizzato e due skin alternative per Ellie e Joel (comunque sbloccabili alla fine della campagna in singolo). Arne Meyer, responsabile della community di Naughty Dog, ha così commentato l’inclusione del gioco in Rete:

“In nessuno dei nostri giochi l’inclusione del multiplayer è realizzata a posteriori. Abbiamo sempre team separati che si occupano di diverse componenti, in maniera tale da poter mantenere i nostri standard di qualità sia in singolo che in multi. Siamo fiduciosi che il nostro multiplayer si reggerà bene sulle proprie gambe. Se ai nostri occhi fosse apparso come qualcosa di buttato li, non lo avremmo aggiunto. Vogliamo che tutti i nostri giochi siano di altissima qualità, ed è questo ciò che intendiamo offrire lavorando duramente.”

Secondo Meyer, il multiplayer di The Last of Us è in elaborazione “da diverso tempo, e senza alcun sacrificio riguardante la componente per giocatore singolo. Il multi non ha mai sottratto risorse alla parte in singolo in nessuno dei nostri prodotti, ci sono sempre team e risorse separate. I ragazzi del single player hanno tutto il supporto e le risorse necessarie a realizzare la loro porzione di gioco in maniera rispondente alla visione che hanno”.

Un’ultima battuta relativa alla boxart di The Last of Us ha visto il produttore Neil Druckmann commentare via Twitter le reazioni del pubblico: “Sono lieto che a tanti piaccia la copertina. Vedete, si può mettere una ragazza anche nella parte anteriore!”, ha scritto alimentando ironicamente la polemica sessista sulla cover di Bioshock: Infinite. Molti giocatori hanno infatti contestato la scelta di collocare l’eroina Elizabeth nel retro della scatola, nonostante il suo ruolo nel gioco sia a dir poco essenziale. The Last of Us titolo uscirà su PlayStation 3 il prossimo 7 di Maggio.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “Ellie domina l’artwork di copertina di The Last of Us, e spunta fuori il multiplayer [Naughty Dog]”

  1. Gidantribal scrive:

    da qui a fine maggio si scatenerà l’inferno!

    Ni no kuni, Metal gear rising, the last of us, GTA5…

    Uao!

  2. Hizaki scrive:

    E’ bello che si debbano giustificare sull’inserimento del multi…Probabilmente in molti hanno l’impressione che in questo genere di giochi il multi sia davvero buttato li…Ma comunque, visto che non toglie tempo e risorse al team, perchè no?
    @Gidan: beyond two souls :D

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi