Categorie | News, Video e Trailer

Nuovi trailer ed un 39/40 da Famitsu per Metal Gear Rising: Revengeance [KojiPro x Platinum]

Nuovi trailer ed un 39/40 da Famitsu per Metal Gear Rising: Revengeance [KojiPro x Platinum]

In questo momento, Kojima Productions starà tirando un enorme sospiro di sollievo, mentre quelli di Platinum Games sorridono pulendosi la spallina della giacca come a dire “tutto secondo i piani”. Metal Gear Rising: Revengeance è stato premiato da Famitsu con ben 39 punti su 40, sfiorando l’eccellenza e placando così le paure di un Yuji Korekado visibilmente frustrato dalle traversie del suo sviluppo. Il produttore di Revengeance ricorda che Platinum Games fu l’unica opzione di Hideo Kojima allorché a fine 2010, lo studio si rese conto di non avere una visione del gioco sufficientemente completa e condivisa. Dopo un breve incontro con Atsushi Inaba, l’evento di presentazione fu arrangiato in appena 24 ore e Platinum si sobbarcò uno sforzo immane che Korekado ricorda così:

In fatto di gameplay, non avevamo particolari richieste. Dicemmo semplicemente ‘fate ciò che volete’. Se pensavano che certe nostre idee non funzionassero e dovessero scartarsi, ci stava bene, persino se si fosse trattato del taglio libero [lo ZanDatsu, ndr]. Piuttosto, ci dedicammo ad un’attenta supervisione della storia, delle scene di intermezzo e dell’ambientazione. E poi imponemmo una deadline. Ad essere onesti, il programma di sviluppo era molto duro, ma fu portato a termine praticamente senza ritardi. Per un gioco di questa entità, nonostante ci fosse già un concept di base stabilito, lo sviluppo è andato ad una velocità sbalorditiva.

[…] La mia prima impressione di Platinum Games fu che somigliavano molto a Kojima Productions prima di espandersi al punto di oggi. Parlo della cura che infondono ai loro giochi, del modo in cui prendono delle idee e le sviluppano in modo estremo; siamo molto simili. Della nostra collaborazione ho apprezzato il fatto che nonostante le incomprensioni, c’è sempre stata la disponibilità ad ascoltarsi ed accettare altre opinioni, posto che fossero pienamente comprensibili. Questo ci ha aiutato a capirci molto meglio che se fossimo stati solo noi a dettare le regole.

[…] Ad oggi, credo che la frustrazione di non essere riusciti a completare il gioco con le nostre mani mi accompagnerà per tutta la vita. Ma col senno di poi MGR non sarebbe nato senza questa collaborazione. Ciò mi rende felice, ma personalmente, ho sempre una spinta interiore a riprovarci un’altra volta.

In più di un’occasione, tanto KojiPro quanto Platinum hanno parlato di Revengeance come di un’esperienza formativa, e c’è da sperare che questo esempio funga da sprono per l’intera gaming industry giapponese: condividere risorse, conoscenze e tecnologie è l’unico modo per uscire dall’impasse che ha permesso agli studi occidentali di acquisire la supremazia nel mercato. Quanto ad un eventuale seguito di Revengeance, pensate sia possibile pensarlo senza Platinum Games? Fateci conoscere le vostre opinioni attraverso i commenti in basso o sul forum. Anzi, prima godetevi i nuovi trailer sparsi qui intorno!

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

3 Di risposte a “Nuovi trailer ed un 39/40 da Famitsu per Metal Gear Rising: Revengeance [KojiPro x Platinum]”

  1. Gidantribal scrive:

    Se la storia di Revengeance sarà affascinante (e lo sarà) quanto i suoi retroscena siamo a posto :D

    Kojipro e Platinum da una parte, Studio ghibli e Level 5 dall’altra a modo loro, sono esempi di cooperazioni che hanno portato a dei signor giochi.

    Oggi voglio fantasticare e giocare facile, quindi propongo Mistwalker che lavora con Square-Enix, si riunirebbe un team da sogno *_*

  2. Hizaki scrive:

    In quel caso S-E dovrebbe mettere solo i soldi, andarsene e tornare a prodotto già in commercio :D

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi