Categorie | News

Presenza ridotta per Nintendo all’E3 2013, allo studio altri metodi di comunicazione [ufficiale]

Presenza ridotta per Nintendo all’E3 2013, allo studio altri metodi di comunicazione [ufficiale]

Negli ultimi anni, i grandi protagonisti della gaming industry hanno alternato la loro presenza all’E3 per motivi mai specificati nel dettaglio; in realtà, affittare uno dei padiglioni del Los Angeles Convention Center non è esattamente a buon mercato, così come sostenere tutte le spese legate all’esposizione, al materiale promozionale, alla creazione di merchandising e via dicendo… Insomma, la più grande kermesse mondiale dedicata ai videogiochi è un bel pozzo di denaro, anche per giganti come Sony e Microsoft. Per l’evento di quest’anno, Nintendo ha dichiarato che limiterà la propria partecipazione ad un classico allestimento di postazioni da gioco per WiiU e 3DS. I dirigenti non terranno conferenze né ci saranno celebrazioni in grande stile, solo un paio di piccoli eventi chiusi dove pochi utenti potranno provare le ultime novità per le due piattaforme. Ecco il comunicato ufficiale di Satoru Iwata:

All’E3 di quest’anno non pianifichiamo di lanciare nuovo hardware, e le nostre attività principali consisteranno nel fare annunci e lasciar provare alla gente i nostri giochi. Tanta gente sarà certamente interessata a conoscere più dettagli sui titoli WiiU che andremo a presentare. Useremo l’E3 come un’opportunità ideale per scendere nei dettagli dei giochi per la console che lanceremo quest’anno, dando al pubblico l’opportunità di toccarli subito con mano. La nostra nuova sfida sarà quella di proporre un diverso stile di presentazione per l’E3.

Innanzitutto, abbiamo deciso di non realizzare presentazioni su larga scala dirette a tutto il pubblico internazionale dove annunciamonuove informazioni, come accadeva in passato.

Piuttosto, all’E3 di quest’anno, organizzeremo una manciata di piccoli eventi dedicati specificamente alla lineup software per il mercato americano. Ci sarà un evento chiuso per i distributori, ed un altro destinato ai media occidentali che proveranno i giochi sul campo. Inoltre, come lo scorso anno, non pianifico alcun intervento personale né in questi show, né all’E3 2013 in generale. Aldilà di questi eventi esclusivi per i visitatori, continuiamo a studiare altri modi per dare informazioni direttamente all’utenza casalinga nello stesso spazio temporale dell’E3. Vi daremo più informazioni in proposito non appena avremo stabilito ufficialmente i nostri piani d’azione.

Lungi dal considerare la decisione un segno di debolezza da parte di Nintendo, diremmo piuttosto che si tratta di un periodo molto particolare per l’azienda di Kyoto, un periodo che non ammette errori né risultati men che brillanti dal punto di vista commerciale. Ricordiamo che durante l’annuale incontro con gli investitori per la discussione del bilancio 2012, dove a Iwata è stato chiesto di prendersi le proprie responsabilità in caso di fallimento, il presidente ha promesso di fare entrare nelle casse dell’azienda ben 100 miliardi di yen entro l’anno fiscale 2013 (oltre 800 milioni di euro) – esattamente l’importo che si dice sia andato in fumo in seguito alle disavventure iniziali di Nintendo 3DS ed alle pessime performance di WiiU.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

3 Di risposte a “Presenza ridotta per Nintendo all’E3 2013, allo studio altri metodi di comunicazione [ufficiale]”

  1. Gidantribal scrive:

    Se posso essere cattivello direi che troveremo Iwata in giro per il convention center a vendere console di persona :D

    Nintendo direct 2.0.

  2. Fucktotum scrive:

    mmm brutta situazione, se dovessi spendere un euro in favore o sfavore della riconferma futura di Iwata direi che a oggi lo vedo pi che in bilico. Vediamo se WiiU si rimette in piedi come 3DS…

  3. Wargasm scrive:

    Homo faber Fortunae suae…..

Trackbacks / Pingbacks


Lascia un Reply toWargasm