Categorie | News

Sony deposita il brevetto della discordia: ecco il suo possibile sistema anti-usato! [NFC]

Sony deposita il brevetto della discordia: ecco il suo possibile sistema anti-usato! [NFC]

Più che di un singolo sistema ci toccherà parlare di una serie di soluzioni, ma non cambia la sostanza che vede Sony impegnata a combattere la “piaga” (ma solo per le corporazioni!) dell’usato brevettando nuove tecnologie. L’ultima trovata del gigante giapponese consiste nel dotare i giochi di un sistema di tipo NFC, capace di inserirvi dei tag tra cui i codici identificativi delle console su cui vengono eseguiti; potenzialmente, un sistema del genere potrebbe bloccare l’esecuzione del software su macchine diverse da quella del proprietario originale. Ecco cosa si ricava dal brevetto originale, o meglio, dalla sua pessima traduzione automatica:

“Nell’attuale configurazione, si da un sistema di elaborazione dati che limita efficacemente l’uso di contenuti elettronici distribuiti presso il mercato di seconda mano. Così facendo, la vendita di prodotti elettronici su tale mercato verrebbe soppressa, e ciò favorirebbe la redistribuzione di parte degli introiti agli sviluppatori. Benché la descrizione si riferisca ad applicazioni di gioco, il progetto è egualmente applicabile ad altri contenuti elettronici come applicativi standard, immagini e musica.”

Lo scopo del brevetto, insomma, è chiaro ed inequivocabile, per quanto si voglia essere ottimisti e pensare che tale tecnologia potrebbe non essere affatto impiegata nella pratica. Ma indipendentemente da ciò che ne farà Sony, questo è comunque un indice del suo pensiero in merito al mercato dell’usato, e potrebbe diventare un importante ago nella bilancia della prossima generazione di console. Tra l’altro, trasformare un disco in un dispositivo NFC significa dover creare ancora una volta un supporto proprietario, pratica nella quale Sony è stata il più delle volte sciagurata. Come sciagurata era l’idea di inserire messaggi pubblicitari a tutto schermo nei software PlayStation, interrompendo le sessioni di gioco e causando bestemmie di ogni sorta; a suo tempo persino Jack Tretton, presidente di SCEA, riconobbe che si trattava di una st*****ta e si disse contrario ad ogni genere di blocco sull’usato. Temiamo che questo pessimo romanzo debba durare ancora per un bel po’.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

36 Di risposte a “Sony deposita il brevetto della discordia: ecco il suo possibile sistema anti-usato! [NFC]”

  1. Pinuzzo85 scrive:

    ahahahahah e chi cazz la compra??? :D

  2. Redwind scrive:

    [SIZE=3][FONT=arial][COLOR=#000000]Speriamo che qualcuno faccia qualcosa in merito, manifestazioni, boicottaggio o semplicemente apra una petizione online per fermare questa mossa avida e antidemocratica di Sony per bloccare i giochi usati. Si puo’ capire l’online pass, ma impedire che un ragazzo economicamente meno fortunato di altri non possa nemmeno giocare acquistando un gioco usato è una vera vergogna.[/COLOR][/FONT][/SIZE]

  3. Pinuzzo85 scrive:

    ma è impossibile che bannino l’usato. non sono cosi idioti.

  4. Desirè1988 scrive:

    ci mancava anche questa XD

  5. Riddick scrive:

    Qui non si tratta solo di bannare l’usato, anche perchè ultimamente tra i vari amazon, zavvi e thehut, davvero pochi vanno a regalare 30€ al gamestop per un gioco che online lo prendi a 20. Qui il problema è che non sarò più libero di andare a casa di un mio amico, portare FIFA e farmici una partita, perchè se vorrò farlo mi dovrò portare dietro anche la console -.- Questa si che è una put…..a!

  6. Hizaki scrive:

    Non c’è problema: basta non comprare…

  7. JackRackham scrive:

    mah, molto semplice, se dovesse essere vero basterà non comprare più Sony… l’importante però è farlo sapere a quante più persone possibile…

    per quanto riguarda il chip NFC vero e proprio se lo mettono su un qualsivoglia supporto ottico rotondo va a farsi friggere il bilanciamento in fase di rotazione, il che vuol dire o velocità limitate o rumore infernale quando il disco gira (con il rischio di danneggiare il motorino che fa girare il disco).

    decideranno per la cartuccia? :)

  8. Master of Disguise scrive:

    Condivido appieno la manovra, per quanto si possa odiare l’usato È una piaga per il mondo videoludico, sopprimerlo in fondo è giusto. Maggiori entrate per le SH, minori per quei ladri del Gamestop.

    • Redwind scrive:

      [SIZE=3]Condivido la tua opinione (da ricco sfondato, buon per te’,[SIZE=3] [/SIZE]perche’ questo sei, altrimenti non staresti dalla parte delle SH) ma se ti avessi davanti ti prenderei a testate…:D[/SIZE]
      [SIZE=3]
      [/SIZE]
      [SIZE=3]L’usato (e la pirateria) esiste perchè le AVIDE SH vendono un gioco a 70 e piu’ €uri l’uno, è inutile girarci attorno, l’unico motivo sono i costi altissimi dei giochi.[/SIZE]
      [SIZE=3]
      [/SIZE]
      [SIZE=3]Ripeto è una vergogna che un ragazzo economicamente meno fortunato di altri non possa nemmeno giocare acquistando un gioco usato [U]dopo parecchi mesi dalla sua uscita[/U].

      [B]
      Se dovesse accadere veramente il boicottaggio verso Sony e PS4 da parte di tutti i giocatori sarebbe d’obbligo!!![/B][/SIZE]

      • Master of Disguise scrive:

        Io sono assolutamente dalla parte delle SH, ma non traviamo. Sono favorevole all’acquisto a costi minori sui sito come Zavvi The Hut e Amazon,li in fondo si vendo vg originali, e i ricavati vanno (nel bene o nel male) alle SH

        Non condivido piú da un pò l’usato in quanto è sì un risparmio per noi giocatori (compro usato anch’io sai :)) ma d’altro canto come la pirateria è una piaga che arricchisce solo i negozi specializzati e non i produttori.

        Non è certezza matematica che eliminando l’usato il costo dei giochi si assesti o diminuisca, ma è comunque piú probabile che andando avanti così.

        La next gen avrá costi di sviluppo maggiori, che in parole povere vuol dire giochi piú costosi. Se la limitazione del mercato dell’usato può in qualche modo aiutare, benvenga. E no, tutto sono, tranne ricco, piango di giorno in giorno come tutti…:D

        • Kamina scrive:

          Che ci provi Sony a fare una cazzata del genere.. io compro online e dalle catene e una volta che finisco i giochi li rivendo sui mercatini.

          Raramente compro usato, ma se lo faccio, oriento i miei risparmi su titoli che mi interessano poco e niente.

          Master, non condivido la tua opinione, e cmq al di là dell’usato c’è anche il discorso che non potrò prestare o farmi prestare giochi.. e francamente questa privazione della libertà mi urta i cosiddetti.

        • Redwind scrive:

          Tu se per le SH, io sono per il mio portafogli :D. Che si fottano, loro si fanno i miliardi e a noi vogliono impedire di rivendere un NOSTRO gioco a poche decine di €uro. Se Sony farà questa mossa spero vivamente che faccia il botto e affondi una volta per tutte, come si dice..morto un papa se ne fa un altro, è storia.

    • Pinuzzo85 scrive:

      ma se te compri al gamestop…susa ma…ehm….

  9. Hizaki scrive:

    Io invece credo che l’usato e i negozi online uk siano una salvezza per questo mondo. Perchè l’alternativa sarebbe illegale…Se per le sh l’usato è un problema, allora che uniformino i prezzi mondiali a quelli di the hut, con tanto di svalutazione progressiva. Altrimenti per quanto mi riguarda possono anche chiudere tutta, con tutto il rispetto per gli onesti lavoratori che nulla hanno a che vedere con la politica di certi prezzi…Non poter inserire una mia copia del gioco in un’altra console è la morte del videogame…

  10. Red cortesemente evita i Bcode in Home perché il testo diventa illeggibile. Detto questo, buona discussione a tutti. ;)

  11. Master of Disguise scrive:

    Eh il mondo è bello (insomma :D) perché è vario…non si può essere sempre d’accordo. :)

  12. Kamina scrive:

    Si, ma di fatto è stupido esultare perché ti tolgono una cosa.

    • Master of Disguise scrive:

      Ma io non esulto. Condivido semplicemnte la scelta, ma l’ho sempre detto, anche in altre occasioni. Se poi non se ne fa niente buon per tutti eh…ci risparmiamo sopra. Considero semplicemente dannoso il mercato dell’usato per una qualsiasi SH.

      Non è probabilmente il problema principale che porta a fallimento una compagnia milionaria, ma aiurta comunque tale processo dal mio punto vista.

      Per questo in una eventuale petizione online pro usato non ci sarebbe il mio voto, lo considero un affare per il consumatore e basta. Dall’usato ci ricava solo chi i giochi li vende. Non chi li fa.

      • Kamina scrive:

        Ma di che danni parli?
        Non è mica detto che senza la possibilità di comprare usato, la gente compri comunque i giochi… semplicemente si venderanno molti meno giochi.

        E poi come la mettiamo con il problema dello spazio in casa?Se non avessi la possibilità di rivendere i giochi mi ritroverei con mezza casa piena di giochi che non mi interessano più.

        E cmq Sony vuole eliminare l’usato perché è convinta che così la gente comprerà sempre e cmq, mica perché gli stanno a cuore gli sviluppatori.

      • Kamina scrive:

        Ok, ho scritto troppe volte”giochi” ma ho un principio di influenza, mal di stomaco e ho alle spalle una notte insonne..

        Siate comprensivi :D

  13. handlewithcare scrive:

    Le SH vanno a cozze per il loro errori o perchè il gioco non ha incontrato il gusto del pubblico,non per l’usato. Un Medal of Honor Warfighter non ha venduto per l’usato o perchè è una sola di gioco ? Darksiders II non è una sola ma non ha incontrato il gusto del pubblico ( ci metterei anche il periodo infausto dell’uscita ).Come mai se un gioco vende dell’usato non se ne parla ? Mistero…

  14. startawell scrive:

    Giuro che se facesse una mossa del genere, inizierei a piratare qualsiasi cosa marchiata Sony sulla terra. Io non sono “pro” nessuno. Anzi, sono pro a non farmelo mettere nel didietro. Se compro un gioco, voglio farci quel che voglio. Giocarci, venderlo, o prestarlo ad un amico.
    Giusto che la SH ci guadagni. Ma è anche giusto che se io voglio rivendermi il gioco per rientrarci di una spesa, o portarmelo in giro per giocarci, lo posso fare. Senza parole…

  15. Kamina scrive:

    Cmq se n’era parlato anche prima dell’annuncio della Ps3 anni fa.Ovviamente allora come oggi, i feedback da parte dei giocatori furono assolutamente negativi.

  16. Hizaki scrive:

    Comunque è la prima volta che sento che l’usato venduto in modo “ufficiale” dia problemi di questo genere. Automobili, moto, scooter…ma persino vestiti, libri e altro…Nessuno si è mai lamentato di questo mercato…
    E poi, anche se davvero l’usato fosse un problema per le sh allora potrei anche cominciare a comprendere (senza condividere troppo comunque)…Ma al massimo, se non volete far arricchire i gamestop di turno, provate a rendere illegale la cosa. Ma la mia copia di un gioco deve funzionare su qualunque console, su questo non ci piove. Non ho assolutamente problemi o dubbi nel dire che il gioco pirata a questo punto diventerebbe qualcosa di eticamente corretto. Io già mi incazzo per i 10 secondi che perdo nel sintonizzare il mio wiimote sul wii di un mio amico…

  17. BlackSilver scrive:

    Mi dispiace Master ma, pur condividendo parte del tuo discorso, non trovo assolutamente giusto…per non dire legale…la mossa che potrebbe fare Sony. Perché? Perché quando io compro un oggetto ho pieno diritto di usarlo come voglio che sia giocarlo, romperlo, prestarlo o rivenderlo. Questo funziona con libri, macchine, film, pentole, elettronica, hardware, piante, case, etc…

    Allora facciamo che da domani la Opel, la Fiat o la Ford mettano un blocco genetico sulle macchine così la puoi guidare sole se l’hai comprata…e se provi a venderla si frigge la centralina per sicurezza.

    Mettiamo anche un inchiostro particolare sui libri così se lo vendo appena un altro apre le pagine si scolorisce il tutto.

    Potrei continuare per un bel po’ con gli esempi. Colpire la pirateria è una cosa legittima, colpire l’usato no perché è una pratica legale, regolamentata con leggi. Inserire un blocco simile danneggerebbe il mio diritto a usare (legalmente) come meglio credo un oggetto che ho regolarmente acquistato.

    Che poi catene come GameStop ci marcino sopra questo è innegabile.

  18. Master of Disguise scrive:

    Oh finalmente! Grazie Black :D

    Io non ho mai detto “VIETIAMO L’USATO!” e sinceramente non lo vieterei in toto, semplicemente bisognerebbe un po’ limitarne in dilagare quasi inappropriato. È verissimo come dici tu che del gioco puoi farne quel che vuoi, rivenderlo, prestarlo, bruciarlo, sacrificarlo a qualche entità demoniaca in cambio di fregna a iosa XD…per questo condivdo il pensiero di Sony nel voler arginare il mercato di seconda mano.

    D’altro canto è vero che questo porterebbe a degli scontenti non indifferenti per le casse non solo di Sony, ma anche degli acquirenti che fino a quel momento vivevano di giochi presi usati…l’acquisto online per come la penso io resta tutt’ora la miglior forma di acquisto, sia nei risparmi che comporta che nell’avere la totalitá dei contenuti del gioco.

    Per ora credo che l’online pass sia la cosa “migliore”…vuoi i contenuti di un gioco per intero? Ok, lo compri nuovo ce li hai, lo prendi usato e me lo paghi comunque.

    @Kami: per danni intendo che un gioco che vende potenzialmente 10 copie per 10 acquirenti per un totale di 700 € di cui tot alla SH con l’usato possono giocarci in 10 in fila comprandone solo una copia…potenzialmente disastroso negli introiti no? Poi, io mica sono un’economista, ma fossi uno sviluppatore mi girerebbero parecchio :)

  19. Pinuzzo85 scrive:

    c’è pure da tenere conto che chi vende poi ricompra altri giochi a prezzo pieno. poi boh, capisco che vada a loro svantaggio, però i dati di vendita dei giochi non mi sembrano cosi bassi.

  20. Master of Disguise scrive:

    Ma infatti l’usato io non lo ritengo “IL problema”…ma semplicemente uno fra tanti fattori, come la pirateria e gli elevati costi di sviluppo…forse nettamente piú importanti.

  21. Hizaki scrive:

    Per quanto mi riguarda nè usato nè pirateria sono un problema, visto anche che i chip in stile psx e ps2 sono sostanzialmente finiti. Il problema riguarda i costi alti dei giochi, conseguenza degli alti costi di sviluppo ma fino a un certo punto, dato che un gioco snes costava anche più di quelli di ora, in proporzione. Come dice Pinuzzo, il fatto che io possa mettere in vendita il mio gioco finito (o scartato) mi permette di comprare nuovo (cosa che io faccio davvero). Facendo così si scoraggiano gli acquisti, e quindi mi pare una mossa poco intelligente. Se il mio fornaio non riesce a vendere il pane a 1 euro al kg, dopo 15 giorni al massimo lo porta a 75 cent…Nel momento in cui il costo di produzione del pane sarà più alto di quello di vendita allora niente più pane. E’ tutto molto semplice.
    Io sono un pò oltranzista rispetto a voi: sono a favore dell’usato (magari regolamentato, anche perchè ci devono guadagnare tutti e non solo GS), sono totalmente contro l’online pass, sono contro l’only DD e contro l’anche DD (a questi prezzi) e sono contro i dlc a pagamento. Un giorno mi faranno passare definitivamente la voglia di giocare…

  22. Master of Disguise scrive:

    Sui DLC mi trovi d’accordo, sopratutto quelli di CAPCOM :D

  23. Hizaki scrive:

    Quelli di Asura’s Wrath se li possono tenere per quanto mi riguarda :D

  24. Alucard scrive:

    L’ inizio della fine.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi