Categorie | News

Alice in Otherland: tra speranze e Kickstarter… [McGee si sbottona sul possibile ritorno della saga]

Alice in Otherland: tra speranze e Kickstarter… [McGee si sbottona sul possibile ritorno della saga]

Non so se ci avete fatto caso, tra l’attesa di una prima ravvicinata occhiata a Battlefield 4, il trailer di impatto del recentemente annunciato Metal Gear Solid V o la vagonata di titoli in arrivo per le piattaforme Sony, ma alla GDC 2013 c’era anche lui, quel “matto” di American McGee.

Il papà della Alice videoludica si era già detto nei giorni scorsi interessato a realizzare un terzo capitolo del suo franchise più celebre, magari rivolgendosi alle accoglienti spiagge di Kickstarter e, di conseguenza, al sostegno finanziario ed emotivo dei suoi fan. La speranza del designer americano è quella che i diritti della serie vengano affidati da Electronic Arts alle amorevoli cure della sua Spicy Horse, così da poter aprire ufficialmente il cantiere su questo Alice in Otherland.

In ogni caso, McGee si è dimostrato già un vulcano di idee ai microfoni di Joystiq, durante l’odierna intervista tra i colorati stand di San Francisco:

La nostra idea, adesso, è quella di realizzare Alice in Otherland, con la protagonista che invade la mente di altre persone e visita i loro luoghi delle meraviglie. Basandosi su quanto ha imparato sul proprio paesaggio mentale Alice andrà a colpire o curare le persone che incontra. Significa che le strade di Londra diventeranno portali per 1000, 10.000 fantastiche differenti storie.

Personalmente sono un grandissimo fan di questo brand e della rivisitazione in chiave gotica di Alice, dunque tengo le dita incrociate: lo fate anche voi?

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 1691 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Una risposta a “Alice in Otherland: tra speranze e Kickstarter… [McGee si sbottona sul possibile ritorno della saga]”

  1. Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

    Se Spicy Horse dovesse riuscire ad ottenere il marchio da Electronic Arts, probabilmente non ne verrebbe fuori un titolo tripla A. McGee ha chiesto esplicitamente ad EA “ce lo finanziate?”. Aspettano ancora una risposta.

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi