Categorie | News

Disney annichilisce LucasArts: chiude lo storico studio, cestinati tutti i progetti [industria]

Disney annichilisce LucasArts: chiude lo storico studio, cestinati tutti i progetti [industria]

Immaginate un po’ il sottoscritto che torna da lavoro, stanco e pure un tantino abbattuto, si immerge dopo cena nell’immensità della Rete e cosa trova? Disney che chiude LucasArts. Il mio primo pensiero è stato “hahaha, mi serviva proprio qualcosa di divertente quest’oggi! Ma avranno sbagliato giorno, il primo Aprile era l’altroieri”. Dico sul serio, è quel che ho pensato prima di recarmi su Kotaku e capire che invece era tutto maledettamente vero. Pare che lo staff della leggendaria casa produttrice, circa 150 persone, abbia avuto conferma della chiusura solo stamani, sette mesi dopo il congelamento da parte di Disney di tutte le assunzioni ed i progetti in corso. Lo stile dell’annuncio pubblico è stato morbidamente istituzionale, potremmo dire, quasi buonista:

“Dopo aver valutato la nostra posizione nel mercato dei giochi, abbiamo deciso di trasformare LucasArts da uno studio interno ad un modello di licenza, minimizzando i rischi della compagnia [Disney parla di sé stessa qui, ndr] e raggiungendo al contempo un più ampio portfolio di giochi di qualità su Star Wars. Come risultato di questo cambiamento, ci sono stati dei licenziamenti. Siamo incredibilmente riconoscenti ed orgogliosi dei fantastici team che sino ad oggi hanno sviluppato i nostri titoli.”

Un giro di parole ben confezionato per lasciare intendere la dura realtà, piuttosto che enunciarla nella sua spiacevole evidenza. LucasArts non esiste più, e questo non fa che aggiungere malinconia ad alcuni tra i ricordi più cari dei videogiocatori, specialmente quelli un po’ più attempati. Non abbiamo fatto in tempo a vedere Star Wars 1313 o Star Wars: First Assault, ovviamente cancellati insieme a tutto il resto e trasformati in semplici marchi da vendere all’esterno, ma è quasi il male minore. Cercavo un po’ di relax, ed ho trovato al suo posto una gran dose di amarezza. Vogliamo cercare un lato positivo in tutta la faccenda? Monkey Island. Anche quel marchio sarà oggetto di mercato, quindi non resta che sperare di vederlo atterrare nelle mani giuste.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

8 Di risposte a “Disney annichilisce LucasArts: chiude lo storico studio, cestinati tutti i progetti [industria]”

  1. Gidantribal scrive:

    Fanculo Disney, dal profondo del cuore. Da quando ha messo le mani in pasta nell’ambito dei videogiochi ha solo causato una moria di studi di sviluppo non indifferente. Sviluppare solo cartoni di topolino no eh?

  2. Fucktotum scrive:

    Pensa a me che odio pure Topolino e tutti gli stronzetti del loro pantheon, paperi esclusi ma manco troppo…

  3. BlackSilver scrive:

    Disney appena è entrata nel mondo dei videogiochi ha dimostrato la sua vera natura, ovvero un bel cancro!

  4. Pinuzzo85 scrive:

    bè, ma la lucas art era morta già da tempo, no?

  5. PandreoL scrive:

    se c’era da piangere c’era da piangere tanto tempo fa nn ora…LucasArt nn ha fatto nulla di meritevole da anni, focalizzata solo a fare da Publisher a l’nessimo titolo Star Wars.

    Cmq il marchio nn sparisce ma funzionerà solo come “licenza”, di fatto hanno chiuso la divisione di sviluppo…che parliamoci chiaro nn sono quelli che hanno reso grande questo Marchio, perché da quel di che le persone che ci hanno regalato tante ore di gioia se ne sono belle che andate…

    Magari questa nuova “formula” potrà ri-portare alla luce vecchie glorie del passato…se qualcun’altro avrà voglia di crederci e scommetterci sopra, loro, da quel di che avevano preso la strada dell ‘easy-money’ producendo titoli basati solo sul nome e nn sulla qualità…dimenticandosi e abbandonando quello che li aveva resi grandi e pionieri di un mondo (digitale) in via di sviluppo…

    /salute

  6. Hizaki scrive:

    Piccola domanda da nabbo del gaming occidentale: KOTOR che fine fa?

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi