Categorie | COPERTINA

ITG presenta Iamscared – A Pixelated Nightmare, l’horror suicida che sa stupire! [gioco indie gratis]

ITG presenta Iamscared – A Pixelated Nightmare, l’horror suicida che sa stupire! [gioco indie gratis]

Tra i tanti modi in cui è possibile sollecitare la paura, quello di stringere progressivamente qualcuno in un angolo e lasciarlo senza scampo è forse il più terrificante. Lo definisco “il terrore dell’imbuto”, una sensazione ben familiare a chiunque abbia guardato The Descent di Neil Marshall o letto Il Pozzo e il Pendolo di Edgar Allan Poe: più la vicenda progredisce e minore è lo spazio d’azione lasciato al malcapitato protagonista. Ma per quanto minuscolo, l’imbuto ha sempre un foro d’uscita, ovvero una risoluzione che può constare nella liberazione o nella morte. Ecco, Iamscared – A Pixelated Nightmare terrorizza perché il foro d’uscita non ce l’ha, e nella sua pur breve durata vi illude – bruscamente e a più riprese – della sua esistenza. Questo piccolo ed affascinante gioco indie firmato da Ivan Zanotti gioca con la vostra mente, perfora progressivamente la quarta parete e nel momento in cui svela il suo segreto finale si suicida, nel senso che il file eseguibile diventa inutilizzabile. Siamo troppo criptici per convincervi a provarlo? Forse si, ma vi garantiamo che una volta arrivati in fondo, l’arguta genialità di Iamscared vi resterà impressa. Al buon Ivan vanno i più sentiti complimenti da Inside the Game.

(Scarica Iamscared – A Pixelated Nightmare in versione italiana)

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

8 Di risposte a “ITG presenta Iamscared – A Pixelated Nightmare, l’horror suicida che sa stupire! [gioco indie gratis]”

  1. Lorenzo-nMe scrive:

    **** ***** **** **** (profanità varie) ***** ****** *** non può essere cazzo che a 31 anni mi devo cagare sotto per 3 pixel, non lo dovevi postare, mi ha messo i brividi…

    ps: bellissimo, grazie della segnalazione :)

  2. Questo genere di cose fa di Ivan uno sviluppatore felice =D

    Vi ringrazio per l’articolo, ITG: è splendido vedersi apprezzati dal proprio popolo, è quel genere di cose che ti sprona a lavorare ancor più duramente.

    • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

      Grazie a te e complimenti, Ivan, per me hai catturato l’essenza dell’orrore: ci hai fatto scoprire una storia semplice e breve, ma hai usato il linguaggio delle emozioni e questo ha reso tutto molto più efficace.
      P.S: che linguaggi di programmazione hai usato, se non sono indiscreto?

      • Probabilmente molti guarderanno male me ed i miei progetti dopo quest’affermazione (parlo dei puristi del codice): il gioco è lavorato con il sottovalutato Game Maker, come tutti gli altri titoli cui ho lavorato e sto lavorando.

        In ogni caso rinnovo i ringraziamenti, Marco: siete veramente troppo gentili =)

  3. Mette in uno stato d’ansia assurdo e lo fa senza grossi mezzi. Questo è orrore! Ottimo lavoro Ivan Zanotti!

  4. Faccio il guastafeste: dov’è la versione per Mac? :)

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi