Categorie | News

Sotto il vessillo del buon giocare: The Banner Saga ha una finestra di uscita [Stoic]

Sotto il vessillo del buon giocare: The Banner Saga ha una finestra di uscita [Stoic]

È passato parecchio tempo dall’ultima volta che vi abbiamo parlato di The Banner Saga, ambizioso RPG strategico su cui Stoic Games sta riversando tutta l’esperienza del proprio staff di ex-Bioware. Ebbene, il gioco sarebbe dovuto uscire lo scorso Novembre, ma l’obiettivo non è stato raggiunto ed il direttore creativo Alex Thomas ha spiegato il perché in un aggiornamento sulla relativa pagina Kickstarter: “per essere diretti, stiamo puntando a far debuttare la saga intorno alla metà dell’anno. Lo abbiamo affermato in qualche altra sede, ma è il caso di ripeterlo – quando progetti un gioco intorno ad un budget minimo ed invece ti danno sette volte tanto, c’è poco da fare, i tempi di lavorazione si allungano. Stiamo facendo del nostro meglio per mitigare questo effetto, e non intendiamo assolutamente impiegare sette volte il tempo previsto. Ci auguriamo che mostrandovi i nostri progressi con update regolari diventi evidente che stiamo investendo bene i vostri soldi e prendendo le decisioni migliori per il prodotto.”

Metà 2013, dunque? Direi che si può aspettare tranquillamente, anche perché se gli aggiornamenti di cui parla Thomas sono di questa portata (cliccate sul link in alto per leggere integralmente il post, uno sguardo incredibilmente interessante al game design di The Banner Saga), la strada verso l’uscita effettiva del gioco diventerà una gradevolissima passeggiata, a prescindere dalla distanza. Come ricorderete, il gioco vi metterà nei panni di un eroe vichingo intento a riportare pace e ordine nella propria terra, martoriata da conflitti interni tra clan e probabilmente da minacce anche più grandi. Creando da zero il vostro alter ego, dovrete preoccuparvi di far crescere la vostra carovana di alleati e risolvere le problematiche che incontrerete attraversando il mondo di gioco: vi imbatterete in tradimenti, rivolte popolari ed intrighi politici in seno alla trama principale, ma tantissimi eventi secondari procedurali contribuiranno ad arricchire l’esperienza influenzando direttamente il comportamento di tutti gli NPC coinvolti, a qualsiasi livello. In The Banner Saga, ogni singolo evento può far cambiare l’atteggiamento del mondo nei vostri confronti. Per certi versi sarete voi stessi a scrivere la storia.

In fase di combattimento, The Banner Saga diventa uno strategico a turni strutturalmente ispirato a Fire Emblem e Tactics Ogre, mentre design ed animazioni 2D sono un chiaro omaggio all’arte del miglior Don Bluth; la qualità visiva è talmente alta da non aver nulla da invidiare ad un qualsiasi lungometraggio a cartoni dello stesso autore, anzi, è splendido vedere come gli artisti Stoic abbiano insistito nel disegnare a mano tutto, creando uno stile visivo senza tempo. C’è chiaramente un lavoro d’amore alla base del gioco, la volontà di dimostrare che in fondo non servono milioni di dollari per creare esperienze di alto livello (il budget iniziale era di soli 100.000 dollari, per intenderci), e riteniamo che questo sia un segnale fortissimo per tutta l’industria. In questo momento, chi ha finanziato il progetto su Kickstarter sta già giocando a The Banner Saga: Factions, versione beta che consente di toccare con mano il sistema di combattimento e suggerire eventuali modifiche; se volete unirvi alla festa, sia su PC che su Mac, Stoic Studio chiede un piccolo contributo di 5 dollari che oltre a darvi gli stessi diritti dei supporter della prima ora, vi garantirà anche dei piccoli bonus in-game in futuro.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3542 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Una risposta a “Sotto il vessillo del buon giocare: The Banner Saga ha una finestra di uscita [Stoic]”

  1. Alucard scrive:

    Orgasmatico a dir poco.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi