Categorie | Curiosità, Tempo Libero

Videogiochi violenti: in Germania una manifestazione per bandirli [ancora sul massacro di Newtown]

Videogiochi violenti: in Germania una manifestazione per bandirli [ancora sul massacro di Newtown]

Tutti hanno il diritto di manifestare. Anche gli idioti.

E’ quello che accadrà il prossimo 27 Gennaio in Germania, quando un gruppo di attivisti si riunirà di fronte al Palazzo del Reichstag a Berlino. L’obiettivo è appunto far sentire la propria voce contro i videogiochi, dando fuoco a quelli che nella terra della birra sono chiamati killerspiele, in soldoni videogiochi violenti.

Secondo tali “luminari”, Call of Duty, Far Cry, Battlefield, Grand Theft Auto e assortiti, sono infatti responsabili della strage avvenuta a Newtown il 14 Dicembre, in cui hanno perso la vita, per opera di Adam Lanza, 27 persone, tra cui 20 bambini.

Il nostro pensiero si allinea all’ottimo pezzo del nostro Blacksilver, il vostro è il benvenuto nei commenti qui sotto! ;)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Videogiochi violenti: in Germania una manifestazione per bandirli [ancora sul massacro di Newtown]”

  1. Killy77 scrive:

    Giusto oggi mentre giocavo a Max Payne 3, ho dato una rapidissima occhiata ai 10 giochi a cui mi sto dedicando e mi sono reso conto che uno era pegi 12, uno pegi 15, uno pegi 16 e ben 7 pegi 18.
    Oddio chi mi conosce sa che non sono uno che predilige violenza e grafica nei videogames, ma mi viene in mente il fatto che la maggior parte dei titoli in commercio magari sono per gente matura, quando poi li giocano in realtà studenti delle scuola medie.

  2. C.Vladdone scrive:

    Perchè non bruciare anche libri religiosi,visto che la gente uccide anche x essi

    Posso capirli…ma al posto di bandirli.perchè non trovare una solozione che accomoda tutti

  3. Hizaki scrive:

    Lo trovo giusto. I 20 bambini sono stati colpiti da copie di Halo 4.
    Credo che quando la realtà diventa più grottesca dell’animazione satirica forse è meglio non commentare neanche, ma snobbare, perchè la discussione (che di per sè è seria) non ha basi serie…

  4. Kamina scrive:

    Se la maggior parte del popolo tedesco non vuole giochi violenti sono affari loro.Basta che non inizino a mettere censure anche da noi.

  5. BlackSilver scrive:

    Visto che certa gente è troppo limitata per una dimostrazione dati alla mano e ricerche specialistiche opterei per una performance dimostrativa. Ovvero prendiamo quattro persone, due killer e due vittime….un killer porta una pistola, mentre l’altro killer una copia di Black Ops 2. L’assino videogiocatore lancia il disco contro la vittima e gli provoca al massimo un ematoma. Il secondo killer spara alla vittima uccidendolo.

    Da ripetere nelle scuole come momento educativo.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi