Categorie | News

Il PETA si scaglia contro Assassin’s Creed IV, “infamante la caccia alle balene” [polemica]

Il PETA si scaglia contro Assassin’s Creed IV, “infamante la caccia alle balene” [polemica]

Come ogni titolo di carattere storico che dipinga gli usi ed i costumi della propria epoca, anche Assassin’s Creed IV: Black Flag abbraccia alcune discutibili abitudini dei popoli del mare nel 18esimo secolo, nella fattispecie la caccia alle balene. Esplorando il mondo di gioco, il pirata Edward Kenway potrà arpionare i suddetti cetacei per trarne nutrimento e materiali utili, il che ha ovviamente infastidito l’ente americano per i diritti degli animali (PETA). Ai microfoni di VentureBeat, un portavoce dell’associazione ha dichiarato

“La caccia alle balene, ovvero sparare a questi animali con arpioni e lasciarli poi a morire, oppure depredarli mentre sono ancora vivi potrebbe sembrare un’eredità dei libri di storia, ma questa sanguinosa industria va avanti ancora oggi a dispetto delle condanne internazionali, ed è infamante che qualunque gioco la glorifichi. Il PETA incoraggia le compagnie di videogiochi a creare prodotti che celebrino gli animali – non che promuovano il far loro del male o l’ucciderli.”

Parliamo della stessa associazione che in passato puntò il dito contro i Pokémon perché a suo dire, incoraggiava lo sfruttamento degli animali, o contro Mario perché nella sua versione “tanuki” suggeriva implicitamente che vestire pellicce fosse accettabile. In questo caso, però, si tratta di una questione attualissima e decisamente meno triviale che Ubisoft farebbe bene a chiarire: nell’idea di chi vi scrive, non è carino approfittare di una realtà storica del genere per trasformarla in un’attività ricreativa – perché in quanto attività secondaria all’interno di un mondo aperto, di questo si tratta.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3539 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

17 Di risposte a “Il PETA si scaglia contro Assassin’s Creed IV, “infamante la caccia alle balene” [polemica]”

  1. Hizaki scrive:

    Loro non devono avere opinioni. Non dovrebbero esistere
    [URL]http://www.petauccideanimali.it/[/URL]

  2. Rev. Woolfwood scrive:

    Ma come, in Assassin’s Creed il protagonista uccide nei modi più disparati e brutali un’infinità di esseri umani e qui si pensa che uccidere balene per finta (si tratta di un videogame, non dimentichiamolo) è “infamante”? A me sembra che questi animalisti stiano un po’ esagerando, mettono becco praticamente dappertutto. Mah, in Assassin’s Creed IV sarà possibile cacciare balene perchè a quel tempo si cacciavano balene, che vi piaccia o no. Non vedo come possa non solo essere infamante o, addirittura, promuovere la caccia a questi stupendi animali. Anch’io sono contro questa brutta pratica, ma non esageriamo, dai…

  3. Kamina scrive:

    Balene virtuali.

    Alla PETA sanno distinguere la differenza tra la finzione e il reale?

  4. ryohazuki84 scrive:

    si trovassero un lavoro serio.

  5. Killy77 scrive:

    Mah, nei precedenti episodi i vari protagonisti uccidono migliaia di persone e ci si scandalizza per qualche balena?

  6. Hizaki scrive:

    Ma sai, secondo me è giusto che ognuno di noi combatta le battaglie che ritiene giusto combattere. Il problema è che, se io fossi un killer di professione, non farei moralismi di alcun genere. E questo è il caso di PETA. Poi stiamo parlando di videogames e quindi di finzione. Altrimenti diamo ragione anche a chi criticava di razzismo RE5…Io credo che chi non ha abbastanza intelligenza e cultura per apprezzare il mondo dei videogames dovrebbe tacere oppure farsi vaccinare con l’anticazzullo…

  7. BlackSilver scrive:

    Se in linea teorica posso comprendere quello che vogliono promuovere, trovo ridicolo questo loro continuo attaccarsi a titoli di richiamo pur di darsi visibilità. Parliamo degli stessi soggetti che criticarono Battlefield 3 perché (nel mezzo della carneficina di esseri umani) ad un certo punto uccidiamo un ratto.

    Su Black Flag in particolare trovo che sia qualcosa di normale dopo quello che abbiamo fatto in ACIII ovvero ucciso centinaia di animali per avere la loro pelle e carne…come anche in Red Dead Redemption. Per l’epoca erano attività normali e quindi lo ripartano nel titolo. Certo la “ludizzazione” della caccia può essere opinabile, ma questo mi sembra ridicolo in un contesto dove passiamo buona parte del gioco ad uccidere persone.

  8. Hizaki scrive:

    Ma loro stanno costruendo una macchina del tempo per fermare questo scempio sin dalle sue origini.
    Ovviamente si dimenticano di dire che il combustibile per quella macchina sono i gatti…

  9. Riddick scrive:

    Secondo me dovrebbero chiamarsi PETO. Se ne escono come le scorregge con sti comunicati che risultano sempre più divertenti a dire il vero XD
    Che poi non è stato nemmeno detto se ci sarà la caccia alle balene, ma è stata fatta vedere una foto che mostra una delle cose più fighe mai viste in un videogioco. Se se la devono prendere con qualcuna, come ha detto Black, potevano aver da ridire su Red Dead Redemption, su AC3 oppure su Skyrim (i draghi sono specie protetta), Far Cry 3 (uccidi i draghi di Komodo che sono praticamente estinti).
    Questi si svegliano la mattina e il primo pelo di animale che vedono su una foto: Eresia!! Istiga ad uccidere gli animali!! XD

  10. x MISS HATRED x scrive:

    e quando in Fable c’è l’obiettivo di calciare le galline? va be, aperta e chiusa parentesi.

  11. startawell scrive:

    Credo (spero), sia solo un modo per pubblicizzare il problema della caccia alle balene, purtroppo ancora presente. Per il resto, da animalista convinto, do poca importanza al comunicato della PETA. Altra questione per i giochi di caccia…

  12. Anto' scrive:

    anche io sono un animalista, però come per le critiche ai VG violenti, bisogna usare il buon senso…

  13. Riddick scrive:

    Ma allora coerenza zero scusate. Se devono accanirsi sui giochi, dovrebbero farlo su tutti, e non solo su quelli che vendono. Sono animalisti ok (lo sono anche io), ma se pensano che un videogioco possa istigare la violenza contro gli animali e poi rompono le palle solo a qualche gioco mentre non parlano su altri, sono un po’ cretini eh. Se vuoi criticare fallo, ma non su un prodotto digitale particolare bensì parlando in generale. Come ha detto Black si lamentano di Battlefield perchè uccidi un topo e mi sembra abbastanza ridicolo.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi