Categorie | COPERTINA

Benvenuta PlayStation 4: tutti i segreti e gli annunci della next-gen Sony, parte 1 [reportage]

Benvenuta PlayStation 4: tutti i segreti e gli annunci della next-gen Sony, parte 1 [reportage]

Per accedere direttamente alla seconda parte della conferenza dedicata agli annunci dei giochi, andate alla Parte 2 del reportage.

E così, l’evento See The Future tenuto ieri da Sony era proprio ciò che tutti si aspettavano. Quel che ha colto un po’ tutti di sorpresa è stata la durata della presentazione di PlayStation 4, due ore abbondanti in cui dirigenti, ingegneri e programmatori hanno fatto del loro meglio per spiegarci le idee alla base della nuova console: questa volta, i giochi sono tornati ad essere il fuoco assoluto della compagnia giapponese. Il messaggio è senz’altro passato e c’è da esserne lieti, ma sul fatto che si sarebbe potuto comunicarlo in maniera più snella ed elegante non c’è dubbio alcuno; troppe chiacchiere hanno strappato all’evento la connotazione epocale di cui avrebbe avuto bisogno, e che invece è stato necessario leggere tra le righe a bocce ferme. Per chi non è stato abbastanza folle da seguirci in liveblog ieri sera, quindi, ecco un roundup ragionato della imminente era PlayStation 4, che comincerà a Natale 2013 col debutto della console sul mercato.

Fase 1: LA PRESENTAZIONE

La nuova macchina Sony è stata studiata appositamente per agevolare programmatori e creativi nel loro lavoro. I voli pindarici degli ingegneri hanno finalmente ceduto il posto ad un ammirevole senso pratico volto a rivoluzionare l’esperienza PlayStation. Al centro di questa trasformazione c’è il nuovo controller DualShock 4, per cui si sono confermate le voci di questi giorni: analogici simmetrici, touch pad frontale, microfono e jack per cuffie, sensore posizionale integrato che funzionerà grazie al nuovo PlayStation 4 Eye, un sistema di telecamere esteticamente simile all’attuale Kinect. Esiste anche il famoso tasto Share, che in qualsiasi momento consentirà di inviare sul Web frammenti delle vostre sessioni di gameplay, registrati per intero dalla console tramite chip dedicato. Il servizio a supporto di questa funzionalità sarà Ustream.

Come previsto, Gaikai avrà un ruolo essenziale nel futuro di PlayStation: consentirà non solo di avere una funzione Spectator nel sistema (potrete assistere in streaming alle partite dei vostri amici senza dover possedere i loro giochi), ma retrocompatibilità totale con tre generazioni di software PlayStation su qualsiasi dispositivo dotato di uno schermo e di Wi-Fi, previo scaricamento di una apposita PlayStation App. Lo streaming istantaneo di Gaikai permetterà di realizzare facilmente delle demo a tempo, liberando i programmatori dall’obbligo di crearle ad hoc. David Perry, presente ieri sul palco dell’evento, ha spiegato che sono allo studio forme di game sharing avanzato per consentire agli utenti di interagire nelle partite dei loro amici fornendo suggerimenti, regalando loro oggetti utili o prendendo direttamente il controllo, senza dovere avviare lo stesso gioco.

Altra caratteristica interessante in PS4 è il supporto per lo Sleep Mode già familiare all’utenza PSP e Vita: attivando questa modalità, si potrà spegnere la console in qualsiasi momento mantenendo in memoria lo stato del gioco in corso, e riprendendolo successivamente in fase di riaccensione senza caricamenti.

Fase 2: L’HARDWARE

Non c’è di meglio delle parole di Mark Cerny, capo progettista di PlayStation 4, per capire come si è giunti alla splendida configurazione hardware finale della macchina: “ci siamo rivolti agli sviluppatori. Abbiamo dialogato con dozzine di team tra i migliori al mondo per sapere cosa desideravano davvero. Volevamo renderli felici. Il nostro obiettivo è stato quello di creare un’architettura che facilitasse l’espressione delle loro idee”. Il che vuol dire, in termini estremamente pratici…

Processore centrale
Chip monoblocco personalizzato
CPU : x86-64 AMD “Jaguar” ad 8 core
GPU : AMD Radeon di nuova generazione. Capacità di calcolo: 1.84 TFLOPS

Memoria RAM
GDDR5 8GB, banda passante: 176 GB/sec (e c’era chi credeva fosse impossibile)

Disco rigido
Incluso all’interno, ancora ignoti i tagli

Dischi ottici (sola lettura)
Drive BluRay 6xCAV
Drve DVD 8xCAV

Interfacce di I/O
USB ultraveloce (USB 3.0), porta ausiliaria
Porta Ethernet (10BASE-T, 100BASE-TX, 1000BASE-T)
Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Bluetooth® 2.1 (EDR)

Uscite audio/video
HDMI
Uscita analogica AV
Uscita digitale (ottica)

In pratica, si tratta di un PC customizzato senza particolari specializzazioni. I programmatori potranno gestire liberamente le risorse disponibili per creare grafica e logica. Il rovescio della medaglia sta nell’incompatibilità di questa architettura con quelle delle precedenti console PlayStation, per cui la retrocompatibilità dipenderà interamente dallo streaming via Gaikai. Non potrete usare i vostri giochi PS3 inserendoli direttamente nel tray di PS4, se non per ragioni di autenticazione.

Fase 3: IL RUOLO DI PS VITA, DEI SERVIZI E DEL FREE TO PLAY

L’intento a lungo termine di Sony è quello di rendere disponibili in streaming su PS Vita tutto il software PlayStation 4. La console principale fungerà da server, mentre il portatile sarà il client della situazione. Stando alle parole di Dave Perry, Gaikai offre questo servizio in maniera più veloce e reattiva rispetto al game sharing che oggi vediamo applicato ad alcuni titoli PS3/PS Vita (es. WipeOut 2048). Gli amanti della socialità e dell’intrattenimento in Rete potranno contare sull’integrazione in PS4 di Netflix, Amazon, Hulu Plus, Music Unlimited, Crackle e Facebook – quest’ultimo in versione completa, non il surrogato che oggi gira su PS3. Infine, Andrew House ha affermato che su PlayStation 4 troveranno pieno accoglimento formule di gioco alternative come il free-to-play, i titoli episodici e quelli realizzati dagli indie.

Il domandone: PERCHÈ NON ABBIAMO VISTO IL CORPO CENTRALE DI PLAYSTATION 4?

Semplicemente perché Sony sta ancora lavorando sul form factor. Il Presidente di SCE WorldWide Studios Shuhei Yoshida ha dichiarato “dovremmo pur lasciare qualcosa da mostrarvi più in avanti, no? (ride) La console è soltanto una scatola. Il controller era molto più importante da mostrare per via della funzione Share, ma la console è solo una console”. Pensiero opinabile, ma preoccupa anche più il fatto che Yoshida non abbia voluto far promesse in tal senso nemmeno per il prossimo E3.

Per accedere direttamente alla seconda parte della conferenza dedicata agli annunci dei giochi, andate alla Parte 2 del reportage.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

16 Di risposte a “Benvenuta PlayStation 4: tutti i segreti e gli annunci della next-gen Sony, parte 1 [reportage]”

  1. Gidantribal scrive:

    Bel resoconto Strider, io aggiungerei tra le caratteristiche degne di nota l’introduzione dello “sleep mode” come su PSVita, iberni la console e quando premi il tasto home non ti rimane che riprendere quello che stavi facendo la sessione di gioco precedente, ciao ciao caricamenti e tempi di avvio insomma…

    Sulla carta è comparso un mostro di console dove tutte le caratteristiche più “esagerate” hanno trovato conferma, inaspettato a mio modo di vedere il “processore secondario” che si prenderà cura delle operazioni “in background”.

  2. Anto' scrive:

    scusate l’ignoranza, ma la mancanza di retrocompatibilità riguarderà solo la roba su disco o anche i giochi scaricati su hard disk?

    • Gidantribal scrive:

      Io immagino che si ripeterà quanto successo nella transizione PSP-PSVita, i giochi scaricati dal PSN potranno essere giocati tramite cloud su PS4 mentre quelli retail resteranno fruibili solo su PS3.

    • Killy77 scrive:

      Di cosa parli?
      [COLOR=#333333]
      “Come previsto, [/COLOR][B]Gaikai[/B][COLOR=#333333] avrà un ruolo essenziale nel futuro di [/COLOR][B]PlayStation[/B][COLOR=#333333]: consentirà non solo di avere una [/COLOR][B]funzione Spectator[/B][COLOR=#333333] nel sistema (potrete assistere in streaming alle partite dei vostri amici senza dover possedere i loro giochi), ma [/COLOR][B]retrocompatibilità totale[/B][COLOR=#333333] con tre generazioni di software [/COLOR][B]PlayStation”[/B]

  3. Anto' scrive:

    sarò un primitivo, ma ‘sto giocare su cloud non mi sconfinfera :D

  4. Hizaki scrive:

    Come si diceva ieri con dexter: giocattolino di plastica, pad e giochi…
    Poi per caritá, ieri di cose belle se ne sono viste…Ma io personalmente cerco altro e con ‘altro’ intendo la veloce retrospettiva capcom presentata da Ono…

  5. Anto' scrive:

    sì ma si parla di retrocompatilità in “streaming”, se non ho capito male… non di retrocompatibilità nel senso che infilo il bluray PS3 in PS4…

    • Dexter scrive:

      Da quello che si è capito, ma credo che se ne discuterà più avanti, i dischi PS3 non saranno letti da PS4. Potrei sbagliarmi naturalmente, ma in campo retrocompatibilità pare vogliano puntare esclusivamente su Gaikai. ;)

      • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

        È proprio così. Come scrivevo nell’articolo, l’hardware PS4 è incompatibile col precedente, quindi tutto ciò che è retrocompatibilità vorrà dire streaming.

  6. Lorenzo-nMe scrive:

    Ottimo ottimo, la ps4 sarà mia (magari non al day one ma presto), c’è tutto e anche di più ciò che mi aspettavo e pazienza per la retrocompatibilità, ma ormai credo sia una cosa a cui abituarsi, dopotutto è stato così anche con la generazione attuale, già il fatto che potrò giocare i vecchi titoli anche dal tablet o dal telefono (o dalla psvita che al momento non sfrutto come dovrei) è una figata pazzesca.

    In ogni caso, le cose che mi hanno fatto più piacere sono state:

    1) La blizzard che collabora con la sony per portare i suoi giochi, un sogno che si avvera

    2) La modalità spettatore e il casting automatico via ustream, chiedo ad Akira, secondo te abbiamo la prossima piattaforma per gli e-sport ??

    3) Il FREE TO PLAY !!! :)

  7. Dexter scrive:

    Tra l’altro sono spuntate dichiarazioni ufficiali, che vogliono i contenuti acquistati sullo Store non riscattabili su PS4, per via delle diverse architetture tra la nuova console e PS3.

    • Gidantribal scrive:

      E li si che sono dolori, almeno ora smettiamo di ridere dietro a nintendo per l’inconmpatibilità wii-shop/wiiU shop XD

    • Anto' scrive:

      era questo che chiedevo… passino i dischi, ma questa mi pare un’assurdità… poi sarò io che non capisco una cippa di hardware e roba varie…

    • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

      Se confermato, immagino che sia un problema temporaneo. Sony dovrebbe essere facimente in grado di risalire agli acquisti di ogni singolo utente grazie alle informazioni dell’account, ed eventualmente abilitare la riproduzione in streaming dei contenuti acquistati. O perlomeno, questa mi sembrerebbe la soluzione più logica.

  8. frank75evw scrive:

    beh….basta tenersi stretta la cara ps3 e affiancare la nuova ps4……..sapendo gia’ dell incompatibilita’ penso che la maggior parte degli utenti fara’ cosi………..il problema fu nel passaggio ps2 ps3,dove quest’ultima,all’inizio retrocompatibile,fu’ privata di tale funzione da sony stessa con la cazzata di renderla piu’ sicura

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi