Categorie | News, Voci di corridoio

Grosso guaio a Montreal, in crisi lo sviluppo del nuovo Thief [rumor da Eidos]

Grosso guaio a Montreal, in crisi lo sviluppo del nuovo Thief [rumor da Eidos]

Questa storia inizia da un concetto forse poco noto al pubblico dei videogiochi, quello di “vertical slice”. Con questo termine si indica un prototipo di gioco, compatto ma molto completo in fatto di meccaniche ed art style, che lo sviluppatore mostra all’editore per convincerlo a finanziare un progetto. Ciò che abbiamo visto sinora del nuovo Thief, in particolare ad inizio Aprile, veniva direttamente dalla sua vertical slice, ma pare che in Eidos Montreal le cose non stiano affatto andando per il verso giusto.

Stando a quanto riporta Polygon, Square-Enix avrebbe allocato risorse così importanti sullo sviluppo di Thief che ad un certo punto (il via ai lavori è stato dato nel 2009) lo staff avrebbe cominciato a fare entrare nel gruppo amici e conoscenti locali. Gente del settore, si intende, competente e davvero appassionata al mondo di Thief, ma quando si fanno lavorare insieme tanti talenti, può capitare che ognuno cominci ad alzare la voce per imporre la propria idea, ostacolando di fatto l’avanzamento del progetto. Tra continui arrivi e partenze, tutto ciò che lo studio di Montreal avrebbe prodotto sino ad inizio 2013 sarebbe proprio quel vertical slice ed il poco materiale promozionale disponibile.

E con un altro guaio, stavolta di natura tecnologica. Pare che il prototipo non riesca a girare sulla versione modificata dell’Unreal Engine 3 attualmente in uso presso Eidos Montreal: l’intelligenza artificiale dei personaggi non giocanti sarebbe così complessa da mandare in crisi il motore quando su schermo ne compaiono più di una manciata. Per questa ragione, il Thief su cui stanno lavorando adesso è radicalmente diverso da quello visto ad Aprile – e da quello che vide Square-Enix già nel 2009 in sede di approvazione del progetto. Il prossimo grande appuntamento col gioco è previsto per l’E3 di Giugno.

Il trapelare di questa notizia è un’ulteriore spina nel fianco di una Square-Enix già in grosse difficoltà. Nonostante gli eccellenti esiti di critica e di pubblico della sua lineup occidentale (Deus Ex: Human RevolutionHitman: Absolution e Tomb Raider), il publisher giapponese ne ha sovrastimato i ritmi di vendita sperando in introiti che non sono arrivati nei tempi voluti. Attualmente, Square-Enix si aspetta di concludere l’anno fiscale 2012 con “perdite straordinarie” di cui l’ex presidente Yoichi Wada, rimosso recentemente dal suo incarico, ha già fatto le spese.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Una risposta a “Grosso guaio a Montreal, in crisi lo sviluppo del nuovo Thief [rumor da Eidos]”

  1. Master of Disguise scrive:

    Se sono in perdita in Square non è da imputare alla qualità dei giochi, come hai detto tu, tutti ottimi, solo che non sono giochi “per la massa” purtroppo…per Thief la vedo brutta, troppe idee possono portare ad un collasso del progetto…

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi