Dark Souls II debutta in video su IGN, ci attende un nuovo viaggio nel terrore! [From Software, Bandai-Namco]

Dark Souls II debutta in video su IGN, ci attende un nuovo viaggio nel terrore! [From Software, Bandai-Namco]

Ce lo avevano promesso qualche giorno addietro, ed oggi eccolo qui! Parliamo del primo video di gameplay per Dark Souls II, titolo attesissimo dagli appassionati di giochi di ruolo che non temono la Morte – non lo sporadico Game Over tipico dei vostri amati jrpg, ma la Morte cruda, punitiva e reiterata che tocca a chi non riflette sui propri sbagli. Un atteggiamento inconcepibile in Dark Souls II, come del resto avveniva negli episodi precedenti, dove l’esperienza di esplorare un dungeon irto di pericoli è proposta in maniera quintessenziale. In linea di massima, From Software non sembra avere apportato modifiche sostanziali alla formula: il sistema di combattimento è intuitivo, ma profondamente tattico nel richiedere tempismo ed analisi dei movimenti dell’avversario. Ogni arma avrà un’efficacia diversa in base al nemico affrontato, e finalmente sarà disponibile un sistema di “dual wielding” per utilizzare due armi alla volta. Ciò che non ha del tutto convinto il pubblico è la possibilità di difendersi con oggetti improbabili come le torce, fattore che addolcirebbe in maniera indesiderata la brutalità di Dark Souls e Demon’s Souls; sul fatto che la difficoltà di Dark Souls II sia stata ricalibrata verso il basso, From Software non ha voluto commentare… Sinceramente, a noi Dark Souls II è sembrato impietoso già in questi 12 minuti. Molto suggestivo il lato estetico, non privo di difetti ma illuminato con realismo e ricco di atmosfera.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

5 Di risposte a “Dark Souls II debutta in video su IGN, ci attende un nuovo viaggio nel terrore! [From Software, Bandai-Namco]”

  1. Chuck Schuldiner scrive:

    Più che altro la vera difficoltà in Dark Souls non è la difficoltà stessa, ma la frustrazione che questo trasmette. Trovo assai FRUSTRANTE dover rifare un tratto dove, nello stesso momento, i nemici per magia sono rinati, non è una questione di difficoltà, ma di semplice limite alla sopportazione.
    I focolari, dove si salva la partita, sono mal calibrati (posso anche farlo 10.000 volte un boss, ma se devo rifarmi tutta la strada per raggiungerlo con relativi mostri no) e l’esperienza (le anime) vengono perse dopo ogni morte. Quindi, alla fine, il gioco si riduce a cosa? rifai lo stesso tratto millemila volte per acquisire le anime necessarie al level up, livellare e ricominciare? cosa che reputo davvero triste. Non parliamo poi dei bug che lo affliggono: ricordo una volta, ma una delle tante, uno scheletro gigante mi ha ammazzato, nonostante fossi riparato dietro un muro, usando il caro e vecchio trucco della spada attraversa muri.

  2. Pinuzzo85 scrive:

    se vuoi il fuocherello proprio ai piedi dei boss, hai sbagliato gioco :D

    cmq in dark/demon souls livellare non è la parte principale del gioco.

  3. Dexter scrive:

    Posso capire il punto di Chuck, è stato quello che ho pensato al primo impatto con Dark Souls.
    Poi ho imparato ad accogliere la sfida, a migliorare le difese, a ponderare i miei passi.. E ho capito che quella non era frustrazione, ma un altissimo livello di sfida. Mi ci sono divertito un sacco ed andando avanti e capite determinate meccaniche il gioco non è impossibile. :)
    Però ripeto, posso capire bene il pensiero di Chuck ;)

  4. Chuck Schuldiner scrive:

    La mia era una semplice osservazione, non dico debba essere davanti, ma neanche a distanza di miglia, costringendoti a fare nuovamente lo stesso tratto, affrontando gli stessi nemici (visto capiterà spesso la cosa rischia di essere frustrante). Se però, la frustrazione è da considerarsi l’elemento portante di un titolo, per far si che questo si possa considerare “difficile”, ben per voi, evidentemente diamo un diverso significato alla parola.
    Troppo facile dare simili risposte, quando è evidente che non si tratta di elevata difficoltà, ma semplice pazienza. Dark Soul l’ho giocato, sono arrivato all’Idra e l’ho abbandonato, quindi non ti parla uno che non l’ha mai provato e scrive le cose tanto per il gusto di scrivere qualcosa. Come esperienza di gioco l’ho trovata frustrante all’inverosimile, pieno di bug (cosa che non hai minimamente considerato nella tua critica) e di fluidità. Okay, mi dirai, se volevi un gioco fluido ti orientavi su altri lidi, ciò non toglie che lo avrei gradito un tantino più normale, non fattibile che è diverso, sarebbe stata un’esperienza di gioco, a mio avviso, più gratificante.

  5. Fucktotum scrive:

    Mi rifiuto di guardare anche un solo secondo. Day one e basta!

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi