Categorie | News, Voci di corridoio

È forse “BigFest” il futuro di PlayStation Home? [rumor]

È forse “BigFest” il futuro di PlayStation Home? [rumor]

Nella giornata di ieri, si è scoperto che SCE London ha recentemente depositato un marchio molto interessante presso l’ USPTO, ossia l’ente che gestisce i marchi registrati negli Stati Uniti. Il nome in questione è BigFest, e a giudicare dalla descrizione, si tratta di un servizio di “hosting di strutture online per il gioco interattivo; hosting di siti web esterni per video, videogiochi e porzioni di video e videogiochi su server per una rete informatica globale”. Altre funzioni associate a BigFest sono la “presentazione ed i servizi di social networking, in particolare, l’incontro tra videogiocatori finalizzato alla fruizione di giochi multiplayer online, alla partecipazione nelle relative community ed in competizioni, al collegamento online tra giocatori ed alla presentazione sociale”. Non guardate male noi per la strana sintassi, è scritto proprio così. Ci vediamo un bel po’ di PlayStation Home in queste descrizioni, quindi chissà che il social network 3D di Sony non stia andando incontro ad una bella ristrutturazione, magari in vista di una nuova console ammiraglia. D’altra parte è proprio SCE London ad aver realizzato Home, ancora oggi l’ombra di un’idea geniale realizzata con poco criterio e senz’altro meritevole di un secondo e più consapevole tentativo.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3599 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “È forse “BigFest” il futuro di PlayStation Home? [rumor]”

  1. Gidantribal scrive:

    PS Home a mio avviso è pieno di potenziale inespresso, vuoi per la sua infrastruttura, vuoi per limiti tecnici, ma potrebbe essere molto di più di quello che è oggi, girare a piedi per la bettola di sully o entrare nell’aera dedicata a motorstorm da al massimo l’idea di essere sul set di questo o quel gioco, in tutto ciò quando faccio una capatina in Home vedo sempre gente online, segno che tutto sommato per un motivo o un’altro non è abbandonato a sè stesso.

    L’idea di Home non è malvagia perché non inserirla,non senza un pizzico di audacia, come caratteristica chiave della PS4 da affiancare ai più classici menù? muovere il proprio avatar in un ambiente tridimensionale che in rapporto alla presenza o meno della connessione internet visualizzi il menù della console più o meno come la selezione dei livelli in crash bandicoot.

  2. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    Sai che è una bella idea? :D

    • Gidantribal scrive:

      E l’ho pure descritta malissimo XD però immaginati che figata vedere l’avatar che entra in una stanza già addobbata nel tema del gioco, durante il caricamento il proprio avatar e magari assieme a lui l’amico che hai invitato per il multiplayer online che si mettono il casco e tuta da gara scelti da noi. A gioco avviato salgono su di uno dei veicoli di Motorstorm e via con la classica selezione corse, oppure offline, l’avatar si siede semplicemente pure lui di fronte a una console e inizia a giocare al prossimo Hitman.

  3. Lorenzo-nMe scrive:

    Il problema di home sono i caricamenti, a volte bisogna aspettare davvero tanto per accedere ad una nuova zona perchè ovviamente se ne deve attendere il download e questo limita di molto il divertimento, poi le possibilità di interazione sono molto limitate, per esempio puoi farti un mega appartamento, spenderci i soldi per decorarlo, comprare mobili ecc ecc e poi non ci puoi invitare nessuno, voglio dire che magari potendo far venire virtualmente gente a casa tua si potrebbe creare automaticamente un party per poter accedere a dei giochi multiplayer, che comunque su home sono molto scarsi (quando si potrebbe arricchirlo magari di vecchie glorie)

    Poi per quanto riguarda usare il mondo 3d come menu sinceramente l’idea è accattivante, ma la trovo poco pratica, per come sono fatto io il menu deve essere essenziale e veloce, per farmi giocare il prima possibile, anche perchè dopo le prima volte svanisce l’effetto novità e ci si ritrova a spendere del tempo semplicemente per far partire un gioco che si poteva far partire semplicemente premendo un tasto.

    Tutto quello che scrivo risale a qualche settimana fa, cioè l’ultima volta che ho fatto un giro per le stanze di home, se poi le cose sono cambiate non lo so :)

    • Gidantribal scrive:

      Naaa home è sempre pressochè uguale con tutti i suoi problemucci. è vero che un menù tridimensionale può essere più lento, però, se viene premiato in qualche modo il suo utilizzo e con la pressione di un tasto si può affiancare in qualunque momento un menù più tradizionale si può lasciare l’utente libero di scegliere l’interfaccia che più lo aggrada ;)

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi