Categorie | News

Online always-on, privacy, giochi usati: Microsoft fa chiarezza su Xbox One [ufficiale]

Online always-on, privacy, giochi usati: Microsoft fa chiarezza su Xbox One [ufficiale]

Sin dal reveal di Xbox One, alcuni aspetti del funzionamento della console sono stati oggetto di dubbio e di discussione. Sono occorsi alcuni giorni, ma Microsoft ha finalmente deciso di togliere il velo sulle politiche che hanno maggiormente infiammato il dibattito su Internet, in particolare riguardo ai requisiti di connessione, il rapporto di Kinect con la privacy e la gestione dei giochi usati. Ecco tutte le risposte che cercavate in merito, raggruppate in una pratica lista:

- Connessione always- on: SI
Xbox One ha bisogno di verificare online tutte le licenze attivate almeno una volta al giorno. Se la console rimane disconnessa per più di 24 ore, la riproduzione di giochi viene bloccata sino alla prossimo accesso in Rete. Resta comunque possibile vedere TV e BluRay. La banda minima per il funzionamento della console è di 1.5 Mega, ben al di sotto della velocità media di connessione a banda larga nel mondo (2.9 Mega); Xbox One può quindi connettersi anche tramite chiavetta.

- Profilo Xbox Live portatile: SI
È possibile non solo loggarsi su Xbox Live da un’altra console, ma addirittura fruire dei propri contenuti attraverso il servizio cloud di Microsoft. Esatto, un gioco installato a casa vostra sarà giocabile anche altrove senza portarvi dietro la console. Per sfruttare questa funzionalità, tuttavia, la vostra One dovrà potersi connettere almeno una volta ogni ora.

- Giochi usati ed affitto: NI
Microsoft lascerà alla discrezione dei publisher il se ed il come monetizzare sui giochi usati, senza trattenere per sé alcun importo. Se vien fuori qualche sistema strano, insomma, dovrete prendervela solo con gli editori. L’affitto dei giochi non sarà possibile al lancio. Microsoft sta ancora lavorando con editori e rivenditori per creare un sistema apposito.

- Kinect always-on: NO
Il sensore può essere acceso, messo in pausa o disattivato manualmente in ogni momento. Qualsiasi invio di dati da parte di Kinect (video, sonoro, informazioni sui programmi ed i giochi fruiti ecc.) chiederà prima conferma all’utente. Durante lo stand-by, il sensore è progettato per riconoscere unicamente il comando vocale “XBOX ON”. I dati inviati non potranno essere usati a scopi pubblicitari.

- Licenze trasferibili: SI
… Ma solo una volta. Potrete regalare o rivendere il gioco ad un amico, purché lo abbiate acquistato nuovo. Se costui tenterà di rivenderlo a sua volta, il gioco sarà inutilizzabile: la licenza può attivarsi solo due volte.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

9 Di risposte a “Online always-on, privacy, giochi usati: Microsoft fa chiarezza su Xbox One [ufficiale]”

  1. ryohazuki84 scrive:

    scaffale

    • Marco "Strider Hiryu" Tinè scrive:

      È il commento più diffuso su Internet riguardo la questione, al momento.

      • Gidantribal scrive:

        Io dico che dopo l’E3 si fionderanno comunque in molti a comprarla salvo poi continuare a lamentarsi e difendersi con “c’è HALO”

  2. Gidantribal scrive:

    Vediamo cosa ci propina sony tra pochi giorni…

  3. Hizaki scrive:

    Sarebbe stato meglio non fare chiarezza :p
    Sony non può sbagliare: basta leggere cosa fa microsoft, girovagare un pò per i forum videoludici e poi scegliere la cosa giusta da fare…
    Se il WiiU ha avuto il suo miglior momento dal punto di vista delle vendite proprio subito dopo la conferenza microsoft un motivo ci sarà…Non credo a certe coincidenze, dato che non è neanche uscito alcun gioco nuovo…

  4. Anto' scrive:

    la licenza trasferibile una sola volta è una cosa più assurda tra tutte queste assurdità…

  5. handlewithcare scrive:

    Ci viene tolta la libertà di videogiocare !

  6. Master of Disguise scrive:

    Sí, scaffale, M$ vuole uscire dalla gaming industry con questa One per come la vedo io…

Trackbacks / Pingbacks


Rispondi