Categorie | News

Iwata promette nuovi giochi “non convenzionali” su WiiU [Nintendo]

Iwata promette nuovi giochi “non convenzionali” su WiiU [Nintendo]

Se c’è qualcosa di certo nell’attuale condizione di Nintendo, è che al business WiiU serve davvero un bel calcio – qualcosa che possa rimettere in moto la macchina e farla finalmente accelerare sul mercato. E cosa c’è di meglio di nuovi giochi? È proprio quanto il presidente Satoru Iwata ha annunciato durante il recente 73esimo incontro con gli investitori (eh già, tengono anche il conto), sottolineando che non era il caso di mostrare all’E3 tutte le carte che la compagnia tiene nella manica. C’è del software “completamente nuovo” in sviluppo presso Nintendo, e si spera che possa in qualche modo illuminare la gente su cosa WiiU è effettivamente in grado di fare aldilà del software tradizionale:

All’inizio dell’E3 di quest’anno, abbiamo annunciato la nostra lineup WiiU sino al 2014 principalmente attraverso gli eventi Direct, anziché tenere presentazioni su larga scala. Ad ogni modo, non abbiamo annunciato la totalità dei giochi che verranno rilasciati in questo periodo. L’E3 è per i fan che cercano informazioni sui cosiddetti ‘giochi tradizionali’, quindi abbiamo cercato innanzitutto di rassicurare i clienti che avevano già acquistato WiiU pensando che avrebbero invece dovuto attendere un arricchimento della lineup.

D’altra parte, quando si tratta di giochi di genere completamente nuovo, ci tocca annunciarli con breve anticipo rispetto alla data di effettivo rilascio, in modo da avere un forte impatto sul mercato e minimizzare la possibilità che i competitors introducano prodotti simili. Stiamo lavorando a tipologie di giochi inedite, ma intendiamo renderle pubbliche il più vicino possibile alle date di uscita uscita, per le ragioni che ho appena spiegato.

Quando nascono idee buone ed innovative, è tutta l’industria del videogioco a beneficiarne, e non è un caso che ciò accada spesso in casa Nintendo. L’impressione, tuttavia, è che a questo giro sia più la stessa azienda giapponese ad averne bisogno, consapevole che anche i fan incalliti non sono del tutto insensibili alle sirene next gen della concorrenza.

Questo post è stato scritto da:

- ha scritto 3648 articoli su Inside The Game.

Contatta l'autore

Commenti

Commenti

Rispondi