Categorie | GamingPolitics, Opinioni

Il brand Xbox è in crisi? Ecco le analisi di Forbes!

Il brand Xbox è in crisi? Ecco le analisi di Forbes!

Si preannuncia tempesta per tutti coloro che sono fedeli alla crociata Microsoft nel duro campo di battaglia dei videogiochi, una tempesta destinata a travolgere il colosso di Redmond in tempi relativamente brevi. O almeno è quello che sostiene Adam Hartung, analista “nientepopodimeno che” per Forbes, la celebre rivista statunitense di economia e finanza.

Queste le parole che vanno a colorare un tramonto piuttosto amaro per la mamma di Xbox, Xbox 360 e, probabilmente, Durango:

I profitti di Microsoft derivano per più del 75% da Windows e Office e meno del 25% dai server e altri strumenti mentre non percepisce alcun guadagno dalla divisione entertainment, che sarà dunque venduta a colossi come Sony o Barnes & Noble. Il fallimento è inevitabile. A questo punto nemmeno un nuovo CEO può salvare Microsoft. Game over. Ballmer ha perso.

E voi, la vedete così nera o vi mantenete scettici? Lasciate pure un alcolico (e gradito!) commento. ;)

Fonte: Forbes

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

6 Di risposte a “Il brand Xbox è in crisi? Ecco le analisi di Forbes!”

  1. Killy77 scrive:

    Talmente in crisi che stanno lavorando ad una nuova console e a nuovi accessori per rendere ancora più incredibili le loro esperienze di gioco.

  2. Gidantribal scrive:

    Uao! Questo qui è ancora più esagerato di Patcher XD

  3. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    A meno che non sappia qualcosa di grosso ed ancora segreto, mi sembra una profezia un po’, come dire… Quando ne ho sentito parlare, io mi son detto “ah, ok”. Lascia il tempo che trova, insomma. Girano troppi soldi in Microsoft, e lo dimostra il fatto che nonostante non percepiscano guadagno dalla divisione entertainment (SE è vero, e a pelle direi che non lo è) continuano a sviluppare console, giochi e tecnologie così, per sport o per amor di scienza. Se tutti i business fallimentari potessero permetterselo!

  4. Master of Disguise scrive:

    Non percepisce guadagno, potrebbe dire che non va in positivo, ma nemmeno in negativo, per cui la cosa è possibile, in fondo per Microzozz l’Xbox è pur sempre fonte di una buonissima pubblicitá. Fallire no di certo, ma non essere indispensabile o utile per i profitti della societá è realistico dopotutto. :)

  5. Redwind scrive:

    Adam Hartung è un folle.!!

  6. Chuck Schuldiner scrive:

    Questi dati, ho come l’impressione siano un tantino campati in aria, mi sembra davvero assurdo che venga chiusa la sezione microsoft XBOX, anche perchè in tutti questi anni, tra esclusive sgraffignate e prodotti interni, si è creata un utenza di base molto vasta che ovviamente si rifletterà anche nella prossima generazione, che poi, tra crisi e costi di produzione, basti un passo falso per rischiare di cadere nel baratro, quello è un altro paio di maniche. Certo è che da qui ad affermare che in un ipotetico futuro potrebbe fallire, ripeto, mi sembra assai improbabile. Anche perchè se aggiungiamo questi dati alle ultime news Sony: tra vendite non molto confortanti (psp e figlie) e riduzioni del 75% del personale, si rimarrebbe solo con cosa, Nintendo? Sempre se, secondo questi grandi guro dell’economia, non sia già fallita.
    Se proprio vogliamo dirla tutta, secondo me, già solo con un Halo 5 o un Forza Motorsport per la next gen, le vendite di questa ipotetica xbox 720 s’impennerebbero di molto aggiungiamoci i servizi annessi (xbox live gold).

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi