Categorie | News, Video e Trailer

Scoprite l’essenza del cyberpunk grazie a Mike Pondsmith [Cyberpunk 2077]

Scoprite l’essenza del cyberpunk grazie a Mike Pondsmith [Cyberpunk 2077]

Che Cyberpunk 2077, nuovo RPG targato CD Projekt Red, si basi sull’omonimo sistema di gioco carta e penna è ben chiaro a tutti. Ciò che non sapevamo è che i ragazzi polacchi possono contare sulla collaborazione diretta di Mike Pondsmith, ossia l’uomo che quel sistema lo ha scritto di pugno. Ed è carino di tanto in tanto vedere qualcuno che non si limita a dire “si, gli sviluppatori hanno afferrato l’essenza della mia creazione”, ma si preoccupa di spiegarvi dettagliatamente i capisaldi di un intero universo letterario, con semplicità e chiarezza. C’è un passaggio veramente illuminante in cui Pondsmith afferma che il cyberpunk non è necessariamente una questione di transumanismo, ma tratta più che altro dei modi in cui l’uomo si rapporta con la tecnologia e la usa per salvare sé stesso, non il mondo. Persone di questo genere son quelle che rendono lo sviluppo di un gioco un autentico piacere, piuttosto che una lotta col materiale di origine dove il compromesso diventa inevitabile. Cyberpunk 2077 uscirà su PC “quando è pronto”, usando le parole di CD Projekt, presumibilmente nel 2015.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3621 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

2 Di risposte a “Scoprite l’essenza del cyberpunk grazie a Mike Pondsmith [Cyberpunk 2077]”

  1. Aurenar scrive:

    Molti – moltissimi – sono scettici su quale effettiva qualità si vedrà in Cyberpunk. Eppure niente mi fa pensare che ne uscirà qualcosa di negativo o deludente. E’ una sensazione personalissima. E’ come se Michelangelo o Raffaello annunciassero di essere a lavoro su una nuova opera e aspetto solo che questa sia ultimata: non mi sognerei mai di dubitare del risultato finale.

    • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

      I puristi troveranno senz’altro da ridire indipendentemente dalla qualità del prodotto finale, ma CD Projekt è stata chiara in merito: ci saranno alcune modifiche rispetto al set di regole per ragioni di design, ma ognuna sarà concordata con Pondsmith in maniera tale da non allontanarsi troppo dal materiale d’origine. Potrebbe quindi accadere anche il contrario, ossia che diversi utenti della versione carta e penna possano trovare gradevoli le soluzioni impiegate nel CRPG. È ciò che francamente mi auguro, anche perchè non sembra che CD Projekt voglia mettere a rischio la propria reputazione con Cyberpunk 2077, anzi, c’è voglia di consolidarla ulteriormente.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi